Puzzava di morte: una storia orale del percorso a ostacoli Double Dare

DiEakin arrabbiato 21/11/16 12:00 PM Commenti (222)

Foto: Nickelodeon

quando doppio osare presentato per la prima volta nel 1986, è diventato subito una sensazione a misura di bambino. Ospitato da Marc Summers, il game show Nickelodeon intriso di gak è andato in onda in una forma o nell'altra sulla rete fino al 1993. Anche se lo spettacolo sarebbe tornato anni dopo come Doppia sfida 2000 con il presentatore Jason Harris, gli anni dell'estate sono stati i giorni di gloria dello spettacolo, un baccanale di intensità gloppy e giochi geniali dopo la scuola, qualcosa che gli ex spettatori, ora sulla trentina o sulla mezza età, sono venuti a ricordare con crescente affetto come gli anni sono passati.



Annuncio pubblicitario

Questo mercoledì sera, Nickelodeon trasmetterà uno speciale episodio commemorativo di doppio osare celebrando l'anno del 30° anniversario dello spettacolo. Summers tornerà, insieme all'annunciatore John Harvey e all'assistente di produzione Robin Russo. Nello spirito di quella riunione super sciatta, L'A.V. Club deciso a scoprire le origini del percorso a ostacoli, il segmento più memorabile e popolare dello spettacolo. Di seguito, in forma di storia orale, ascolterai i creatori dello spettacolo e lo staff di produzione, nonché Summers, Russo e Harvey stessi. I risultati sono affascinanti, uno sguardo indietro a un tempo relativamente non documentato in televisione che gli spettatori potrebbero ricordare ma non conoscere le storie dietro. Indossa le tue grandi Reebok bianche; prendi una serie di ginocchiere; e inizia a leggere.

doppio osare è stato creato da un certo numero di persone che stavano lavorando a diversi progetti in Nickelodeon in quel momento; la rete sentiva di aver bisogno di uno spettacolo di giochi. L'idea iniziale era basata sul gioco per bambini Obbligo o verità, ma una volta che è diventato chiaro che il gioco aveva bisogno di un finale, è stato introdotto il percorso a ostacoli.

Geoffrey Darby, produttore esecutivo e doppio osare co-creatore: Ricordo di aver detto, ho sempre voluto mettere un bambino vivo attraverso una macchina Rube Goldberg dove sarebbero stati il ​​flipper nel [gioco] Trappola per topi .



Bob Mittenthal, doppio osare co-creatore: All'inizio odiavo il percorso a ostacoli, anche se è chiaramente la parte preferita di tutti dello spettacolo. Tutti dicevano, facciamo solo un percorso a ostacoli, e io ero tipo, non ha nulla a che fare con il resto dello spettacolo.

G/O Media potrebbe ricevere una commissione Compra per $ 14 al Best Buy

Non so se conosci Battaglia delle stelle della rete , ma ABC lo faceva, e uno dei loro eventi era un percorso a ostacoli. È sempre stato davvero fantastico, visivo e fisico, ma per portarlo in doppio osare , non aveva nulla a che fare con il gioco.

Foto: Il doppio azzardo libro del gioco



Annuncio pubblicitario

Immagino che la cosa che legasse tutto fosse l'idea del disordine. All'inizio, non sapevamo che sarebbe stato lo spettacolo più disordinato sulla Terra fino a quando non abbiamo davvero iniziato a svilupparlo.

Mike Klinghofer, doppio osare co-creatore: È iniziato davvero con ostacoli tradizionali. Era un muro su cui potevamo provare a mettere una corda. Era davvero il tipo di classico percorso a ostacoli militare in una certa misura. Questi sono stati i primi ostacoli che abbiamo incontrato, ma abbiamo sempre saputo che li avremmo rovinati.

Annuncio pubblicitario

Probabilmente abbiamo avuto quattro ostacoli all'inizio, e direi che probabilmente nessuno è durato molto a lungo. Erano noiosi.

Jim Fenhagen, doppio osare scenografo: In precedenza avevo lavorato per Nickelodeon e avevano questa idea per questo game show, doppio osare . Mi hanno coinvolto molto presto quando stavano cercando di capire se fosse davvero uno spettacolo che potesse funzionare e come avrebbe funzionato.

Annuncio pubblicitario

Ricordo che parte del mio primo coinvolgimento è stato quando il gruppo che lo stava producendo voleva fare un finto spettacolo, come un test dell'idea a basso budget. Hanno affittato un loft in centro a New York e hanno ottenuto dei ragazzi come concorrenti.

Geoffrey Darby, produttore esecutivo e co-creatore: [Nel pilot] la squadra [che ha vinto] avrebbe scelto quale dei bambini avrebbe attraversato il percorso a ostacoli raccogliendo bandiere mentre procedeva. Alla fine, vedrebbero quanto lontano sono arrivati ​​entro un certo lasso di tempo. L'altro ragazzo ha praticamente tenuto in mano le bandiere mentre guardava il suo compagno attraversare il percorso a ostacoli.

Annuncio pubblicitario

Dopo aver girato il pilot, ci siamo quasi tutti guardati l'un l'altro e ci siamo detti: Sai, dovremmo davvero farne un passa-bandiera. Il prossimo bambino fa il prossimo ostacolo per renderlo più inclusivo.

Foto: Nickelodeon

Annuncio pubblicitario

Anche con l'affare pilota del seminterrato, Nickelodeon è rapidamente salito a bordo, forse a causa di una delle promesse più audaci di Geoffrey Darby.

Geoffrey Darby, produttore esecutivo e co-creatore: Ho promesso che avremmo portato lo spettacolo a meno di 10.000 dollari a episodio.

Annuncio pubblicitario

L'A.V. Club: Cosa includeva quel costo?

Geoffrey Darby, produttore esecutivo e co-creatore: Ogni cosa. Assolutamente tutto. Bene, tutto tranne il mio stipendio e quello di Michael Klinghoffer, perché eravamo nello staff. Tutto il resto ha colpito il budget. Ecco perché ci siamo ritrovati con alcuni ostacoli economici, come una federa piena di piume o un mazzo di palloncini con una bandiera in uno dei palloncini. Avevamo questo tipo di cose sparse tra gli altri ostacoli, perché avevamo solo tanti soldi per il set e cose del genere.

Annuncio pubblicitario

Una volta che lo spettacolo è stato pilotato, Jim Fenhagen ha realizzato un modello del set in modo che i creatori dello spettacolo potessero acquistarlo in giro per gli inserzionisti interessati.

