Il vecchio è diventato di nuovo nuovo (e incredibilmente redditizio) con Star Wars: Il Risveglio della Forza

L'anno Guerre stellari tornato, Hollywood è entrata nella camera dell'eco dei nostalgici sequel legacy

Star Wars: Il Risveglio della Forza (Screenshots) Grafica: Rebecca FassolaDiTom Breihan 7/09/21 18:00 Commenti (477) Avvisi

I campioni del popcorn

I campioni del popcorn guarda indietro al film di maggior incasso in America da ogni anno dal 1960. Nel tracciare l'evoluzione del cinema di successo, forse possiamo rispondere a una domanda che Hollywood si pone da più di un secolo: cosa vogliono vedere le persone?

J.J. Abrams ha suonato i successi. Doveva. Alla fine, è l'unica scelta che aveva davvero. Nel 2012, la Disney ha speso 4 miliardi di dollari per acquistare la Lucasfilm, essenzialmente facendo cadere una miniera di diamanti sul prato di George Lucas per i diritti di quei successi. Data la possibilità di reclutare praticamente qualsiasi regista sulla terra, la Disney ha assunto Abrams, qualcuno che aveva dimostrato la sua capacità di alimentare speculazioni di massa, franchising di steward e, sì, interpretare i successi. I successi erano ciò che la gente voleva. Insieme a Star Wars: Il Risveglio della Forza , i successi erano quello che hanno ottenuto.



Annuncio pubblicitario

quando Il Risveglio della Forza finalmente uscito nei cinema nel dicembre del 2015, il Guerre stellari franchising aveva quasi 40 anni. Era in un posto strano. L'iniziale Guerre stellari i film avevano cambiato il volto del cinema e si erano iscritti nell'immaginario di intere generazioni. Hollywood ha agito rapidamente per rifarsi a immagine di Guerre stellari . Non era solo che i film facevano soldi. È che hanno aperto tutti i tipi di flussi di entrate accessorie ed essenzialmente sono diventati parte dell'aria. Da bambino nato nel 1979, ho dormito su Guerre stellari lenzuola e portato a Guerre stellari pranzo al sacco a scuola. Quando Steven Spielberg ha riempito gli anni 1982 E.T. insieme a Guerre stellari immagini, non stava solo facendo un cenno furbo a un amico. Stava descrivendo il mondo dei bambini dei primi anni '80 come molti di noi l'hanno sperimentato. Guerre stellari era ovunque. E.T. sarebbe stato più fantastico se Spielberg non l'ho fatto includi tutta quella roba.

addio strada di mattoni gialli significato

Il Guerre stellari i film sono stati di nuovo successi alla fine degli anni '90, quando George Lucas ha pubblicato le sue edizioni speciali nelle sale. Anche i tre prequel di Lucas sono stati grandi successi generazionali, anche se molte persone li odiavano. Anche dopo quei prequel, Guerre stellari sopravvisse nei videogiochi, nei romanzi, nei giocattoli e in ogni sorta di altri lucrosi wormhole della cultura nerd. Ma la merda selvaggia e fuori controllo dei prequel ha lasciato l'amaro in bocca a un sacco di persone. Quindi, quando la Disney ha consegnato a Lucas un serbatoio di denaro Paperone, i fan hanno festeggiato. Il singolo artista che aveva ideato l'intera visione aveva deluso tutti. Ora la società gradita alla folla avrebbe preso il controllo. Quella società ha fatto quello che doveva fare. Piaceva alle folle.

