Una copertina di Mad World ha soppiantato l'originale e ha contribuito a definire Donnie Darko

DiKyle Ryan 12/20/13 12:00 PM Commenti (108)

Nel Ascolta questo , AV. Club gli scrittori cantano le lodi di canzoni che conoscono bene, alcune ispirate a un tema settimanale e altre no, ma sempre canzoni che vale la pena ascoltare. Questa settimana, in onore dei nostri migliori film del 2013, canzoni che abbiamo scoperto attraverso i film.

Annuncio pubblicitario

Ho dato molto ai Tears For Fears circa Canzoni dalla grande sedia , quindi presumibilmente ho sentito Mad World (che è apparso nel debutto della band nel 1983, il male ) ad un certo punto durante gli anni '80, ma non ne ho alcun ricordo. Quando una copertina di riserva e inquietante è apparsa in Donnie Darko , non l'ho riconosciuto, non credo che molte persone l'abbiano fatto.



Canzoni cover di radoeclissare l'originale, ma ogni volta che sento la versione di Tears For Fears ora—appare occasionalmente sulla prima ondata di SiriusXM—sembra sbagliato. La band è generalmente legata alla new wave degli anni '80, ma anche i synth datati e la batteria elettronica non possono oscurare la tristezza al centro della canzone.

Michael Andrews e Gary Jules hanno trovato la loro versione di riserva della canzone da qualche parte sotto i suoni scadenti dell'originale. Il regista Richard Kelly aveva portato Andrews a scrivere Donnie Darko per pochi soldi e con una regola seriamente limitante: niente chitarra o batteria. (Una versione alternativa di Mad World per la colonna sonora ha la batteria.)

Andrews e Jules erano amici da quando erano bambini e i due condividevano un'affinità per le band inglesi degli anni '80. Suonavano insieme da anni, quindi quando Andrews ha ottenuto il... Donnie Darko lavoro, ha arruolato Jules per cantare Mad World. Dice nella colonna sonora materiali per la stampa che qualsiasi canzone da il male avrebbe funzionato, ma l'angoscia adolescenziale egocentrica di Mad World lo rendeva perfetto per Donnie Darko il culmine.



Con Andrews al piano e Jules alla voce, il duo ha suonato una versione della canzone in 90 minuti. Il budget era così piccolo che Andrews non avrebbe potuto registrarne una versione più lucida anche se avesse voluto: aveva suonato tutti gli strumenti della partitura, perché non aveva i soldi per assumere nessuno. (C'è un motivo per cui ha chiamato il suo amico di sempre per cantare Mad World.) Jules lo avrebbe poi aggiunto al suo album del 2001 Trading Snakeoil Per i biglietti del lupo dopo aver ottenuto una risposta positiva dalle folle locali di Los Angeles quando si è esibito. Quando il film è diventato un cult, soprattutto all'estero, la canzone si è profondamente intrecciata con la sua popolarità (e viceversa).

G/O Media potrebbe ricevere una commissione Compra per $ 14 al Best Buy

Questo rimane il caso 12 anni dopo Donnie Darko andava e veniva dai teatri. Riducendo Mad World ai suoi elementi, Michael Andrews e Gary Jules hanno catturato perfettamente l'atmosfera del film e hanno quasi portato via la canzone da Tears For Fears.