Foto: Jim Fenhagen

Annuncio pubblicitario

Geoffrey Darby, produttore esecutivo e co-creatore: Portavamo [il modello] in giro per riunioni di vendita di annunci, perché nessuno aveva mai visto [lo spettacolo] o immaginato come sarebbe stato, come potresti immaginare. Nessuno aveva mai visto una macchina Rube Goldberg a cui sottoponevamo i bambini. Quindi ha fatto un modello e ho cercato di vendere questo spettacolo a società pubblicitarie senza ancora alcun nastro. Questo sarebbe stato il grande lancio autunnale di [Nick], e non c'è niente su nastro. Non c'è niente su niente. Non volevamo mostrare loro il pilot perché, sai, sono un paio di sedie pieghevoli e tavoli pieghevoli e persone su grandi taccuini che scrivono 20 con un pennarello magico e poi strappano la pagina e ne scrivono 40. Era come, sta andando essere il tuo spettacolo? Potevo solo sentire che nessuno lo comprerebbe mai.

Mike Klinghoffer, co-creatore: Abbiamo iniziato a lavorare verso marzo. È stato allora che ci siamo incontrati per la prima volta per cercare di immaginare uno spettacolo di giochi per la rete. Penso che abbiamo fatto il pilota iniziale, che Geoffrey Darby ha ospitato, intorno a maggio. Sono arrivati ​​i focus group, credo intorno all'inizio di giugno. Abbiamo avuto il via libera per fare lo spettacolo a luglio, e questo ci ha dato due mesi e mezzo per costruire il percorso a ostacoli e costruire l'intero set.

Annuncio pubblicitario

Con lo spettacolo in produzione, la progettazione degli ostacoli cadde sugli scenografi Jim Fenhagen e Byron Taylor, che ha iniziato a lavorare sulla base di un elenco di nomi di ostacoli e concetti minimi dei creatori dello spettacolo.

Mike Klinghoffer, co-creatore: Ci siamo seduti in una stanza mentre lo spettacolo si stava preparando pensando ai percorsi a ostacoli. La ruota del criceto umano, lo strizzatore, il Sundae Slide e il serbatoio erano probabilmente quelli immediati che sapevamo di aver sempre desiderato. Abbiamo sempre saputo di volere un serbatoio che potessimo riempire costantemente di cose.

Annuncio pubblicitario

Dana Calderwood, regista: Ci riunivamo in una stanza - e per noi intendo registi, produttori, scenografi, a volte dirigenti di rete, certamente Marc Summers ne era una parte importante - e lanciavamo solo idee. Di solito si basava su un paio di criteri, tra cui: cosa c'è di disordinato? Quindi questo ci ha portato a un naso gigante che devi scegliere. E poi quando abbiamo avuto l'idea per la ruota del criceto umano da una tonnellata, è stato semplicemente, prendiamo le cose e ne facciamo versioni grandi.

Foto: Il doppio azzardo libro del gioco

Annuncio pubblicitario

Jim Fenhagen, scenografo: Stavamo facendo un brainstorming e io facevo degli schizzi. Li porteremmo dal produttore e diremmo: Vogliamo fare questo naso gigante da cui ti allunghi e tiri fuori l'indizio. E loro hanno detto, sì, è fantastico! E volevamo fare delle diapositive in cui sali, scivoli giù e atterri in questa sporcizia, e devi scivolare attraverso. Erano cose del genere che, come designer, la nostra immaginazione... potevamo scatenarci. Ricevevamo input dai produttori e dai registi su quali avrebbero lavorato, ma è stata praticamente una nostra creazione inventare il percorso a ostacoli.

Geoffrey Darby, produttore esecutivo e co-creatore: Abbiamo fatto il Sundae Slide perché era poco costoso. Potremmo andare a comprare una diapositiva, sul serio, vai a comprare una diapositiva. Non costa così tanto, come $ 500. Dipingilo con colori stravaganti e fai in modo che il bambino si arrampichi su di esso e scivoli verso il basso. Afferra la bandiera su un pad, perché avevi bisogno di un pad, e mettici sopra del letame.

Byron Taylor, scenografo: The Wringer era un altro sulla lista. Questo è il tipo di cose su cui ho lavorato, e anche sulla creazione di elevazioni di colore di tutti i pezzi che potrebbero andare in negozio per essere dipinti, posizionando modelli e quel genere di cose. Aveva quell'aspetto particolare degli anni '80, quindi c'era molto lavoro in quel modo, per capire come quei modelli sarebbero stati replicati. Tutto ciò che è stato fatto con la vernice nel corso della giornata, piuttosto che stampato, o con tecniche più moderne...

Annuncio pubblicitario

C'era quel particolare tipo di estetica del design italiano degli anni '80 che stavamo usando, quello stile Memphis. Guarderemmo molti libri e immagini di cose reali. Ovviamente, una ruota di criceto, puoi immaginare come verrebbe tradotta. The Wringer, potresti guardare le foto di veri strizzatori di biancheria. Quindi inseriresti quei riferimenti di progettazione e metteresti insieme gli elementi finché non trovi qualcosa che funzioni e lo disegnerai. E poi si spera che [il negozio] possa interpretarlo, perché non credo che nessuno ne avesse costruito uno prima, questo è certo, almeno che una persona ci attraverserà. È stato un po' per tentativi ed errori.

Mike Klinghoffer, co-creatore: Abbiamo provato [a fare ostacoli legati alla cacca] ma non ci è stato permesso. Non potevamo mostrare un culo, ma potevamo fare una bocca. Potremmo fare un naso. A un certo punto siamo stati anche rifiutati per un'ascella. Non sono ancora nemmeno sicuro del perché.

Annuncio pubblicitario

Una volta che gli ostacoli sono entrati nella produzione, la troupe ha scoperto di dover affrontare una serie unica di problemi.

Foto: Nickelodeon

Annuncio pubblicitario

Jim Fenhagen, scenografo: Avevamo un negozio di scena davvero fantastico che si chiamava Bruce And Bruce. Erano buoni per il tipo di cose che stavamo facendo. Erano ragazzi davvero creativi e giovani. Sono andato dal Bruce che conoscevo e ho detto: Stiamo facendo questa cosa. Vuoi aiutarmi a capire queste cose? Avendo il negozio lì, avevano anche questo grande magazzino, quindi ordinavamo le cose e le sistemavamo lì e ci assicuravamo che funzionasse. Quindi abbiamo provato le cose nel negozio di Bruce e lui ci avrebbe aiutato.

Abbiamo ottenuto cataloghi di forniture per piscine per ottenere lo scivolo e hanno costruito la ruota del criceto da zero. Era così grande, e non era come se lo avessero.

Annuncio pubblicitario

Steve Pannepacker, direttore della proprietà: Byron [Taylor] voleva creare un ostacolo che fosse una grossa fetta di formaggio svizzero, e doveva essere alto almeno sei o sette piedi per otto piedi di lunghezza. Ma era un cuneo, e aveva dei buchi tagliati, e nei buchi del formaggio svizzero dove cercavi la bandiera, abbiamo messo Cheez Whiz. Grandi lattine di quello.