Nonostante i tentativi occasionali di dire cose carine, George Lucas ha fatto ben poco per nascondere il suo disprezzo generale per Il Risveglio della Forza . Il film era derivato, direbbe Lucas. I suoi brividi sono stati riciclati. Non ha fatto nulla per portare avanti l'arte del cinema, o per raccontare nuove storie. Lucas non si sbagliava, anche se i suoi tentativi di far avanzare il film avevano per lo più portato a un rumore digitale raschiante. Il Risveglio della Forza era cibo di conforto. I principali membri del cast della trilogia originale sono tornati tutti, riprendendo i loro personaggi a lungo dormienti. Un 83enne John Williams ha composto le musiche del film, guadagnandosi la sua cinquantesima nomination all'Oscar nel processo. Tutte le palline estetiche di Guerre stellari trovato nuove case: i bip-vwerp R2-D2, le stelle che sfrecciano sullo schermo mentre le navi saltano nell'iperspazio, le incombenti fortezze malvagie dove passerelle esili si estendono attraverso gigantesche voragini. Tutto era familiare. Tutto sembrava buono.



Davvero, Abrams ha fatto Il Risveglio della Forza all'ultimo momento in cui avrebbe potuto filmarlo. Kenny Baker, che inizialmente aveva pianificato di infilarsi di nuovo nel minuscolo corpo dell'elica R2-D2, è morto durante la produzione dopo aver prestato servizio come consulente. Peter Mayhew poteva interpretare Chewbacca solo nelle scene in cui il personaggio si sedeva; altri attori imponenti hanno dovuto scuotere la pelliccia di Wookie durante le parti che richiedevano qualsiasi tipo di azione. E Carrie Fisher, che aveva appena trovato una versione matura del suo vecchio crepitio della Principessa Leia, andò in arresto cardiaco su un aereo un anno dopo Il Risveglio della Forza colpire i teatri. È morta all'età di 60 anni e quando Abrams è tornato nel franchise, ha dovuto fondamentalmente mettere insieme una performance finale di Fisher da qualsiasi filmato Disney avesse lasciato.

Annuncio pubblicitario

In un certo senso, Il Risveglio della Forza è davvero solo un'occasione per vedere quei vecchi attori tornare in quei vecchi ruoli, trovare ritmi familiari e grugnire slogan familiari. Come opera di teatro piacevole per la folla, è magistrale, scaglionando l'arrivo di ogni favorito di ritorno, praticamente scoppiando per gli applausi ogni volta che riprende un ruolo o un elemento. (Questa è la stessa strategia che la Disney aveva implementato per introdurre ciascuno degli Avengers negli studios film di successo di squadra qualche anno prima.) La prima di quelle reintroduzioni non è nemmeno un personaggio. È un oggetto di scena: il Millennium Falcon, seduto vuoto in una discarica di un pianeta deserto e in attesa che qualcuno lo dirotta per una nuova avventura. Vedere il Falcon che si muoveva a spirale attraverso l'orizzonte, schivando i caccia TIE, è stato un brivido primordiale, come essere a uno spettacolo degli AC/DC quando arriva il riff di apertura di Thunderstruck.

Ogni nuovo successo ha qualcosa del genere: Han Solo e Chebacca che entrano nel loro primo piano; Leia che incrocia gli occhi con Han su un campo di battaglia fumante; C-3PO che spinge la faccia contro lo schermo. Abrams strappa letteralmente un telo da un R2-D2 in coma e riempie la sua sala di comando con personaggi di ritorno come l'Ammiraglio Ackbar e Nien Nunb. Anche la maschera mutilata di Darth Vader ottiene una grande rivelazione. Luke Skywalker, nel frattempo, trascorre l'intero film come un MacGuffin, un oggetto magico da acquisire. Quando Luke finalmente si presenta alla fine, è forse la scena di esca del sequel più efficace che riesco a ricordare. Non potevo credere di aver dovuto aspettare altri due anni per vedere più di quel ragazzo.



