La terza stagione di Master Of None offre uno sguardo intimo e disordinato sulla vita domestica queer

DiKayla Kumari Upadhyaya 19/05/21 2:00 AM Commenti (67) Avvisi

Naomi Ackie e Lena Waithe recitano in Master Of None Presents: Moments In Love

Foto: Netflix



Dire Maestro di nessuno La terza stagione sembra uno spettacolo completamente diverso rispetto alla serie guidata da Aziz Ansari che ha colpito per la prima volta Netflix nel 2015 è un ovvio eufemismo. Dopotutto, avrà un nuovo nome. Sebbene sia ancora classificato come la terza stagione di Maestro di nessuno , il titolo è adesso Master Of None Presents: Momenti Innamorati . Esiste nello stesso universo della serie originale, prendendo in prestito il personaggio di Lena Waithe Denise e mettendola sotto i riflettori questa volta, mentre presenta brevi apparizioni di Dev di Ansari. Ma è davvero uno spettacolo con una voce distinta e, pur trovando umorismo in luoghi inaspettati, una narrativa molto più drammatica. Momenti In Amore commercia nelle vivaci avventure di incontri a New York dei primi anni '30 di Maestro di nessuno per la tranquilla intimità e il terrore esistenziale del matrimonio e dell'unione permanente.

Annuncio pubblicitario

La stagione è scritta da Waithe e Ansari, l'ultimo dei quali ha anche diretto tutti e cinque gli episodi, rendendo questo il secondo grande progetto Ansari ci lavora da alloraallontanarsi dall'opinione pubblica a seguito di accuse di cattiva condotta sessuale. Il panorama visivo complessivo di Momenti In Amore è essenziale e sobrio, evocando spesso l'intimità e l'isolamento simultanei della vita domestica. Incontriamo Denise e sua moglie Alicia (Naomi Ackie, in una straordinaria performance) nella loro vita bucolica al nord. Non hanno vicini visibili e la loro storica casa riscaldata dal camino è piena di oggetti d'antiquariato selezionati con cura da Alicia, che spera un giorno di aprire il suo negozio. Sono in grado di permettersi questa vita lussureggiante e privata nei boschi grazie al successo del primo libro bestseller di Denise. Il primo tratto della prima è languido e adorabile, indugiando su inquadrature che sono accoglienti, banali, personali, come i rispettivi comodini di Denise e Alicia. Qui abbiamo un pittoresco ritratto della vita domestica lesbica: Denise e Alicia ballano mentre fanno il bucato insieme. Anche le inquadrature e le sequenze più ordinarie vibrano di vita.

Recensioni Maestro di nessuno Recensioni Maestro di nessuno

Stagione 3

A- A-

Stagione 3

Creato da

Aziz Ansari e Alan Yang



Protagonista

Lena Waithe, Naomi Ackie, Aziz Ansari

anteprime

Domenica 23 maggio su Netflix

Formato

Drammatico di mezz'ora; terza stagione completa guardata per la revisione



Ma, naturalmente, il matrimonio è più che mangiare insieme e dormire nello stesso letto e fare le faccende domestiche. Il matrimonio è un disastro. e Momenti In Amore guada quel pasticcio senza essere eccessivamente lugubre al riguardo. Non afferma che tutti i matrimoni e le relazioni sono condannati, piuttosto, che è infinitamente più complicato di così. Una strana e divertente conversazione notturna tra Denise e Alicia cattura la dinamica sciocca che deriva dal passare così tanto tempo con qualcuno. Momenti In Amore è ugualmente interessato al conflitto e alla connessione.

Dev si presenta a metà della premiere per una cena andata male che non si basa su conflitti esagerati o buffonate. Qui, Momenti In Amore mina il disagio per l'umorismo con un successo impressionante. Come per le riprese, la trama è ridotta. Le relazioni sembrano vissute e reali. Il conflitto che emerge è allo stesso tempo avvincente e difficile da guardare, come sentire gli sconosciuti litigare su un autobus. Diamo anche uno sguardo alle complicazioni dell'intimità platonica tra Dev e Denise.

G/O Media potrebbe ricevere una commissione Compra per $ 14 al Best Buy

Le lotte di Denise e Alicia diventano presto chiare. La carriera in stallo di Denise, le decisioni difficili sull'inizio di una famiglia, la codipendenza, i problemi di comunicazione, il tradimento e una perdita significativa contribuiscono a creare crepe nelle fondamenta del loro matrimonio. Improvvisamente, la loro vita semplice nei boschi sembra isolante e soffocante. Si fanno male a vicenda. Quando litigano, sembra che abbiano entrambi ragione e torto. Alicia è risentita per il modo in cui ha ridotto la sua vita per adattarsi a quella di Denise.