Avevamo un'azienda che aveva grossi pezzi di schiuma e potevano tagliarla, e così via. Gli abbiamo fatto tagliare questo cuneo e gli abbiamo fatto dei buchi, ma questo cuneo non potevamo metterlo nel camion. Abbiamo dovuto far camminare i macchinisti lungo la strada. Era a circa tre isolati di distanza e avevamo da otto a dieci macchinisti che spostavano questa fetta di formaggio per le strade della città di Filadelfia in modo che potessero portarla in studio. Il che, vedere una grossa fetta di formaggio svizzero scendere per le strade di Filadelfia, è piuttosto divertente.

Annuncio pubblicitario

Abbiamo anche fatto un grande panino con burro di arachidi e gelatina che erano due pezzi di pane di 4 piedi tagliati. Tuttavia, non potresti farlo semplicemente con la schiuma. È sempre stato un processo. La schiuma è così assorbente che non puoi semplicemente farlo. Quindi dovremmo fare una vernice gommata al lattice, e ci vorrebbero otto mani per ottenerla, in modo che l'ostacolo possa essere riutilizzato alla fine della giornata.

Foto: Nickelodeon

Annuncio pubblicitario

Geoffrey Darby, produttore esecutivo e co-creatore: La ruota per criceti da una tonnellata era in realtà una ruota per criceti umani. Ricorda, torna da Rube Goldberg qui. Metti un bambino in una ruota di criceto. Non sarebbe divertente? Abbiamo pensato che sarebbe stato davvero divertente. Si chiamava solo Ruota del criceto umano da una tonnellata, però, perché quando il negozio l'ha fatta, hanno detto, Pesa una tonnellata, non significa che in realtà pesa una tonnellata, come in 2.000 libbre. Hanno appena detto, pesa una tonnellata, ed è per questo che l'abbiamo chiamata la ruota del criceto umano da una tonnellata.

Car Wash era un altro di quelli originali. È stato facile. Dovevi solo mettere queste grandi cose di schiuma, e il bambino ha dovuto spremere attraverso di loro mentre c'era acqua a dirotto.

Annuncio pubblicitario

Robin Russo, doppio osare assistente di produzione: [Più tardi], i ragazzi venivano tirati fuori dal pubblico, e per qualche motivo chiedevano sempre di passare attraverso l'autolavaggio. L'equipaggio lo ha fatto accadere.

Jim Fenhagen, scenografo: Avevamo una certa quantità di spazio all'interno dello studio per fare gli ostacoli, quindi dovevamo disporli in un percorso che potevi percorrere, e poi avevamo il pubblico lì intorno. Quindi tutto doveva essere capito, come adattarlo allo studio.

Annuncio pubblicitario

Dana Calderwood, doppio osare la direttrice: Avevamo carta millimetrata e piccoli ritagli di ogni ostacolo. Credo che fossero circa 40 e ce ne fossero otto all'interno di un percorso a ostacoli. Quindi devi solo mescolare e abbinare. Ne avresti sempre uno o due davvero grandi che dovevano rimanere sul set per un paio di giorni o una settimana o giù di lì, solo perché non avresti avuto il tempo di spostarli dentro e fuori, e poi un mucchio di quelli che la troupe di scena potrebbe semplicemente andare a posto, o quel tipo di cose.

Byron Taylor, scenografo: Alla fine, ci siamo dipinti in certi angoli proprio in virtù delle dimensioni di alcune di queste cose. Potevano adattarsi solo a determinati punti del percorso a ostacoli. Se guardi gli episodi dello spettacolo, probabilmente ne vedrai alcuni sempre nello stesso posto. Il Sundae Slide, o la ruota del criceto. Ce ne sono alcuni altri così, dove si adattano in certi posti e non in altri, perché erano troppo grandi. L'impronta della ruota del criceto era una specie di forma a L, dove entravi e facevi una svolta di 90 gradi per uscire, in modo che fosse una sorta di limitato dove potevi metterla, per alcuni aspetti.

Geoffrey Darby, produttore esecutivo e co-creatore: In origine, la ruota del criceto aveva degli specchi, e c'era una luce che colpiva lo specchio, e quando colpiva lo specchietto, il numero aumentava, e questo sembrava non funzionare mai. Quindi, invece, avevamo una persona che stava lì e accendeva l'interruttore ogni volta che la luce passava. Abbiamo provato ad automatizzarlo, e semplicemente non ha funzionato. Vuoi fare in modo che non ci siano cause umane per l'errore, quindi qualcuno non potrebbe dire di non aver vinto la ruota del criceto perché il ragazzo non ha premuto l'interruttore.

Annuncio pubblicitario

John Harvey, doppio osare annunciatore: Ricordo che ogni volta che tornavamo [sul set] era quasi come un bambino a Natale, perché sarebbe come, oh mio dio, cosa ha combinato Byron Taylor questa volta? Che cosa ha inventato?

Proprio oggi qualcuno mi ha chiesto del distributore di gomme da masticare e io ho detto: era enorme. Era così alto che quasi sfiorava la griglia luminosa sopra di loro. E hanno chiesto, perché dovrebbero costruirlo così grande? E ho detto, perché potevano. Nickelodeon, Dio li benedica, a quei tempi o erano solo dei pazzi completi o non avevano idea che dovessi controllare questi maniaci, ma ci hanno dato davvero molta libertà creativa.

Il primo giorno di riprese dello show è finalmente arrivato, anche se non è andato esattamente liscio.

Annuncio pubblicitario

Dana Calderwood, regista: Il primissimo ostacolo del primissimo giorno... credo si chiamasse Feather Pillow.

Mike Klinghoffer, co-creatore: Si chiamava Incubo.

Dana Calderwood, regista: Fondamentalmente, era un gigantesco sacco di piume, e dovevi scavare lì dentro e trovare la bandiera e consegnarla al tuo partner e andare avanti. Quello che è successo è che si sono tuffati e le piume volavano ovunque, quindi ci ha dato l'aspetto giusto che volevamo per la televisione. E non riuscivano a trovare la bandiera. Sono passati tutti i 60 secondi e non hanno trovato la bandiera, quindi siamo andati a cercare, e abbastanza sicuro, si erano dimenticati di mettere la bandiera. Quindi abbiamo detto, va bene, dobbiamo farlo di nuovo, ma questa volta, rendiamo loro le cose più facili. Quindi li portiamo fuori dalla stanza e mettiamo la bandiera proprio in alto in modo che la trovino subito e se ne vadano, perché erano piuttosto sconvolti. Pensavano di aver perso, ed è stata colpa nostra.

Annuncio pubblicitario

Così poi accade la seconda versione del percorso ad ostacoli. Questa volta, decidono saggiamente che dal momento che in precedenza avevano scavato fino al fondo di questo gigantesco cuscino di piume, avrebbero risparmiato tempo, quindi hanno semplicemente preso la cosa e l'hanno gettata a terra a testa in giù. Ovviamente, la bandiera che avevamo appena nascosto sotto un singolo strato di piume in cima era ora sepolta sotto una montagna gigantesca in fondo al mucchio. Avevano fatto il loro destino. E ancora, hanno attraversato tutti i 60 secondi e non l'hanno trovato. Ci siamo avvicinati e abbiamo mostrato loro, Ragazzi, è lì.