Poco dopo l'uscita del film, Michael Arndt, il Toy Story 3 / Hunger Games: Prendendo fuoco sceneggiatore che ha scritto l'iniziale Il risveglio della forza brutta copia, ammesso che non sapeva come introdurre Luke Skywalker senza che lui diventasse il protagonista: l'intero film è una serie di introduzioni di personaggi. Vuoi che tutte le presentazioni del tuo personaggio siano A-plus. Dai a ogni persona il suo momento... Sembrava che ogni volta che Luke entrava ed entrava nel film, se ne prendeva il controllo. All'improvviso, non ti importava più del tuo personaggio principale perché, 'Oh cazzo, Luke Skywalker è qui. voglio vedere cosa lui è intenzione di fare.'

suono di morte solido di ingranaggi in metallo

E c'erano molti nuovi personaggi da introdurre. J.J. Abrams ha portato una troupe di giovani attori estremamente simpatici per portare avanti la storia. Daisy Ridley aveva fatto un po' di TV britannica e un film horror a basso budget. John Boyega aveva recitato nel grande romp sci-fi britannico Attacca il blocco ma non aveva fatto molto negli anni successivi. Oscar Isaac era già un beniamino dei film indipendenti, ma non aveva ancora avuto la possibilità di diventare un idolo matinée. Adam Driver era ancora attivo Ragazze . I tre giovani eroi attaccano tutti i loro ruoli con entusiasmo vertiginoso e fresco, e Driver porta una petulanza emotiva instabile che lo rende imprevedibile e inquietante. Tutti quegli attori fanno bene il loro lavoro, ma non si sentono mai al centro dell'attenzione.

Annuncio pubblicitario

La sceneggiatura, di Lawrence Kasdan, collaboratore di Arndt, Abrams e Lucas, lavora duramente per integrare queste nuove figure. Tutti loro vivono all'ombra delle leggende viventi dei film più vecchi. I personaggi sono fan , e parte del succo è la loro eccitazione nel vivere la propria Guerre stellari avventure. Rey viene presentato mentre scava tra le macerie di battaglie dimenticate da tempo, mentre Kylo Ren è essenzialmente un cosplayer di Darth Vader, che indossa la sua maschera di cromo minacciosa anche se il suo viso è liscio e senza rughe. Vediamo tutti loro che cercano di essere all'altezza di eredità di lunga data.

Ma Il Risveglio della Forza si muove troppo velocemente per dare a questi nuovi personaggi la risonanza emotiva che avrebbero potuto davvero usare. In parte è che Abrams colpisce le note dei film originali ogni volta che è possibile. Rey non è di Tatooine, ma viene da un pianeta desertico che assomiglia molto a Tatooine. Impara le vie della Forza, entra in un duello con la spada laser, osserva un mentore morire e partecipa alla distruzione di un'altra super-minaccia di tipo Morte Nera. In quel momento, a teatro, tutti quei ritmi familiari della storia facevano cantare la mia anima. Solo dopo, a pensarci bene, la natura ripetitiva ha iniziato a darmi fastidio. Anche quando Abrams stava provando nuovi riff, stava ancora suonando quei vecchi successi.

quando Il Risveglio della Forza rallenta e si diletta nella sua stessa mitologia, il film funziona ancora magnificamente. Ma ci sono troppi affari perché il film possa indugiare troppo a lungo. La gente si è arrabbiata per il fatto che Rey improvvisamente eccelle nella Forza senza addestramento, ma il film semplicemente non ha tempo per darle quel livello di sviluppo. Abrams ha ancora troppi affari da fare.

Sei anni dopo, parti di Il Risveglio della Forza ora suona male. L'intera minaccia della Base Starkiller sembra pigra e inerte, e le battaglie spaziali sembrano sempre obbligatorie. Ma parti di esso ancora ronzano. Harrison Ford, per esempio, sembra completamente bloccato. Potrebbe non ammetterlo, ma si sta divertendo un mondo, e puoi dirlo. L'aspetto del film, le sue trame granulose e la fisicità eccentrica, rendono i suoi paesaggi ultraterreni tangibili ed evocativi. La maggior parte dei grandi momenti sono pura sensazione di cervello di lucertola. Il Risveglio della Forza trailer teaser, che è arrivato un anno prima del film, comunica tutto ciò che è fantastico sul prodotto finale senza nemmeno accennare alla trama.

