Guardare tutti e 9 i film di Hellraiser è un esercizio di masochismo

DiKatie Rife 30/10/14 12:00 PM Annuncio pubblicitario

Insieme a Esegui la serie , L'A.V. Club esamina i franchise cinematografici, studiando come cambiano e si evolvono con ogni nuova puntata.

Nota dell'editore: A partire da questa panoramica stagionalmente appropriata del Hellraiser franchise, Run The Series diventa ufficialmente una caratteristica dello staff, al contrario della rubrica semi-regolare di un singolo editor. I vari sequel, prequel e continuazioni forzate del cinema sono troppo per una persona da esplorare da sola. E così da qui in poi sarò uno dei tanti AV. Club scrittori per affrontare i colpi di scena di vari franchise cinematografici. Si spera che ciò consentirà una gamma più ampia di opinioni, nonché aggiunte più frequenti alla funzione. Ti lascio ora nelle abili mani della drogata cenobita residente nel sito, Katie Rife. -AA. Dowd



tng tutte le cose buone

Rispetto agli altri famosi franchise horror, i tuoi Freddy e i tuoi Jason e quant'altro, il Hellraiser i film sono fallimenti. Persino il Gioco da ragazzi film fanno sembrare Pinhead un non-starter, incassando un totale di $ 126 milioni al Hellraiser 48 milioni di dollari dei film. Eppure, ci sono nove ufficiali Hellraiser film, lo stesso numero di quelli di gran lunga più redditizi Un incubo su Elm Street franchising e una serie di romanzi, fumetti e film dei fan basandosi sulla sua mitologia.

Come mai? Perché i nerd dell'orrore, il tipo di persone che comprano numeri arretrati di Fangoria e applaudire a una scena di uccisione ben eseguita, cazzo amore il Hellraiser film. Estremamente seri e scandalosamente eccessivi, separano i veri fan dai guerrieri del fine settimana. Sono cupi e violenti e non divertenti né sul serio né sul piano ironico. Sì, Hellraiser ha i suoi amati tropi e slogan banali, ma quelli sono pronunciati con tale convinzione, e accompagnati da immagini così grafiche da incubo, che sembra perverso fare il tifo per loro (non che questo abbia mai smesso Hellraiser tifosi). Se i film slasher sono gli atleti arrapati del mondo dell'orrore, Hellraiser è lo studente d'arte senza umorismo che indossa un collare da cane e un rossetto nero e preferisce stare a casa e leggere poesie piuttosto che ubriacarsi alle feste del barile. Anche quando la sua ambizione supera il suo budget, che è spesso, sta cercando di dire qualcosa con i suoi progetti di arte occulta.

G/O Media potrebbe ricevere una commissione Compra per $ 14 al Best Buy

Hellraiser sta attivamente cercando di alienare lo spettatore occasionale, usando effetti sanguinosi così intenzionati a essere estremi e trasgressivi che occasionalmente si inclinano nell'assurdo, come una voce dell'Urban Dictionary che descrive un atto sessuale dettagliato e disgustoso che esiste solo nella mente del ragazzo che ha scritto esso. Le persone senza pelle, rese con dettagli sanguinosi e anatomicamente corretti, sono un tropo comune, così come le onnipresenti catene con ganci su di esse, utilizzate per fare a pezzi le persone in un processo affettuosamente indicato nelle recensioni degli utenti di IMDB come concatenamento. Gli effetti speciali e il trucco sono i veri protagonisti di questi film, anche se man mano che i sequel si accumulano e i budget vengono ridotti, il sangue viene gradualmente sostituito con la nudità, che, da uomo saggio una volta notato , è l'effetto speciale più economico che ci sia.



A proposito di far impazzire le piazze: tutti fanno un grosso problema per il Hellraiser i film parlano di BDSM, e lo sono, con vari gradi di schiettezza. La maggior parte dei tuoi tropi subculturali correlati (basati su aghi o altro) appaiono ad un certo punto, e nonostante le grottesche mutilazioni facciali, Pinhead e i suoi amici cenobiti si adatterebbero perfettamente a un club fetish. Una volta arrivato lì, tuttavia, Pinhead avrebbe probabilmente messo all'angolo un simpatico tipo Fairuza Balk e avrebbe continuato a dissuaderle l'orecchio, perché sebbene parli di un buon gioco sul dolore indistinguibile dal piacere, quello che lui veramente mi piace è fare discorsi. I discorsi pomposi e professorali adatti a un reverendo satanico (non per niente lo chiamano il Papa dell'Inferno) sono la specialità di Pinhead, e finiscono sempre poco prima che il nostro protagonista risolva finalmente il puzzle che lo rispedirà all'inferno. (L'orrore è un esercizio molto passivo in Hellraiser ; le scene culminanti consistono principalmente di personaggi che guardano con terrore abietto mentre qualche effetto di sangue icky si svolge davanti ai loro occhi.)