Quindi la terza volta ci siamo detti, cosa possiamo fare? L'abbiamo semplicemente bloccato nel mezzo da qualche parte e l'hanno trovato quella volta.

Annuncio pubblicitario

Geoffrey Darby, produttore esecutivo e co-creatore: Quella povera ragazza. Stava strisciando tra tutte queste piume con l'aria completamente triste e angosciata per non essere riuscita a ottenere una bandiera. Non riusciva nemmeno a superare l'ostacolo uno.

Ricordo di aver chiesto al pubblico in studio, dovremmo farlo di nuovo? Non era rigorosamente secondo le regole, perché non avremmo dovuto lasciarli andare di nuovo, ma abbiamo chiesto al pubblico in studio e tutti hanno concordato che avremmo dovuto lasciarglielo fare di nuovo.

Annuncio pubblicitario

Foto: Il doppio azzardo libro del gioco

Dana Calderwood, regista: Quella è stata la prima corsa a ostacoli e stavamo pensando: Oh, mio ​​Dio, stiamo per farne 65, ed è completamente rotto e non funziona. L'avevamo testato in situazioni d'ufficio, ma non avevamo i grandi e costosi oggetti di scena costruiti per sembrare meravigliosi e simili a Nickelodeon.

Annuncio pubblicitario

Devo dire, penso che abbiamo bandito quell'acrobazia. Penso che sia stato usato solo poche altre volte.

Anche il pavimento dello studio si è rivelato un problema.

Byron Taylor, scenografo: Eravamo al WHYY a Philadelphia, che è questa stazione PBS. Avevano un pavimento da studio televisivo epossidico. È stato versato, quindi era molto liscio e ci si poteva girare sopra le telecamere.

Annuncio pubblicitario

Il pavimento doveva essere color lavanda per lo spettacolo, e il modo in cui lo facevano, a quanto pare, secondo uno dei produttori venuti dal Canada, era che mettevano giù un materiale liquido che si poteva poi togliere . Era una specie di gomma liquida o plastica liquida, ed era usata nelle cabine di verniciatura, a quanto pare. Quindi, se stavi dipingendo automobili o prodotti della catena di montaggio, potresti spruzzare questo materiale sui nastri trasportatori e altri macchinari e quant'altro, e costruire uno strato dopo l'altro di vernice, e poi prima di partire, potresti togliere tutto e iniziare il giorno successivo. Ma è un rivestimento industriale, e dovresti avere un respiratore e un'attrezzatura adeguata per farlo, e abbiamo appena avuto alcuni macchinisti in questo spazio chiuso, e stiamo versando questo materiale tossico su tutto il pavimento, e tutti stanno diventando storditi . Era solo un disastro.

Steve Pannepacker, direttore della proprietà: Abbiamo usato un sacco di mop. Non siamo riusciti a pompare. Non c'era nessun deflusso che potevamo usare. Una delle maggiori preoccupazioni era sempre quanto fosse scivoloso il pavimento. Soprattutto una volta che c'era la panna montata sopra, non c'era molto che potessi fare.

Annuncio pubblicitario

Byron Taylor, scenografo: Abbiamo appreso [che era scivoloso] praticamente il primo giorno. Uno degli addetti alla telecamera si è fratturato o qualcosa del genere. Scese presto durante una delle prove, o durante uno dei primi spettacoli. Ha lavorato per il resto della prima stagione con la caviglia fasciata. Era un incubo costante.

Annuncio pubblicitario

John Harvey, presentatore: A poco a poco, il set ha iniziato a trasformarsi un po'. Non so esattamente quando è arrivato, ma alla fine hanno usato un materiale per pavimenti in gomma dura, come il linoleum. Era un pezzo continuo, dai colori vivaci, e potevano usare un tergipavimento su di esso. Hanno costruito degli abbeveratoi nella parte anteriore del set e, tra ogni pausa, prendevano questi tergipavimenti giganti e tiravano tutta questa merda in questi abbeveratoi e rimettevano le grate sopra di essi. La parte buona era che dopo una giornata di luci calde, puzzava di morte.

Robin Russo, assistente di produzione: Oh, Dio, è stato terribile. Assolutamente terribile.

Annuncio pubblicitario

Steve Pannepacker, direttore della proprietà: Potresti entrare in studio la mattina presto e sentire l'odore dell'accumulo acido. Non potresti dimenticarlo.

Marc Summers, doppio osare ospite: Il primo giorno aveva un buon profumo, e il quarto giorno aveva l'odore di una vecchia mensa del liceo...

Annuncio pubblicitario

Alla fine della prima stagione, avevamo fatto 65 episodi o qualcosa del genere, e capisci, beh, diavolo. Non lo faremo mai più. Verremo cancellati. Bene, siamo stati prelevati, ma non hanno pulito particolarmente bene quel pavimento blu e lucido. Quindi, quando l'hanno srotolata, chiunque abbia toccato quel pavimento è scoppiato nelle vesciche più disgustose. Era come se tutti avessero la lebbra. Era la cosa più bizzarra del mondo. Chiunque avesse toccato qualcosa su quel pavimento e poi si fosse toccato la faccia sarebbe scoppiato in cose orribili.

Con lo spettacolo che girava 65 episodi a stagione con un budget ridotto, i produttori hanno dovuto capire come massimizzare il loro tempo e spazio.

Annuncio pubblicitario

Mike Klinghoffer, co-creatore: Avevamo una piccola mappa dello studio, e avevamo i ritagli di ogni ostacolo, e li mettevamo sulla carta e li spostavamo. Andavo nella mia stanza d'albergo ogni sera, portavo con me il mio kit di ostacoli, li mettevo sulla carta, li portavo la mattina dopo e li portavo alla macchina Xerox. Darei quindi le copie al Signore della Mappa, come lo chiamavamo. Era il capo dell'equipaggio. Aveva il compito di eliminare gli ostacoli. E poi quelli sarebbero gli ostacoli per la giornata.

Avevamo un sistema molto debole in quanto gli ostacoli erano troppo grandi e pesanti da spostare per ogni spettacolo. Quindi quello che avremmo fatto era che ogni giorno sarebbe migliorato. Primo giorno A, secondo giorno B, terzo giorno C e così via. Poi, quando abbiamo programmato cosa sarebbe andato in onda, sapevamo che nessun A sarebbe mai andato in onda nella stessa settimana, nessun B sarebbe mai andato in onda nella stessa settimana, nessun C sarebbe mai andato in onda nella stessa settimana, quindi sembrava che gli ostacoli fossero cambiati ogni giorno, anche se abbiamo girato quattro, a volte cinque spettacoli con gli stessi ostacoli ogni giorno.