Annuncio pubblicitario

Questo era esattamente ciò che il mondo voleva. La Disney doveva saperlo Il Risveglio della Forza sarebbe un enorme successo, ma lo studio deve essere rimasto sbalordito da quello che è successo. Il film ha guadagnato $ 250 milioni nel suo weekend di apertura, più di qualsiasi altro film prima di lui. In 20 giorni, è stato il film con il maggior incasso nella storia del botteghino nazionale, un record che detiene ancora. L'anno scorso, Forbes stimato Quello Il Risveglio della Forza aveva venduto più biglietti per il cinema persino dell'originale Guerre stellari era riuscito nella sua prima corsa. Questo non era solo un film di successo; era un fenomeno culturale. Guerre stellari i film hanno dominato al botteghino per i prossimi anni, ma nessuno dei seguiti ha mai avuto la possibilità di eguagliare l'impatto del grande ritorno del franchise.

Il Risveglio della Forza svolto una funzione. Entro il 2015, il pubblico non voleva nuove storie. Volevamo nuovi riff su vecchie storie. Il successo n. 2 dell'anno è stato mondo giurassico , un altro riavvio di un franchise a lungo inattivo che ha camminato sul confine tra sequel e remake. Mad Max: Fury Road e Ritenere , due film che amo profondamente, hanno fatto qualcosa di simile. (Quei due non sono entrati nella top 10 di fine anno, ma sono stati dei solidi successi.) I franchising hanno fatto grandi affari nel 2015; le ultime avventure di Tony Stark e Dom Peretto e Katniss Everdeen e James Bond e i Minions hanno fruttato un sacco di soldi. Ma quei film non depredavano gli impulsi nostalgici nello stesso modo in cui Il Risveglio della Forza lo fece, e nessuno di loro guadagnò nemmeno la metà dei soldi.

mi piace Il Risveglio della Forza . È stata una serata divertente al cinema. Sono contento che mia figlia cresca circondata dalle immagini di Rey, proprio come ho fatto con Luke. J.J. Abrams aveva un lavoro da fare e ha superato tutte le aspettative. Ma Il Risveglio della Forza rappresenta ancora una sorta di resa, un segno che Hollywood non stava nemmeno cercando di inventare nuove storie da raccontare o nuovi modi per raccontarle. Invece, l'intero sistema degli studi aveva accettato l'idea che i film avrebbero ora richiamato i film più vecchi, tornando a miti consolidati piuttosto che costruirne di nuovi.

gioco rompighiaccio per piccoli gruppi
Annuncio pubblicitario

Guerre stellari di per sé era un pastiche, una bestia ibrida composta da frammenti di serial di fantascienza e western e film di samurai. George Lucas non stava scherzando sulla vita reale; stava riflettendo sui suoi ricordi dei film. Ma stava rimodellando quei ricordi in qualcosa di nuovo. Colpisce come Il Risveglio della Forza semplicemente riff su quei riff. È così che il cinema commerciale diventa una cassa di risonanza. Spendo i miei soldi per stare in quella camera di risonanza, proprio come tutti gli altri. Ad un certo punto, però, gli echi degli echi si dissolveranno nel nulla. Cosa poi?

Il contendente: I miei preferiti tra i grandi successi del 2015 sono gli unici che non facevano parte dei franchise in esecuzione. Insieme a Il marziano , Ridley Scott ha usato il potere delle stelle di Matt Damon per trasformare quello che avrebbe potuto essere un arido calvario scientifico in un'affascinante avventura. Quel film strappa, ma non strappa forte come quello di Pete Docter Alla rovescia , il brillante gioco Pixar che visualizza i sentimenti come personaggi dei cartoni animati e talvolta si avventura in una tristezza senza fondo e apocalittica. Alla rovescia ha funzionato come prova che i film di successo potevano ancora essere selvaggiamente fantasiosi ed emotivamente risonanti, almeno se fossero animati. Dal vivo? Storia diversa.

La prossima volta: Il ritorno di Star Wars continua con la storia di guerra indipendente tesa, desolante e genuinamente emozionante Rogue One .