Con Gladiator, Joaquin Phoenix ha forgiato un percorso da ragazzaccio tutto suo

DiMike D'Angelo 24/5/21 14:21 Commenti (61) Avvisi

Schermata: Gladiatore

guarda questo offre consigli sui film ispirati a nuove uscite, anteprime, eventi attuali o occasionalmente solo dai nostri imperscrutabili capricci. Questa settimana: Con Crudelia arrivando al cinema e Disney+, stiamo guardando alcuni dei nostri cattivi stravaganti e esagerati preferiti della storia del cinema.



strega adolescente (1989)
Annuncio pubblicitario

Gladiatore (2000)

Joaquin Phoenix è uno dei nostri migliori attori da così tanto tempo che può essere difficile ricordare come ha iniziato: molto all'ombra del suo amato fratello maggiore. River Phoenix doveva essere quello che avrebbe vinto gli Oscar e avrebbe interpretato ruoli iconici; Spielberg lo aveva scelto per il ruolo del giovane Indiana Jones e il suo lavoro in film che andavano da Stammi vicino a Il mio Idaho privato aveva praticamente conquistato il mercato sulla sensibilità adolescenziale. Joaquin - pubblicizzato come Leaf Phoenix quando era un bambino - lasciò del tutto l'attività intorno al 1989, secondo quanto riferito frustrato dal fatto che non gli fosse stata offerta la stessa qualità di ruoli. Quando è riemerso nel 1995, due anni dopo la morte di River per overdose di droga (a cui Joaquin ha assistito, orribilmente), era sia con un nuovo nome che con una nuova immagine notevolmente più oscura. Un assassino adolescente a noleggio in Morire per . Uno stronzo di provincia belligerante in Inversione a U . Uno squallido condotto verso il mondo degli snuff film in 8mm . I personaggi di River si erano sempre trovati simpatici e fondamentalmente dignitosi; piuttosto che fare un probabile inutile tentativo di competere con quel doloroso ricordo, Joaquin ha scelto di spingere forte nella direzione opposta.

La mossa ha pagato profumatamente con Gladiatore , che gli è valso la sua prima nomination all'Oscar. Il ruolo stesso - Commodo, figlio dell'imperatore romano Marco Aurelio - è puro male e solo vagamente basato sulla storia. Commodo uccide suo padre (Richard Harris) per ottenere il potere, ordina la morte dell'eroe di guerra Maximus (Russell Crowe) per aggirare ogni possibile sfida al suo governo, mette le mani avanti sua sorella (Connie Nielsen) e trama per sciogliersi. il Senato romano per godersi la vita da despota. L'innovazione di Phoenix è stata quella di rendere questo mostro così profondamente patetico che spesso è difficile decidere tra sibilare o ridere di lui. Se Massimo è l'ultimo tosto, Commodo è la quintessenza del wuss. Elencando le sue virtù a suo padre, include il coraggio, poi ammette timidamente, Forse non sul campo di battaglia, ma ci sono molti tipi di coraggio. Il successivo omicidio vede Commodo, dopo essersi lamentato che papà non lo ha mai abbracciato, strappare la vita a suo padre mentre singhiozzava sulla sua spalla, combinando brutalità e vulnerabilità in un modo unico e sconcertante.

Quel momento dà il tono a una performance gloriosamente educata che trasforma il piagnucolio arrabbiato in una forma d'arte. Il sopra le righe generalmente suggerisce una recitazione sfacciata o rumorosa o comunque aggressiva; Phoenix, al contrario, urla solo una volta in Gladiatore Sono due ore e mezza, urlando Non sono misericordioso?!? a sua sorella dopo che si rifiuta di ucciderla immediatamente nonostante abbia appreso che ha tramato con Massimo alle sue spalle. Il suo petulante snit si adatta, tuttavia, a fare Gladiatore molto più divertente della stolida epopea di spada e sandalo della metà del secolo a cui era un ritorno al passato (mentre controbilanciava piacevolmente il carisma convenzionale di Crowe). Chiunque può aumentare i decibel e far scoppiare una vena o due; strizzando il pathos comico da una linea come Lui non dovrebbe essere vivo. Mi irrita. Sono terribilmente irritato mentre mantenere l'integrità drammatica del film è una proposta più complicata. L'impotenza più indelebile di Phoenix segue un'esibizione al Colosseo in cui Commodo ordina la morte di un gladiatore sconfitto (su richiesta della folla), abbassando il pollice, solo per essere sfidato da Massimo, che risparmia la vita dell'uomo. E ora amano Massimo per la sua misericordia, piagnucola con un consigliere dopo. Quindi non posso semplicemente ucciderlo o questo mi rende pari Di più spietato. È quasi impossibile immaginare River Phoenix, per quanto dotato, interpretare qualcuno così malevolo e incompetente allo stesso tempo. Lo stesso vale per quasi tutti i ruoli che Joaquin Phoenix ha assunto da allora. Ha forgiato la sua strada.



banda di fratelli perché litighiamo?

Disponibilità: Gladiatore è disponibile per il noleggio o l'acquisto digitale da Mela , Amazon , Youtube , VUDU , scatola rossa , DirectTV , e AMC su richiesta .