Annuncio pubblicitario

Questo non vuol dire respingere Pinhead come personaggio. Essere più prolisso di Michael Myers e più serio di Freddy Krueger ha i suoi vantaggi, e nel corso della serie il leader cenobita subisce un vero sviluppo del personaggio dal puro male all'antieroe conflittuale al semidio vendicativo e viceversa. Puoi fare un patto con Pinhead, e molti ci provano, anche se sembra particolarmente affezionato all'eroina coraggiosa Kirsty Cotton, interpretata da Ashley Laurence in un ruolo decisivo per la carriera. Questa complessità si riflette anche nelle regole secondo cui vivono i cenobiti, che - almeno nei film precedenti in cui la logica interna rimane valida (ne parleremo più avanti) - sono più sfumate del codice sesso=morte. I Cenobiti compaiono solo quando vengono chiamati, e vengono chiamati da persone che hanno sperimentato ogni sensazione terrena e ne vogliono ancora di più. Questo è espresso in Hellraiser film come sesso perverso, ma è l'avarizia, che potrebbe facilmente applicarsi alle droghe, che fa davvero parte dei depravati amanti del brivido Frank (Sean Chapman) e Julia (Clare Higgins).

Ma—e questo è un grosso ma—tutta quella complessità morale e sviluppo del personaggio potrebbe anche essere letto come incoerenza, specialmente nei sequel successivi. Hellraiser era a basso budget sin dal suo inizio, e la qualità cala bruscamente con i budget di ogni sequel successivo. Guardando la maggior parte dei Hellraiser franchising è un'esperienza dolorosa, e non in un certo senso Cenobite anche i freak potrebbero piacere. Solo i primi quattro proiettati nelle sale, ma a Hellraiser il sequel direct-to-video è uscito ogni pochi anni, tenuto in vita da veri credenti senza altra scelta che prendere sul serio questa merda, dal 1996 al 2011, quando la star della serie Doug Bradley ha rifiutato di interpretare Pinhead in Hellraiser: Rivelazioni , uccidendo efficacemente il franchise.



Annuncio pubblicitario

Guardando il primo Hellraiser (1987), non è chiaro se Clive Barker fosse al passo con gli anni '80 o se gli anni '80 fossero al passo con Clive Barker, ma in entrambi i casi funziona. Barker ama il soft focus, le camicette di seta e le colombe, immagini sensuali che contrasta con alcuni effetti speciali davvero raccapriccianti. L'essenziale britannicità del progetto traspare nonostante i migliori sforzi dei produttori, che sono arrivati ​​al punto di ri-doppiare molti degli attori, alcuni dei quali dovevano essere stati shakespeariani in un'altra vita, con accenti americani. Ironico, davvero, che fossero così preoccupati di allontanare il pubblico con accenti britannici e non con scene di sangue estremo come questa, creata con un finanziamento aggiuntivo di $ 25.000 acquisito a fine produzione:

Questo è lo zio Frank pervertito inquietante, riportato in vita dal sangue di suo fratello Larry (Andrew Robinson) dopo essere stato trascinato all'inferno dai Cenobiti per aver aperto una scatola di puzzle occulta proibita. Frank è assistito da Julia, sua cognata, con la quale ha avuto un'accesa relazione poco prima del suo matrimonio con Larry. Julia porta Frank degli sfortunati uomini d'affari che prende nei bar e manda via con un martello, lasciando i loro cadaveri sul pavimento per far banchettare il suo amante non morto. Inutile dire che questo comportamento diventa difficile da nascondere dopo un po', e presto la figlia di Larry, Kirsty, che sembra avere poco più di 20 anni, trova il corpo senza pelle ma molto vivo di suo zio in soffitta. È allora che tutto va all'inferno, fino a quando Kirsty finisce letteralmente all'inferno e AAAAAAAAAAHHHHHH cos'è quella cosa?!

