Tiny Pretty Things di Netflix ha in mente il sesso ma poco altro

DiShannon Miller 14/12/20 23:00 Commenti (51)

Piccole cose carine

Foto: Sophie Giraud/Netlifx



La fittizia Archer School Of Ballet, il fulcro del nuovo thriller drammatico di Netflix Piccole cose carine , è un'istituzione di fama mondiale in cui le stelle più promettenti del settore sono costruite da zero. Ottenere un posto molto ambito non è un compito facile, e mantenere il proprio posto alla sbarra dopo essere entrati nella scuola con sede a Chicago è in qualche modo ancora più difficile. Qualsiasi balletto speranzoso con un minimo di ambizione ucciderebbe per la possibilità di essere un protetto di Archer. Quindi cosa rende questa scuola di balletto diversa dalla schiera di scuole che l'hanno preceduta? Non molto, a parte il fatto che almeno un allievo di Archer è in realtà disposto a uccidere letteralmente per la gloria, da qui la prematura scivolata della ballerina Cassie Shore dal tetto della scuola.

Annuncio pubblicitario

Basato sul popolare romanzo YA di Dhonielle Clayton e Sona Charaipotra, Piccole cose carine segue le vite di vari giovani ballerini che cercano di mantenere l'attenzione sulla loro arte mentre sopportano un'indagine seria, una che l'amministratore di più alto grado della scuola preferirebbe nascondere sotto il tappeto. Onestamente, non è troppo difficile dimenticare del tutto la ricerca della giustizia per lo studente tanto diffamato di Archer perché ci sono semplicemente così tante cose in ballo: affari, sesso, relazioni profondamente inadeguate tra il personale e studenti minorenni, più sesso, un complesso giro di trafficanti, e, caro Dio, una preponderanza del sesso. Le scene di danza intervallate offrono piccoli momenti di tregua e la possibilità per il cast di artisti addestrati di mostrare le proprie abilità, ma la serie di Michael MacLennan sembra dare la priorità al sex appeal sopra ogni altra cosa, incluso un forte sviluppo del personaggio, emozioni autentiche e un'esecuzione coesa di più trame linee.

Recensioni Pre-aria Recensioni Pre-aria

Piccole cose carine

D D

Piccole cose carine

Creato da

Michael MacLennan



Protagonista

Kylie Jefferson, Casimere Jollette, Daniela Norman, Michael Hsu Rosen, Lauren Holly, Barton Cowperthwaite, Brennan Clost, Damon J. Gillespie, Jess Salgueiro, Anna Maiche

anteprime

Lunedì 14 dicembre su Netflix

Formato

Dramma di un'ora; la prima stagione completa guardata per la revisione



Entriamo nelle animate sale di Archer con Nevaeh Stroyer (Kylie Jefferson), una giovane ballerina nera di Inglewood, California. All'inizio, la sua accettazione e la borsa di studio completa sono misteri, poiché la sua domanda è stata precedentemente respinta. Ma non ci vuole molto per ricostruire le circostanze che circondano il suo cambiamento di fortuna: uno scandalo persistente che coinvolge uno studente ora in coma sta rapidamente macchiando il buon nome di Archer e Madame Monique Dubois (Lauren Holly) sta artigliando ogni briciolo di buona volontà per riparare l'immagine della scuola, incluso aiutare una ragazza a sfuggire alla sua vita senza uscita a Compton, che è pronta a raccontare allo sciame di giornalisti pochi minuti dopo l'arrivo di Nevaeh. Ma prima che la giovane arrivata possa riprendersi completamente da quel momento di razzismo appena velato, scopre di essere stata convocata per sostituire Cassie. Chi è Cassie Shore, chiede Nevaeh, la domanda del momento. Chi è Cassie, perché è stata spinta giù dal tetto della scuola e chi è?

Ma non c'è tempo per soffermarsi su questioni insignificanti come il tentato omicidio, perché tra non molto inizia l'educazione d'élite di Nevaeh. Immediatamente, incontra una freddezza quasi da classe che viene interpretata in modo quasi comico ed è pervasiva per tutta la stagione di 10 episodi. È una dinamica così comune in ogni drammatica storia di balletto che a malapena solleva i nervi, cadendo in linea con i vecchi tropi che coinvolgono prime ballerine meschine e eccessivamente competitive che non hanno interesse a fare amicizia con un nuovo volto se minaccia la loro importanza. La cosa che alla fine lo distingue e crea più confusione di ogni altra cosa è la dinamica in costante cambiamento tra Nevaeh e gli studenti, che cambia avanti e indietro con così poche spiegazioni che qualsiasi connessione, o mancanza, sembra fugace.