Annuncio pubblicitario

Dana Calderwood, regista: Quindi [che] il percorso a ostacoli non era sempre lo stesso, iniziavamo semplicemente da un posto diverso. Quindi il primo spettacolo è andato da uno a otto, e il secondo spettacolo è andato da tre a due o qualunque cosa fosse. Vorremmo spostare i segni. Quindi, davanti alla telecamera, sembrava che avessimo un layout diverso. Correremmo anche nella direzione opposta.

Mike Klinghoffer, co-creatore: Una volta allestito un percorso a ostacoli al mattino, provavamo a percorrerlo da soli senza alcun disordine o altro, solo per vedere quanto tempo ci sarebbe voluto. Questo era all'inizio, quando eravamo tutti principianti che cercavano di capirlo. Quindi questo ci direbbe di quanta pendenza avremmo bisogno. Diremmo, questo è stato un percorso difficile, quindi potremmo semplicemente sloggiare qui, qui e qui. Oppure Questo è stato un corso facile, rendiamo il Sundae Slide più difficile. Avevamo dei segreti che potevamo fare per renderlo più difficile o meno. Se mettiamo lo sciroppo al cioccolato sui lati, allora era più difficile salire. Se lasciassimo i lati asciutti, sarebbe più facile da fare.

Annuncio pubblicitario

Quindi, c'erano cose del genere che avremmo reso più gakky o meno gakky. Inoltre, cercheremmo di capire, sai, se lo abbiamo reso più gakkier prima, è più difficile perché sei disordinato prima e stai scivolando e scivolando. Se il gak arrivasse dopo, andresti più lontano, più velocemente.

Dana Calderwood, regista: Alcuni di essi, come il Canale della melma, a volte si riempie solo d'acqua, ma altre volte si riempie di budino. Quindi alcuni ostacoli sono diventati sempre più disordinati in base a ciò che abbiamo fatto loro. A volte, se dovessi salire sullo scivolo per il Sundae Slide, metteremmo effettivamente un disordine sul fondo, quindi dovresti sporcarti i piedi prima di iniziare a salire. È diventata una vera scienza.

Annuncio pubblicitario

Questa sarebbe diventata una preoccupazione ancora più grande in seguito, poiché lo spettacolo è diventato più popolare, si è trasferito in uno spazio più grande e la troupe ha avuto un budget più grande con cui giocare.

Byron Taylor, scenografo: È sempre stato come, potresti davvero andare dal punto A al punto B quando avevi più spazio e avevi questi aggeggi più elaborati? Anche questo è diventato un fattore, in una certa misura. Quanto possono essere grandi alcune di queste cose? Quanto tempo potrebbero impiegare per passare? Più tardi, quando siamo diventati più barocchi con alcuni di questi ostacoli, questa è stata una preoccupazione. Sì, possiamo costruirlo, ma avevamo cose con nastri trasportatori e aggeggi meccanici, giradischi, ed era una questione di quanto velocemente potevi far funzionare queste cose. Riesci ancora a superare un ostacolo in, diciamo, otto secondi? Perché altri ostacoli potrebbero essere molto più veloci e potresti superarli in tre o quattro secondi, quindi potresti permetterti un ostacolo di otto o dieci secondi da qualche altra parte. Non volevi intrappolare i bambini dove non ci sarebbe stato abbastanza tempo per superarlo.

Annuncio pubblicitario

Dana Calderwood, regista: Non sapevamo davvero se avremmo avuto vincitori o meno. Quasi ogni programma di gioco ha un numero dichiarato di vittorie per episodio. A volte passiamo molto tempo senza un vincitore, e non c'è molto che possiamo fare a causa di standard e pratiche, problemi di equità e cose del genere, quindi non puoi cambiare il percorso a ostacoli a mezzogiorno. Le regole erano che dovevamo scegliere un percorso a ostacoli e conviverci tutto il giorno, indipendentemente dal fatto che avessimo un vincitore o meno. Ma il giorno dopo, potremmo provare a renderlo un po' più semplice creando uno o due degli ostacoli che potresti superare velocemente e afferrare una bandiera. Ma niente garantiva un vincitore.

So che stavamo cercando di ottenere un vincitore a settimana. Su 65 spettacoli, avremmo 13 vincitori. Se c'è un gioco che termina con un vincitore del gran premio, vuoi sempre vederlo accadere una volta alla settimana, se possibile. Mantiene le persone a tornare. Perché se il gioco sembra impossibile, le persone perdono interesse.

Annuncio pubblicitario

Geoffrey Darby, produttore esecutivo e co-creatore: I premi stessi, tuttavia, il valore in dollari non era importante quanto il valore intrinseco per i bambini. In altre parole, un lettore CD o un lettore DVD costava 200 dollari o qualcosa del genere. E una serie di enciclopedie - ricordate, questo è stato 30 anni fa - ma potrebbero valere $ 1.000. Il ragazzo preferirebbe di gran lunga avere il lettore DVD per $ 200. Quindi il valore in dollari del premio non è aumentato. È stato il valore intrinseco per il pubblico a salire. Quindi, l'enciclopedia potrebbe essere al numero tre, e in realtà dovrebbe essere al numero sei o sette.

Dana Calderwood, regista: Vuoi fare premi più di quanto vuoi fare soldi. Perché il denaro costa esattamente quanto costa. Se è un premio di $ 5.000, allora è quello che ottieni. Ma con i premi, c'è un valore percepito, e talvolta Disney World dona premi perché ottengono il valore di riconoscimento. Si chiama considerazione promozionale. E i bambini li adoravano.

Annuncio pubblicitario

Abbiamo fatto alcuni test e molti bambini non hanno davvero un valore percepito di quale sia il valore del denaro. Non sanno cosa possono ottenere per i soldi. Ma conoscono un'immagine grande e brillante di un viaggio o di una nuova bici o di un televisore o qualcosa del genere, è fantastico. Capiscono subito per cosa stanno giocando.

Geoffrey Darby, produttore esecutivo e co-creatore: L'idea del denaro [nel giro di curiosità] contro i premi [alla fine] è stato anche un modo per noi di livellare il campo di gioco, in modo che i bambini che hanno vinto potessero permettersi di pagare le tasse sui premi che hanno vinto. Perché eravamo a Filadelfia, avevamo ragazzi delle scuole del centro città, e se vincessero $ 2.000 di premi, e quindi la famiglia non può permettersi di pagare le tasse? Dio, ti immagini i bambini? Ecco perché abbiamo messo i soldi nel gioco. Era pragmatico.

Annuncio pubblicitario

Marc Summers, ospite: I bambini sarebbero divertenti, perché guarderebbero lo spettacolo a casa e poi urlerebbero al televisore e direbbero: Se mai avessi questa possibilità, farei meglio. E così, arrivavano, vincevano, e poi erano storditi, perché non potevano credere di essere entrati nello show e di aver vinto davvero.