Annuncio pubblicitario

Il resto è facilmente reperibile online, così come nelle scene iniziali del sequel, Hellbound: Hellraiser II (1988), che riassume opportunamente gli eventi del primo film utilizzando il vecchio sopravvissuto in un istituto psichiatrico, ricorda gli orrori del primo film a un tropo psichiatra. Barker ha ceduto i doveri di regia al regista esordiente Tony Randel per il sequel, ma il team creativo era ovviamente molto reverenziale nei confronti di Barker e il suo stile barocco romantico-horror è ancora molto diffuso. Ancor più del primo film, gli effetti speciali sono i protagonisti di Patto con l'inferno , dal trucco mostruoso sui Cenobiti a uno scioccante tableau di cadaveri mutilati ai dipinti opachi di una bellezza oscura dell'inferno stesso:

Annuncio pubblicitario

Tutto questo per creare atmosfera, e Patto con l'inferno riesce ammirevolmente in questo senso. Circa a metà, Kirsty e la misteriosa paziente mentale muta Tiffany (Imogen Boorman) lasciano il manicomio e scendono di nuovo all'inferno. Qui il film prende una svolta per il fantastico mentre Kirsty viaggia attraverso gli inferni personali di diversi personaggi, legando le questioni in sospeso del primo film e alla fine presentando a Pinhead un'altra intelligente scappatoia al suo dichiarato accordo di tormento eterno. Ma, ancora una volta, questi scontri sono solo veicoli per effetti speciali di bravura e angoli di ripresa artistici, che si alternano tra efficaci (la scena in cui i cenobiti accolgono Kirsty all'inferno) e esagerati (la creazione di Pinhead nella scena iniziale):

Patto con l'inferno termina con la creazione di una torre che dovrebbe essere la manifestazione fisica del male di Pinhead, ma sembra più una vetrina in un negozio di Halloween, che in realtà è un passaggio accettabile per Hellraiser III: Inferno sulla Terra (1992). Questa volta Randel è stato sostituito con l'ennesimo regista, Anthony Hickox, i cui crediti precedenti includevano i primi due Waxworks film. Questo si è rivelato un grande cambiamento, probabilmente in meglio. Inferno sulla terra alleggerisce notevolmente il tono dai primi due Hellraiser film pur mantenendo la mitologia (relativamente) intatta, ed è l'unico della serie che potrebbe essere considerato divertente di proposito. Il film porta l'impronta distinta dei primi anni '90, personificata in modo più esilarante in tre nuovi Cenobiti: un DJ con CD infilati nella testa, un barista che sputa fuoco e questo ragazzo, che parla come Freddy Krueger:

Annuncio pubblicitario

La nostra eroina, Joey (Terry Farrell), è una giornalista che in qualche modo può permettersi un appartamento con vista a Manhattan nonostante lavori nel giornalismo, cosa che potrebbe essere stata effettivamente possibile nei primi anni '90. La sua indagine fornisce un comodo ingresso nella storia, che ruota attorno all'anima di Pinhead che combatte il corpo di Pinhead. A quanto pare i due si sono separati alla fine del Patto con l'inferno e ora il suo male va in giro da solo, commettendo ogni sorta di tortura e blasfemia, il che non solo fornisce un conflitto centrale ma giustifica anche gettando via il concetto che i Cenobiti uccidono solo chi lo chiede, perché è, tipo, puro male adesso, amico. (Questa regola continuerà a essere infranta per tutto il resto della serie, poiché peccatori e innocenti vengono smembrati per il divertimento dei cenobiti.)

Annuncio pubblicitario

Inferno sulla terra oscilla selvaggiamente tra divertimento campy e mitizzazione auto-seria: un esempio perfetto è l'eccessivo massacro al nightclub goth, dove, tra l'altro, i baristi indossano tutti uno smoking, un piccolo dettaglio stonato che espone la soffocante britannicità alla base dell'intera cosa . Tutti agiscono nel modo più duro possibile e i frammenti di dialogo suonano come prime bozze rifiutate di a Vero detective episodio: C'è una canzone segreta al centro del mondo, Joey, e il suo suono è come rasoi attraverso la carne. (Indovina chi lo dice Quello .) Scene grafiche di persone che vengono scuoiate vive siedono accanto a scene di sesso sub-Cinemax ridicole e unte, e conferenze sulla natura del bene e del male sono date a un ragazzo seduto su un letto letteralmente coperto di petali di rosa. E poi c'è il monologo blasfemo di Pinhead in chiesa: guardando la clip, tieni presente che abbiamo appena visto un poliziotto ucciso da un CD che gli è stato lanciato in testa, il che rende un dialogo come questo più difficile da digerire:

