The Martian di Ridley Scott darà fede ai fanatici della scienza laica

DiMike D'Angelo 10/01/15 12:00 PM Commenti (1102) Recensioni B +

Il marziano

la direttrice

Ridley Scott

Tempo di esecuzione

141 minuti



charlie brown insegnante meme

Valutazione

PG-13

Lancio

Matt Damon, Chiwetel Ejiofor, Jessica Chastain, Jeff Daniels

Disponibilità

Teatri ovunque 2 ottobre



Annuncio pubblicitario

C'è chi ama affermare che la scienza è una religione a sé stante. È un'assurdità assoluta, per una serie di motivi che richiederebbero l'intera recensione per disimballare, ma Il marziano, in cui un astronauta accidentalmente arenato su Marte decide di risolvere il suo dilemma con la scienza, si avvicina a servire come l'equivalente secolare di film ispirati basati sulla fede come Dio non è morto e 90 minuti in paradiso . Per fortuna, non è così maldestro come quel genere, e capisce che qualsiasi messaggio dovrebbe risiedere sotto un'atmosfera protettiva di puro intrattenimento; il film funziona egregiamente come film di avventura/disastro, anche se insolitamente focalizzato su questioni tecniche. Eppure, nel suo cuore, Il marziano è una celebrazione impetuosa e commovente della nostra capacità, come specie, di risolvere anche i problemi più scoraggianti attraverso il pensiero razionale, passo dopo passo. È fondamentalmente L'ingegno umano: il film.

Adattato fedelmente da Drew Goddard ( La capanna nel bosco ) dal romanzo di fantascienza inizialmente autopubblicato di Andy Weir e diretto da Ridley Scott, Il marziano immagina un futuro prossimo, probabilmente tra qualche decennio, in cui gli Stati Uniti invieranno regolari missioni con equipaggio sul Pianeta Rosso. All'inizio di uno di essi, una strana tempesta fa scattare un'antenna radio e la fa scagliare contro l'ingegnere e botanico Mark Watney (Matt Damon), apparentemente uccidendolo: la sua tuta spaziale biometrica non indica alcun segno di vita, e l'equipaggio torna con riluttanza sulla Terra senza lui in modo che la tempesta non inghiottisca anche loro. Ma Watney è improbabile che sia sopravvissuto e si risveglia per ritrovarsi completamente solo in un mondo desolato, senza speranza di salvezza per almeno quattro anni. La sua scorta di cibo (compreso il cibo per i cinque membri dell'equipaggio che se ne sono andati) durerà solo un quarto di quel tempo, ma Watney, dopo un breve momento di disperazione, decide che non scenderà senza combattere. Nel frattempo, sulla Terra, la NASA alla fine nota, via satellite, che è ancora vivo e le migliori menti del pianeta si mettono al lavoro per capire come possono aiutarlo a salvarlo. Dato che Jessica Chastain interpreta il capitano della missione abbandonata, accompagnata da personaggi come Kate Mara e Michael Peña, è possibile che questo comporti la rotazione di una certa astronave, anche se non è esattamente facile come far girare un aereo. (Indica Donald Glover come un astrodinamico maniaco.)

Attenendosi strettamente al romanzo di Weir, che è estremamente dadi e bulloni, Goddard e Scott subordinano tutto a una cronaca dettagliata delle varie difficoltà che Watney deve affrontare e dei suoi scrupolosi sforzi per superarle. Tutto è perduto , il film su Robert Redford da solo su una barca a vela che affonda in mezzo all'oceano, memorabilmente raggiunto qualcosa di simile praticamente senza dialoghi, ma i metodi di Watney sono troppo complessi per essere facilmente compresi dai non scienziati. Mantiene un registro video regolare, spiegando alla telecamera come, ad esempio, sta convertendo l'idrazina in acqua, in modo da poter irrigare una fattoria di patate che è riuscito a creare dalla manciata di patate che erano a bordo per la cena del Ringraziamento dell'equipaggio. E Damon si diverte molto a interpretare Watney nei panni del gigantesco secchione concepito da Weir, il tipo di ragazzo che, quando gli viene ordinato dalla NASA di fornire una foto pubblicitaria, decide di mettersi in posa da Fonzie. (Il suo odio per la discoteca, che è l'unica musica che riesce a trovare tra gli effetti personali dell'equipaggio, è una gag ricorrente.) Aveva Il marziano stato solo un Naufragato –style racconto di sopravvivenza, con il registro video che funge da Wilson, pochi si sarebbero lamentati.



quanti anni ha maggie simpson?