Quindi, quello che facevamo durante l'ultima pausa pubblicitaria era accompagnarli a ogni ostacolo. Ok, chi sta facendo l'ostacolo uno, tre, cinque e sette? Ok, allora stai facendo due, quattro, sei e otto. Ecco cosa devi fare, ok? Il primo si chiama 'Inside Out' e significa che c'è una federa piena di piume e devi trovarla lì dentro. Lascia che ti dica un piccolo suggerimento: quello che dovresti fare è probabilmente prima scaricare tutte le piume e poi cercare la bandiera. Se raggiungi l'interno, non accadrà. Fatto? Si, come no. Quando arrivi al Sundae Slide, per favore sali sui lati, perché se sali al centro, metterai il piede nella panna montata e nel budino al cioccolato, e poi non ti alzerai mai. Fatto? Si, come no.

Annuncio pubblicitario

Mike Klinghoffer, co-creatore: Guarda, questo è il Sundae Slide. Dovresti provare a salire di lato e così via. Quando scendi, solleva i piedi. Prova a mettere il sedere nella panna montata invece dei piedi, in modo che i piedi rimangano asciutti e farai meglio nel percorso a ostacoli. Potrebbe sembrare più disordinato, ma farai meglio. Afferra la bandiera ma non portarla con te. Mettilo nella tua maglietta e passa alla prossima.

Marc Summers, ospite: Avresti potuto anche dire cose in spagnolo, francese o giapponese. Non ne hanno mai sentito parlare, perché diremmo: Al tuo posto, preparati, vai! e hanno dimenticato tutto, e poi quando non potevano farlo, non riuscivano a capire perché. Abbiamo dato loro ogni indizio legalmente possibile e non l'avrebbero seguito.

Annuncio pubblicitario

Foto: Il doppio azzardo libro del gioco

John Harvey, presentatore: Tuttavia, non è mai stato come se ci fossero state lacrime sul set. Erano entusiasti di poter correre il percorso a ostacoli.

Annuncio pubblicitario

Marc Summers, ospite: Non c'era molta delusione. Il fatto che siano entrati nel programma, che abbiano fatto il percorso a ostacoli, ne erano entusiasti.

John Harvey, presentatore: Penso che dopo cinque episodi ho detto, oh mio dio, a loro non frega un cazzo dei premi. Vogliono solo essere appiccicosi su di loro e avere il permesso di saltare in una vasca di disordine verde e coprirsi completamente dalla testa ai piedi.

Annuncio pubblicitario

Dana Calderwood, regista: Giravamo lo spettacolo a Filadelfia, poi a New York, e le ultime stagioni sono state girate in Florida, ma gli spettatori non sanno necessariamente dove è stato girato. Una volta, un bambino ha vinto il percorso a ostacoli e il primo premio è stato un viaggio a Disney World. Il bambino ha iniziato a piangere perché non era affatto speciale. Viveva ad Orlando. Era stato a Disney World. Non era un gran premio per quanto lo riguardava. Quindi abbiamo dovuto affrontarlo nelle stagioni future.

Mi sentivo così male per quel povero ragazzino. Non poteva trattenersi. È appena scoppiato in lacrime. Povero ragazzo. Penso che abbiano risolto qualcosa con lui, però. Penso che possano aver scambiato un premio.

Annuncio pubblicitario

Geoffrey Darby, produttore esecutivo e co-creatore: Penso che abbiamo dato loro il viaggio, e probabilmente l'hanno venduto a qualcuno. Non ne ho idea.

Foto: Nickelodeon

Annuncio pubblicitario

Il casino era una parte importante dello spettacolo e una parte importante di ciò che accadeva dietro le quinte.

Byron Taylor, scenografo: Non potresti davvero usare la panna montata in scatola, perché si romperebbe. Faresti una torta nel backstage, ma poi nel tempo che ci è voluto per tirarla fuori, è sotto le luci della televisione - non sai mai esattamente quando succederà qualcosa, perché le cose potrebbero fermarsi e i bambini potrebbero non sopportare il fisico sfida. Potresti averlo pronto nel backstage, ma potrebbero rispondere correttamente alla domanda, quindi hai perso tempo a fare una torta, e poi si ferma lì e si sgonfia.

Annuncio pubblicitario

Quindi, abbiamo dovuto trovare una soluzione migliore. Qualcuno, forse era Steve [Pannepacker], ha scoperto che c'era un prodotto che le cucine commerciali potevano acquistare chiamato Baker's Cream. Era come comprare un cartone di panna, ma se lo montavi, poteva diventare duro. A seconda di quanto tempo l'hai montata, potrebbe diventare molto rigida e mantenere la sua forma. Quindi è stato usato per tutto, dalle torte alla panna montata a—nel Sundae Slide, abbiamo dovuto fare tre palline di gelato sul fondo in cui i bambini sono atterrati. Era solo panna da forno montata rigidamente con aggiunta di colorante alimentare . Potresti farlo sembrare una pallina di cioccolato, una pallina di vaniglia e una pallina di fragola o altro.

Foto: tutto il nuovo libro del gioco Double Dare

Annuncio pubblicitario

Steve Pannepacker, direttore della proprietà: La prima cosa che facevo ogni giorno era iniziare a preparare la panna montata per tutti gli ostacoli.

Byron Taylor, scenografo: Compreremmo letteralmente centinaia di litri di quella roba alla volta. Alla fine, quando eravamo in Florida, avevamo un frigorifero walk-in e ricevevamo le consegne di Baker's Cream praticamente ogni giorno. Avevamo questi enormi miscelatori da 60 quarti di gallone e la crema arrivava in cartoni da mezzo gallone o qualcosa del genere, quindi versavi un cartone dopo l'altro di questa roba lì dentro e iniziavi a montare. Ci vorrebbe un intero secchio dal mixer per fare una pallina di gelato sul Sundae Slide.

Annuncio pubblicitario

Steve Pannepacker, direttore della proprietà: Avevamo frigoriferi giganti e abbiamo cercato di salvarlo. Abbiamo provato a metterne un po' in frigorifero a fine serata, ma ne facevamo sempre di più.

Byron Taylor, scenografo: È stato un costo enorme e un enorme investimento in termini di tempo per montare quel materiale.

Sebbene lo spettacolo abbia filmato cinque episodi al giorno al suo apice, ha filmato le curiosità di ogni episodio e le parti della sfida fisica prima di pranzo e i percorsi a ostacoli di ogni episodio dopo pranzo.

Annuncio pubblicitario

Byron Taylor, scenografo: Dal momento che gireremmo un numero di spettacoli al giorno, dovremmo correggere gli ostacoli. Una volta che i bambini scivolavano in una pila o nel gelato in fondo allo scivolo e lo distruggevano, dovevamo tornare indietro e rimontarlo, rivestirlo e renderlo di nuovo presentabile, perché in pochi minuti eravamo forse faremo un altro percorso a ostacoli, e poi, pochi minuti dopo, ne faremo un altro. Quindi proveremmo a riutilizzare un po' di quel materiale, raccoglierlo di nuovo, fare di nuovo un tumulo, vestirlo con un po' di crema più pulita all'esterno, e poi lo farebbero di nuovo.