Ma poi iniziano i titoli di coda e i Motörhead iniziano a suonare Hellraiser , e per un momento tutto è a posto con il mondo. Inizia una vertigine, che sarà utile per il quarto film della serie, Hellraiser: Bloodline (1996), che è un po' un disastro. (Non è proprio colpa del film, però—originariamente inteso come un film antologico composto da tre trame, è stato ridotto in modo significativo per l'uscita nelle sale, con scene di sangue esplicite e punti principali della trama rimossi senza il consenso del regista. è un Alan Smithee film.) Ma è un pasticcio divertente che molti fan difendono con passione, e anche quando supera il limite dell'inettitudine, il risultato è un buon divertimento, non una noia cattiva. Prendi il grande discorso del giardino dell'Eden di Pinhead: è ampolloso e, sì, sciocco, ma dai, questa è una grande immagine:

Annuncio pubblicitario

Le storie, con uomini in piedi intorno a guardare inorriditi invece che donne per un cambiamento, arricchiscono (nessun gioco di parole inteso) la storia posteriore della famiglia Lemarchand. In primo luogo c'è il produttore di giocattoli Philip Lemarchand (Bruce Ramsay), che ha creato la scatola del male, o la configurazione del lamento, per i nerd, per un aristocratico ossessionato dall'occulto nella Francia del XVIII secolo. Poi abbiamo l'architetto John Merchant (di nuovo Ramsay), che combatte Pinhead e un demone femminile sexy di nome Angelique (Valentina Vargas) nella New York contemporanea. Infine, c'è il Hellraiser Nel segmento Space, che si svolge su una stazione spaziale che assomiglia molto a ogni altra stazione spaziale in un film di fantascienza della metà degli anni '90, diciamo Cyborg 2 con Angelina Jolie e Jack Palance.

È tutto fantastico, ma c'è qualcosa di molto più importante in linea di sangue questo deve essere discusso, in questo momento: Adam Scott, appena uscito dalla sua corsa su Il ragazzo incontra il mondo , interpretando un decadente aristocratico francese reso immortale dalla magia nera e probabilmente vermi nel suo primo ruolo cinematografico:

Alla fine di linea di sangue , il Dr. Paul Merchant (Ramsay, una terza volta) piega Pinhead in una gigantesca scatola spaziale e lo vaporizza in stile Morte Nera, un finale dannatamente definitivo. linea di sangue si è rivelato anche l'ultimo Hellraiser uscito nelle sale, e l'ultimo Clive Barker voleva avere a che fare con, entrambi i quali sembrano anche un punto difficile. Ma non sottovalutare mai la resilienza di un franchise horror: la scomparsa definitiva di Pinhead avviene nell'anno 2127, dando futuro Hellraiser speranzosi 134 anni di storia cenobita con cui lavorare.

Annuncio pubblicitario

Questo ci porta a Hellraiser: Inferno (2000), il primo di molti punti bassi della serie. A questo punto Kirsty è fuori dai giochi (almeno temporaneamente), le regole originali dell'ingaggio dei Cenobiti vengono scartate e il destino finale di Pinhead è segnato. Allora cosa resta? Hai indovinato: un Gritty! Contemporaneo! Riavviare!

Inferno ha segnato il debutto alla regia di Scott Derrickson, che avrebbe continuato a lavorare molto meglio sul Sinistro film. È fondamentalmente un Sette ha influenzato la procedura del serial killer con alcune cose di Cenobite sovrapposte, che non è una terribile idea sulla carta ma è eseguita così male che è un lavoro da sopportare. La star Craig Sheffer ha anche recitato in Barker's razza notturna , che è probabilmente il motivo per cui ha ottenuto il lavoro, e mastica il paesaggio con facce goffe di gomma e occhi sporgenti.