In tutta la serie, la macchina da presa senza ornamenti, l'uso di lunghe inquadrature singole senza spaccati e l'acuta attenzione ai dettagli del set e degli oggetti di scena rendono ogni scena intensamente intima. Un'inquadratura ricorrente di appendiabiti in un episodio indica la disconnessione e la solitudine. Gli oggetti di scena sembrano molto più di un set di abbigliamento, e la casa sembra un personaggio stesso. I dettagli fisici possono essere semplici, ma sono significativi e sono abbinati a un lavoro dettagliato sui personaggi.

Annuncio pubblicitario

Il quarto episodio è facilmente il più bello della stagione e si concentra sulla ricerca di Alicia di avere un figlio. Sembra davvero una ricerca: polizze assicurative, scienza della fertilità, pile di farmaci iniettabili, sonde, interventi chirurgici, telefonate e appuntamenti tutti come enigmi che Alicia deve risolvere disperatamente. È uno sguardo incisivo e devastante sugli ostacoli che le persone queer devono affrontare quando si tratta di mettere su famiglia. Come dice ad Alicia una donna della clinica per la fertilità: la maggior parte delle principali aziende sanitarie non ha un codice di diagnosi per gay e desidera una gravidanza e quindi non coprirà i costi di fertilità che possono essere dell'ordine delle decine di migliaia. Ackie è brillante in tutto, spesso comanda le scene completamente da solo. Ci sono così tanti splendidi scatti lunghi durante i cinque episodi, ma uno dei più memorabili è quello di Alicia mentre si fa la prima di centinaia di iniezioni come parte del suo trattamento di fecondazione in vitro. Nell'arco di questa scena, attraversa confusione, ansia, tristezza, esaurimento, determinazione, eccitazione, finalmente in grado di farcela una volta che sua madre è al telefono.

Foto: Netflix

Annuncio pubblicitario

Ancora una volta, mentre la scrittura riconosce assolutamente il crepacuore e la fatica di questo processo di fertilità, non è tutto negativo. Momenti In Amore fa spazio alla leggerezza, alla liberazione. La relazione di Alicia con il suo amico e donatore Darius (Anthony Welsh) è la sua calda forma di intimità. Ma durante il quarto episodio si sviluppa anche una relazione bella e difficile da definire tra Alicia e l'operatore sanitario Cordelia (Cordelia Blair). Non è davvero un'amica, non è una vera famiglia, eppure funziona come entrambe: Cordelia e Alicia sono coinvolte insieme. Le persone queer devono spesso costruire modelli alternativi di assistenza e supporto, e Alicia trova una sorta di partner in Cordelia, che è lì per tutti gli alti e bassi di questo viaggio. Proprio come l'incredibile ringraziamento episodio di Maestro di nessuno affronta così abilmente l'esperienza del coming out, Momenti In Amore La rappresentazione di un queer percorso verso la gravidanza è autentica, dinamica, difficile senza essere del tutto tragica e fortemente radicata nel carattere e nelle emozioni. L'episodio tocca le ampie implicazioni di un sistema sanitario omofobico e sfruttatore, ma rende anche questa storia molto dettagliata e specifica. L'interiorità di Alicia è trattata con la stessa attenzione ai dettagli del suo ambiente fisico. Momenti In Amore rende la vita personale dei suoi personaggi visceralmente immersiva.

Insieme, questi cinque episodi raccontano una storia d'amore stratificata, come promette il titolo, ma anche molto di più. Esplora diversi tipi di dolore: quello della fine, delle complicazioni della fertilità, dei fallimenti di carriera, del vedere morire il genitore di un amico e dell'incertezza e della stagnazione. Solo nel suo capitolo finale vacilla leggermente, un po' troppo pacchiano e richiede un'esposizione pesante che lo fa ritardare in un modo in cui la maggior parte della stagione non lo fa.

Annuncio pubblicitario

Tuttavia, il finale e la prima funzionano come fermalibri in una conversazione, offrendo entrambi scorci di vita domestica ma in contesti e interessi emotivi molto diversi. E mentre il finale non è perfetto, non è necessario che lo sia. Momenti In Amore scava nella mondanità, nel disagio e nel dolore e trova ancora umorismo e gioia lungo la strada. È splendidamente catturato ma anche disordinato. L'unico matrimonio perfetto qui è quello tra l'estetica dello spettacolo e la sua narrativa.