G/O Media potrebbe ricevere una commissione Compra per $ 14 al Best Buy

Casimere Jollette e Barton Cowperthwaite in Tiny Pretty Things

Foto: Netflix

L'ape regina regnante Bette (Casimere Jollette), ad esempio, spesso passa dal cospirare malvagiamente contro i suoi compagni di classe, specialmente quando si tratta di Nevaeh e della speranza in difficoltà June Park (Daniela Norman), per aiutarli nei momenti di crisi. Si avvicina a spiegare la stronzata fluttuante nell'episodio sette, Catch And Release: Se è la danza, io contro di loro, la considero una guerra completa. Ma fuori dallo studio, mi presento. Detto questo, nient'altro in tutta la serie suggerisce una personalità davvero complessa, quindi la sua costante oscillazione sembra più un elemento conveniente di qualunque cosa la scena richieda in quel momento. Lo stesso si può dire della maggior parte delle relazioni, che si formano e bruciano con così poca provocazione al di fuori dell'eccitazione perpetua che sembrano per lo più casuali. Ma è sempre sexy! Questo è un po' di coerenza su cui puoi scommettere.

Annuncio pubblicitario

L'unica persona a cui è veramente concesso un viaggio interessante è June, la cui posizione all'interno della scuola rimane in mutamento. Riesce a perseguire una vera stabilità solo quando decide di emanciparsi dalla madre prepotente. Sebbene Nevaeh provenga da mezzi molto umili e debba sopportare un sistema scolastico corrotto con scarso sostegno oltre alla sua amica, Shane (Brennan Clost), la storia più avvincente della sopravvivenza è concessa a una ragazza benestante che ora deve ricorrere a mezzi insondabili, come ottenere un lavoro. A suo merito, June è all'altezza del compito e mostra la crescita maggiore di chiunque altro. Ma proprio come il resto del cast, Norman si presenta spesso come una caricatura esagerata invece che come un vero essere umano. È un problema così generale in tutta la produzione che suggerisce una direzione poco brillante più che una mancanza di capacità di recitazione.

Parte di questo sarebbe perdonabile se avessimo un vero mistero al centro della storia, ma la quasi morte di Cassie e i pochi punti interrogativi che lo circondano tendono a cadere nel dimenticatoio. L'unica cosa che àncora la sua storia è la presenza quasi onnisciente di un poliziotto eccessivamente investito, Isabel Cruz (Jess Salgueiro), che ha in qualche modo collegato il proprio trauma personale a questa particolare tragedia. Ancora più sconcertante della devozione dell'agente Cruz al caso (e solo questo caso, dato che è sempre in giro, sia in uniforme che in borghese) è l'ultima collaborazione di Nevaeh con lei, poiché suo fratello è stato colpito alla spina dorsale dalla polizia e quasi ucciso. È un dettaglio a cui lo spettacolo si avvicina timidamente, forse per motivi di tempestività, ma gestisce in modo sciatto come lo stupro legale, la tratta, la sessualità, l'aggressione sessuale e qualsiasi altra cosa legata a questioni sociopolitiche della vita reale e non senza restrizioni scandalo. È stridente, e in mani più attrezzate, queste questioni sarebbero gestite con più cura. Qui, sono dispositivi di trama che alimentano un dramma minore. Inoltre, siamo lasciati a dibatterci in così tanto melodramma che guardare qualcosa di diverso dall'intrattenimento senza peso diventa un lavoro ingrato.

Annuncio pubblicitario

È un peccato che tutto questo tenda a mettere in ombra alcuni dei balli davvero meravigliosi o dei personaggi potenzialmente interessanti, come Cassie, che è una vittima imperfetta con la sua stessa ambizione imperturbabile. Ancora più importante, lo spettacolo non migliora e non è nemmeno all'altezza della scrittura accattivante di Clayton e Charaipotra. Piccole cose carine potrebbe andare bene per un po' di evasione, ma il sesso, lo scandalo e la litania di scandali sessuali non sono sufficienti per renderlo un orologio di qualità.