Annuncio pubblicitario

ogni sub- Cattivo tenente il cliché del poliziotto corrotto è qui: prostitute! Cocaina! Una moglie longanime! Un partner con un accento di Brooklyn! e dal primo momento degno di un gemito di voce fuori campo attraverso l'inspiegabile Cime gemelle -esque intermezzo in un bar da cowboy al simbolismo maldestro del finale, l'unico modo corretto di guardare Inferno è con gli occhi completamente roteati nella parte posteriore della testa. Tutto questo potrebbe sembrare attraente per gli appassionati di film scadenti, ma seriamente, non aprire questa scatola. (Al tuo autore, intorpidito da oltre un decennio di esposizione al cinema spazzatura VHS, ci sono voluti due tentativi per finirlo.) Ecco, ecco la grande rivelazione climatica. Ora non devi vedere il film. Prego:

Forse la cosa più offensiva di Inferno è la sua apparente indifferenza per il più grande Hellraiser trama, una distinzione che rende il sesto film della serie, Hellraiser: Hellseeker (2002), leggermente più appetibile. Il secondo e ultimo in Hellraiser gli imbroglioni imbroglioni ottengono il loro ciclo di punizioni soprannaturali, Hellseeker almeno cerca di lavorare nel più grande Hellraiser miti riportando Ashley Laurence nei panni di Kirsty. Ma come Inferno , è talmente al di sotto delle sue ambizioni che solo il fan più devoto e generoso potrebbe concedergli il beneficio del dubbio. Una buona notizia, però: se hai mai desiderato vedere Dennis Duffy infilarsi degli aghi nel cervello, questa è la tua occasione.

Annuncio pubblicitario

Dean Winters, forse cercando di rinforzare il suo conto in banca come... Oz è giunto al termine, interpretando il traditore Trevor, che è una specie di nome traditore. Le simpatie per Trevor cambiano rapidamente come la trama, che sta cercando di essere una discesa fratturata e allucinatoria nella follia, ma funzionalmente funge da tuta per tutti gli usi per gli errori cinematografici. Pinhead è in piena modalità semidio qui, fottendo con la mente di Trevor per arrivare a Kirsty, che ha le sue motivazioni. Nulla di tutto ciò regge davvero a un esame approfondito: in effetti, non iniziare a cercare errori di continuità o incongruenze logiche in Hellseeker , o tu sarà colui la cui mente tormentata entrerà nel regno dei pazzi.

Annuncio pubblicitario

Hellseeker anche il regista Rick Bota dirige Hellraiser: Deader , o Hellraiser: Euro Edition, pubblicato lo stesso anno in cui Ostello (2005). Il copione per più morto secondo quanto riferito è stato acquistato come una specifica non correlata e adattato al Hellraiser franchising, il che ha senso perché, come in Inferno , i Cenobiti si sentono secondari alla trama. Kari Wuhrer sta facendo del suo meglio come Amy Klein, un'altra ragazza reporter, questa ridotta a scrivere Vice articoli in stile chiamato How To Be A Crack Whore perché questo è lo stato del giornalismo in questi giorni. Amy non possiede proprietà immobiliari: fumo di sigaretta e stivali da combattimento sono tutto ciò che ha in questa vita.

il diavolo veste prada meryl streep

Ad ogni modo, Amy viene mandata in Romania per indagare sui morti, un culto della resurrezione che tiene anche alcuni rave sessuali Eurotrash stronzi nel sistema della metropolitana di Bucarest. Nel processo ottiene la famosa scatola, che Kirsty avrebbe dato all'Esercito della Salvezza dopo gli eventi di Hellseeker . Non che sia davvero importante: non ci sono molti filmati di Cenobite in questa cosa, e quando appaiono, non ci sono abbastanza soldi nel budget per montare comunque una scena gore barocca adeguata. Invece, abbiamo semplicemente Amy che si dimenava nel bagno del suo hotel (è più facile da pulire lì dentro) con sangue finto sulla maglietta.