Steve Pannepacker, direttore della proprietà: Ho ancora ricordi di come, quando [la panna montata] è caduta, si è cagliata. Abbiamo ripulito, ma non hai mai capito tutto. Nel corso degli anni, abbiamo affrontato alcuni degli stessi ostacoli. Li pulivamo tutti, ma ogni anno, quando li tiravamo fuori dal magazzino, avevano ancora l'odore di latte acido.

Annuncio pubblicitario

Robin Russo, assistente di produzione: Non posso mangiare la panna montata fino ad oggi. Non riesco a annusarlo e non riesco a guardarlo.

Uno dei momenti più memorabili sul set ha coinvolto una grande vasca piena di fagioli al forno.

Annuncio pubblicitario

Steve Pannepacker, direttore della proprietà: Il carro armato è sempre stato uno degli ostacoli più divertenti. Era lungo 10 piedi e largo tre o cinque piedi.

John Harvey, presentatore: Lo riempivamo di palloncini, spugne, palline di gomma, qualunque cosa.

Annuncio pubblicitario

Byron Taylor, scenografo: Il serbatoio doveva essere a tenuta stagna. Questa era la teoria, almeno... Invariabilmente trapelava. [Alla fine,] ho trovato un'azienda che avrebbe realizzato rivestimenti per piscine nel Midwest da qualche parte. Non so dove, ed erano abbastanza felici di farci tutti i tipi di cose pazze... Gli abbiamo fatto fare un rivestimento trasparente per adattarlo al serbatoio, e poi abbiamo potuto riempirlo di liquido.

John Harvey, presentatore: Una volta, abbiamo avuto la brillante idea che avremmo preso obsoleti, non più autorizzati a vendere, fagioli al forno eccedenti del governo, e abbiamo riempito quel serbatoio di fagioli al forno.

Annuncio pubblicitario

Foto: tutto il nuovo libro del gioco Double Dare

Byron Taylor, scenografo: Abbiamo dovuto girare per tutta la città di Filadelfia per prendere grandi lattine di fagioli Heinz delle dimensioni di un ristorante o altro. Siamo andati in tutti i ristoranti commerciali e li abbiamo comprati. Abbiamo comprato anche sacchetti di fagioli secchi. Direi che era principalmente acqua, un sacco di fagioli, e forse c'era anche del budino buttato lì dentro.

Annuncio pubblicitario

John Harvey, presentatore: Quando riempi un serbatoio così grande con fagioli al forno, vuoi ottenere il valore dei tuoi soldi. Quindi per tutta la settimana abbiamo tirato fuori 25 episodi dai fagioli al forno. Arriva la fine della settimana e sono stati sotto le luci per tutta la settimana, seduti lì di notte a stufarsi. Andiamo, come ci liberiamo di tutti questi fagioli al forno?

Dana Calderwood, regista: Alla fine del terzo giorno sotto le luci calde, era aromatico, per non dire altro. Era semplicemente disgustoso. Alla fine, i macchinisti non volevano nemmeno ripulirlo con i secchi.

Annuncio pubblicitario

John Harvey, presentatore: [Steve Pannepacker] ha chiamato il carro del miele. Sai, il tizio che porta il grosso camion delle ventose che risucchia le fosse settiche. Ha parcheggiato fuori sulla 7th e Arch a Philadelphia, e fa scorrere un grosso e lungo tubo nel serbatoio di fagioli cotti che è stato lì tutta la settimana sotto le luci e lo succhia.

Byron Taylor, scenografo: Il nostro vero errore è stato, per far sembrare che ci fossero pezzi di maiale lì dentro, abbiamo messo pezzi di gommapiuma quadrata nel serbatoio. Non potevi vedere attraverso i fagioli, quindi [l'uomo della fossa settica] avrebbe succhiato questi pezzi di schiuma nel suo tubo e avrebbero spento tutto. Alla fine gli ci sono volute ore per ottenere tutti i fagioli ed evitare la schiuma.

il miglior chef new orleans
Annuncio pubblicitario

John Harvey, presentatore: È tornato e ha detto, ragazzi, sapete cosa faccio per vivere? Questa è la cosa più disgustosa che abbia mai visto.

L'equipaggio ha anche sperimentato altri alimenti.

Steve Pannepacker, direttore della proprietà: Qualcuno ti ha mai detto che hanno fatto 500 galloni di Jell-O? Abbiamo deciso di farlo quando volevamo riempire il serbatoio con Jell-O. Quella era piuttosto l'impresa. Era inverno e avevamo 50 secchi da cinque galloni. Siamo riusciti a scaldarlo abbastanza caldo e poi a metterlo fuori. Sarebbe bello e siamo stati in grado di riempire il serbatoio con 500 galloni di Jell-O.

Annuncio pubblicitario

Byron Taylor, scenografo: Quando abbiamo fatto le prime prove o due, abbiamo avuto un ostacolo chiamato Ketchup And Mustard. Siamo usciti e abbiamo preso del vero ketchup e senape, grandi lattine. Lattine numero 10 da negozi di cucine commerciali. L'abbiamo messo in fondo all'ostacolo, ma abbiamo scoperto che se ce l'avevi addosso, ti macchiava le mani e i vestiti, e macchiava l'ostacolo di giallo, come la senape degli hot dog. Inoltre, se l'avevi negli occhi, quell'aceto era così terribile.

Quindi, abbiamo capito subito che non potevamo usare quella roba. Invece, abbiamo finito per usare il budino per molte cose. Compreremmo grandi lattine di budino e le tingeremmo per farle sembrare ketchup o senape, o melma verde, se è per questo.

Annuncio pubblicitario

Non abbiamo usato la ricetta di Non puoi farlo in televisione [per la melma], perché la farina d'avena si secca e si indurisce sotto le luci, e non potresti letteralmente liberartene. Si trasformerebbe in gesso. Abbiamo usato una combinazione di budino e mi è piaciuta la salsa di mele, perché era traslucida. L'hai colorato.

Mike Klinghoffer, co-creatore: Ci hanno sempre chiesto dello spreco di cibo. Era un argomento caldo di conversazione mentre stavamo girando lo spettacolo. Mi ha sempre dato molto fastidio. La prima volta che mi è stato chiesto, sono rimasto sbalordito. Dissero: Non ti senti come se stessi sprecando cibo? Ci sono persone che muoiono di fame nel mondo. Ero solo stupito. Veramente? Qualcuno che sta morendo di fame vorrebbe la nostra panna montata e lo sciroppo di cioccolato? Sembrava solo sciocco.