Annuncio pubblicitario

A questo punto si è tentati di arrendersi. Hellraiser: Deader inizia bene - ehi, forse questo sarà decente, potresti pensare. Mi piace lo stile di Kari Wuhrer. Ma questa è solo la sindrome di Stoccolma, e dopo un flashback insipido e hackerato di un molestatore di bambini e un po' di CGI davvero atroce nella confusa scena climatica, questo è come probabilmente ti sentirai:

Annuncio pubblicitario

Ma sei così vicino. Così vicino. Hai davvero voltato pagina, e anche se Hellraiser: Hellworld (2005) è anche mal realizzato e tangenzialmente correlato all'originale Hellraiser nella migliore delle ipotesi, è anche il punto in cui il franchise abbraccia il suo destino di filler direct-to-video e lascia cadere le stronzate artistiche in favore di bambini semplici che vengono presi uno per uno in un film di festa. E dopo gli ultimi tre film, è meglio così.

mondo infernale l'intenzione dichiarata è quella di essere a Grido -digita un'interpretazione consapevole del franchise, il che va bene, tranne per il fatto che non funziona davvero avere un personaggio che cita le regole di una serie di film a cui chiaramente non ha fregato un cazzo delle regole per gli ultimi cinque film o giù di lì. Ma ehi, futuro Superuomo Henry Cavill è lì (gli inglesi sono a Hellraiser regola che in realtà si applica, a quanto pare), i baristi indossano ancora lo smoking e l'inferno finalmente ha ottenuto Internet - solo circa un decennio dopo il resto di noi - e questo è tutto piuttosto divertente.

Annuncio pubblicitario

obsoleto Grido riferimenti a parte, mondo infernale l'influenza principale di 's sono i film porno-tortura di Sega varietà, spaccando i protagonisti, tutti accaniti giocatori di a Hellraiser MMORPG chiamato Hellworld, così ognuno può attraversare la sua notte oscura dell'anima intrisa di sangue. (E per non dimenticare per un momento che questo film è stato realizzato nel 2005, ora puoi sentirmi uno scherzo che ce lo ricorda.) Per quanto riguarda il Hellraiser gli elementi vanno, questo è ancora il più pigro. Puoi praticamente sentire il registratore di cassa suonare durante ciascuna delle fin troppo brevi apparizioni sullo schermo di Doug Bradley. Non è nemmeno il cattivo principale del pezzo, quel ruolo è ricoperto, piuttosto ammirevolmente, in realtà, dal veterano del genere Lance Henriksen.

Questa sorta di cinica presa di denaro sarebbe molto sconvolgente per qualcuno ancora profondamente investito nel franchise, ma a questo punto chi scrive aveva un solo obiettivo in mente: superare il 2011 Hellraiser: Rivelazioni ' (per fortuna breve) durata di 75 minuti. Rivelazioni completa Hellraiser la trasformazione da un concetto originale e rinfrescante per adulti in adolescenti che scopano e muoiono indiscriminatamente, svuotando l'anima del franchise mentre funziona come un libero remake dell'originale. Gli adolescenti di merda Steven (Nick Eversman) e Nico (Jay Gillespie) sono poveri sostituti di Frank e Julia, e un discorso appassionato ma banale strappato dalle pagine di Fight Club verso la fine del film può ispirare ricordi malinconici di Pinhead che recita versetti biblici in Inferno sulla terra . Ma onestamente, questo film non è così male come avrebbe potuto essere, eccetto gli irritanti interludi di filmati trovati (quelli non potrebbero assolutamente peggiorare). Almeno i grandi colpi di scena non ispirano risate di scherno come in altri Hellraiser sequel (guardandoti, Inferno ), e i materassi insanguinati e gli adolescenti senza pelle si sentono come vecchi amici dopo le scene usa e getta di Cenobite in più morto e mondo infernale . Niente di tutto ciò è molto creativo, ma è fedele allo spirito, se non alla lettera, del franchise.

Annuncio pubblicitario

così sarà Hellraiser sopravvivere per scuoiare i pervertiti ancora una volta vivi? Non nel modo in cui sta andando attualmente, ed è per questo:

Annuncio pubblicitario

Non che sia Stephan Smith Collins' colpa che non è Doug Bradley. Semplicemente non è Doug Bradley. Sembra che lo sappia, e non parla molto, ma anche nel Hellraiser momenti più assurdi dei sequel Bradley è servito come sinistro promemoria della sua gloria passata. Ecco perché, spogliato dell'ultimo collegamento rimasto a tutto ciò che ha creato Hellraiser intrigante in primo luogo, Rivelazioni sarà ricordato come il film che ha ucciso il franchise, fino a quando il remake proposto , con Barker e Bradley, secondo quanto riferito, entrambi a bordo, riesce a uscire dall'inferno (sviluppo).