Annuncio pubblicitario

Ho guardato una persona che ha fatto quella domanda in un'intervista e ho detto: Lascia che ti faccia una domanda. Pensi che qualcuno abbia mai fatto questa domanda alle persone che stavano lavorando? casa degli animali quando stavano girando quel film? 'Oh, hanno litigato per il cibo. Che spreco di cibo!' No. Solo perché era in qualche modo uno spettacolo di giochi per bambini, è diventato un argomento pesante.

Foto: Il doppio azzardo libro del gioco

Annuncio pubblicitario

Marc Summers, ospite: Klinghoffer [alla fine] ha inventato [qualcosa], perché era il migliore in queste cose. [Diceva] che saremmo andati nei magazzini alimentari e avremmo cercato di trovare prodotti datati che non potevano più vendere nei supermercati o nei ristoranti, e loro ci avrebbero venduto la roba datata. Era più B.S. di quanto possa iniziare a dirti, ma ci siamo solo stancati di avere a che fare con persone che dicevano che non stavamo aiutando i senzatetto lanciando uova e usando il budino.

Come ci si potrebbe aspettare, il doppio osare la corsa a ostacoli non era un posto del tutto sicuro, nonostante i migliori sforzi dello spettacolo.

Annuncio pubblicitario

Foto: Nickelodeon

Mike Klinghoffer, co-creatore: All'inizio di ogni stagione, abbiamo fatto venire sul set i nostri addetti all'assicurazione, così abbiamo potuto mostrare loro ogni ostacolo e come funzionava, in modo che potessero firmare per motivi di sicurezza.

Annuncio pubblicitario

Per quanto posso ricordare, abbiamo avuto solo un bambino che si è fatto male nel percorso a ostacoli.

Marc Summers, ospite: In realtà c'erano due bambini che si sono fatti male. Vedere? Ecco perché parli con Marc Summers.

Annuncio pubblicitario

Il primo figlio, i genitori hanno mentito. Abbiamo fatto compilare ai ragazzi dei moduli che dicevano, hai delle ossa rotte?

Mike Klinghoffer, co-creatore: Dovevi far firmare i moduli sanitari dal tuo medico.

Annuncio pubblicitario

Marc Summers, ospite: Il ragazzo ha detto di no, non aveva le ossa rotte. Siamo passati dall'ostacolo uno all'ostacolo due, è scivolato ed è caduto, e l'osso gli è passato attraverso il braccio. Ho lasciato lo studio, perché pensavo che stavo per vomitare. Robin [Russo] era come un'infermiera e sorprendente. Alla fine il ragazzo aveva ossa di vetro e aveva 17 ossa rotte nel suo corpo. Non poteva salire le scale senza rompersi un osso. Quindi c'era quello.

Ma ecco l'altro. Avevamo un ostacolo chiamato Sewer Chute, che era, salivi una scala e poi scendevi una scala in una specie di scatola di plexiglas molto stretta, e il ragazzo che scendeva cadeva all'indietro, e sembrava che si fosse spezzato il collo . Pensavo fosse morto. Se mi vedi al corso, tutto quello che dico più e più volte è, stai bene? Stai bene? Sei sicuro di stare bene?

Annuncio pubblicitario

Andiamo nella sala di controllo dopo il fatto, e questo ragazzo non dovrebbe essere vivo. Il suo collo si spezzò come non potevo credere. [Geoffrey] Darby diceva, quando sono così giovani, rimbalzano, ma questo era spaventoso da morire.

Quindi il ragazzo è arrivato solo all'ostacolo numero sei, e abbiamo detto: Ehi, bel lavoro. Stai andando alla grande. Ci vediamo domani doppio osare . Bene, abbiamo scoperto che il padre del ragazzo era un avvocato, e dopo è entrato nella sala di controllo e ha detto: Sai, quello era un percorso a ostacoli molto pericoloso. Sì, lo so, lo ricorderemo. E lui va, una TV a grande schermo era il premio per l'ostacolo numero sette. Poi tira fuori il suo biglietto da visita e ce lo porge e dice, sarò felice di non farvi causa se gli date la TV dall'ostacolo numero sette. Altrimenti, abbiamo un problema qui. Entrarono in una stanza, tornarono e dissero: Sì, signore, vuole quella TV? Questa è la tua TV. Nessun problema. E quella fu la fine.

Annuncio pubblicitario

Da quel momento, hanno sempre guardato le domande dei bambini, e se un bambino ha avuto un genitore che era un avvocato, non è mai entrato nello show dopo.

Mike Klinghoffer, co-creatore: Avevamo un'infermiera registrata sul set. L'infermiera Giovanna. Originariamente era pensato per se un bambino cade e si fa male, ma in realtà penso che abbia visto più membri dell'equipaggio che concorrenti. Erano persone che cadevano e si ribaltavano. Inoltre, avere le cose negli occhi.

Annuncio pubblicitario

Marc Summers, ospite: Il ragazzo con le ossa di vetro, purtroppo, quel percorso a ostacoli non è mai stato completato. Hanno pensato che dopo essersi riparato il braccio, sarebbe tornato per eseguire il corso. Ma non l'ha mai fatto, e mi sono sentito male per il ragazzo. Non è mai riuscito a completarlo.

Mike Klinghoffer, co-creatore: Abbiamo anche appreso delle parole 'attraente fastidio' [mentre stavamo girando].

Annuncio pubblicitario

Harvey, Summers e Russo nel 2016 (Foto: Nickelodeon)

Abbiamo riempito il serbatoio un giorno con noccioline di polistirolo. Sai, semplice e facile. Marc sarebbe passato [durante le riprese] e avrebbe detto: Oh, guarda. Oggi in vasca abbiamo le noccioline di polistirolo. E poi ha preso un boccone e ha detto, Mmm, delizioso. Lo spettacolo va in onda e una settimana dopo riceviamo una lettera dal genitore di un bambino che è un avvocato. Dice, mio ​​figlio ha iniziato a mangiare noccioline di polistirolo, perché ha visto Marc Summers farlo. Hai creato un fastidio attraente. È stato allora che abbiamo imparato che ogni volta che facevamo qualcosa del genere, dovevamo dire: non provarlo a casa.

Annuncio pubblicitario

In tutte le sue iterazioni— Doppia sfida, Doppia sfida super sciatta, Doppia sfida familiare, e Doppia sfida 2000 - doppio osare alla fine ha mandato in onda circa 500 episodi totali. E sebbene il set fosse un disastro inzuppato ogni singolo giorno, il cast e la troupe lo ricordano ancora con affetto.

John Harvey, presentatore: Potresti quasi cucinarti una torta tra i capelli dopo che le luci ti sono state accese per un po'.

Annuncio pubblicitario

Robin Russo, assistente di produzione: Non c'era niente di peggio di quando ti si è incastrato nei capelli.

John Harvey, presentatore: Ma abbiamo detto che era il momento della nostra vita?