È un vero peccato che Shameless sia uscito in questo modo

Il cast di Shameless Photo: Paul Sarkis/ShowtimeDiMyles McNutt 4/11/21 21:00 Commenti (146) Avvisi

La scena di apertura del Senza vergogna il finale di serie vede l'intera famiglia Gallagher riunita attorno a un Frank a malapena vivo sul divano del soggiorno. Mentre giace sull'orlo della morte a seguito di un'overdose di eroina, la famiglia valuta in modo pratico la situazione. Liam rivela che potrebbe essere stato un tentativo di suicidio a causa della sua depressione legata alla demenza. I ragazzi più grandi ricordano le numerose volte che è successo prima. Carl chiede se c'è del caffè. Frank potrebbe essere sul punto di liberarsi di queste spoglie mortali, ma nessuno dei suoi figli può decidere del tutto se questo è un momento significativo o solo un altro giorno nella vita di essere un Gallagher.

Mentre questa scena si svolgeva, mi sono chiesto se John Wells fosse abbastanza consapevole di sé da rendersi conto di aver creato una metafora per la fine del suo programma televisivo. Nel suo stato di demenza, Frank è l'incarnazione di Senza vergogna : dimenticare costantemente ciò che è successo in passato, incapace di spiegare coerentemente il suo presente e incapace di cogliere i segnali sociali che ha oltrepassato il suo benvenuto nel nostro spazio. E noi, il pubblico, siamo il resto dei Gallagher: sappiamo in fondo che noi dovrebbe ci preoccupiamo per uno spettacolo che stiamo guardando da un decennio che finisce, ma non riusciamo a raccogliere quell'emozione dato lo stato della narrazione dello spettacolo, e il nostro istinto è di continuare la nostra giornata.



Annuncio pubblicitario

Ma quando ho raggiunto la fine di Padre Frank, Full Of Grace, mi sono reso conto che stavo interpretando male la metafora. Certo, è sicuro dire che il pubblico rimanente per Senza vergogna porta una quantità significativa di ambivalenza verso questo spettacolo dopo che è caduto da una scogliera in modo creativo negli ultimi anni, ma i fan dello spettacolo sono appassionato su quell'ambivalenza. Sebbene non tutti gli spettatori incarnino gli estremi dell'amore e dell'odio incarnati dai fan di Gallavich, il DNA della soap opera dello spettacolo è costruito per investire in questi personaggi anche se le sitcom delle stagioni più recenti ci hanno allontanato. Senza suggerire di essere rappresentativo dello spettatore medio dello spettacolo, ho guardato questo finale con tutta la tensione di voler disperatamente che lo spettacolo attingesse a ciò che era una volta, coesistendo con la mia frustrazione crescente con lo spettacolo che è diventato. È un cocktail emotivo che nessuno dei personaggi dello show incarna in quella scena di apertura.



Recensioni Senza vergogna Recensioni Senza vergogna

'Padre Frank, pieno di grazia'

D D

'Padre Frank, pieno di grazia'

Episodio

12

Quando i titoli di coda sono aumentati Senza vergogna Gli ultimi momenti, però, mi sono reso conto che in questa metafora i bambini Gallagher non sono il pubblico: sono gli scrittori. Perché alla fine, i fallimenti di questo finale di serie derivano dal fatto che quando Shameles s raggiunto il suo ultimo respiro, erano John Wells e il resto della stanza degli scrittori che apparentemente non riuscivano a prendere una decisione se fossero stati coinvolti nella fine dello spettacolo. Alla fine sono stati gli scrittori che, di fronte al compito di portare a termine 11 stagioni televisive, hanno consegnato un finale di serie che non solo commemora male lo spettacolo che era una volta, ma riesce anche a respingere i gesti di chiusura che hanno sviluppato in questa stagione finale.



E mentre so da un po' che il mio investimento in Senza vergogna e i suoi personaggi non erano gli stessi di Wells e dei suoi scrittori, ingenuamente non ero preparato per un finale che suggerisse di essere questo molto più emotivamente investito in questi personaggi rispetto alle persone responsabili della loro creazione.

Annuncio pubblicitario

Padre Frank, Full Of Grace - che condivide un titolo con il finale della prima stagione, e sono 50/50 sul fatto che fosse apposta o che Wells si fosse dimenticato di averlo già usato - si impegna nello sviluppo della storia che è stato chiaro in tutto Senza vergogna' stagione finale: Frank Gallagher è morto. Non muore per overdose di eroina, a quanto pare: finisce invece per vagare per le strade di Chicago disorientato e solo, e quando alla fine viene portato in ospedale da un prete gli viene diagnosticato il COVID. Con Frank che sfoggia il suo nuovo luccicante tatuaggio da non rianimare, l'ospedale non si affretta a salvarlo, e quando la sua cartella dell'ospedale frequent flyer si rivela troppo impenetrabile per il personale del pronto soccorso per trovare informazioni di contatto di emergenza, Frank alla fine muore, da solo, mentre il suo la famiglia va avanti con la loro vita.

Se ti stai chiedendo se questa fosse una fine adatta per Frank Gallagher, stai facendo la domanda sbagliata, proprio come Senza vergogna si sta concentrando sulla storia sbagliata. Capisco gli istinti dietro la morte di Frank che servono da fermalibri per lo spettacolo, ma come ho detto quando la voce fuori campo di Frank è tornata nella season premiere , l'idea che Frank sia il centro di questo spettacolo è tossica, ed è stata per quasi tutta la sua corsa. L'idea che i personaggi dello show dovrebbero mai essere visti attraverso il suo obiettivo ignora quanto sia stato assente nelle loro vite e, cosa più importante, come quell'assenza sia passata da un punto della storia - spiegando l'allontanamento della famiglia con lui - a un meta-commento sul la decisione dello show di mandare Frank in avventure stravaganti che raramente si collegano al resto della famiglia. Frank che muore da solo è la parte tematicamente più riuscita di questo finale, ma è anche del tutto privo di significato dato quanto Frank è stato un salasso nello show per almeno metà della sua corsa, e quindi non importa se è stato un montaggio fine. Una fine degna per Frank non si muove Senza vergogna più vicino a fornire una conclusione soddisfacente.



Foto: Showtime (Paul Sarkis)

teoria dello strangolatore di toby scranton

Questo crea una battaglia in salita per il resto di questo finale, quindi, dato che Wells non ha alcun desiderio di offrire una soluzione per qualsiasi altra storia. Wells ha detto per anni che credeva Senza vergogna potrebbe durare all'infinito, perché ci sarebbero sempre state storie di poveri che lottano per tirare avanti nel South Side di Chicago. Non ha torto che la realtà di questi personaggi e la loro età significasse che la loro storia non sarebbe mai finita con un finale, salvo uno sforzo per completarla. Sei piedi sotto e flash forward lontano nel futuro. E quindi onestamente capisco perché ci sarebbe l'istinto di congelare quasi l'inquadratura dei Gallagher in una giornata normale invece di offrire un climax gigantesco: la festa di anniversario a sorpresa di Topolino per Ian è una scusa per riunire tutti i personaggi in un unico posto e festeggiare in uno spirito che si addice a un finale, ma l'episodio resiste altrimenti alla convergenza di altri fili narrativi introdotti durante la stagione e durante questo finale.

Annuncio pubblicitario

Il problema con questo approccio è che mentre funziona in astratto, in pratica è assolutamente esasperante per due ragioni fondamentali. Innanzitutto, per offrire questo tipo di giornata nel finale della vita, devi effettivamente risolvere le storie che hanno generato conflitti nella stagione che l'ha preceduta. In retrospettiva, penso che gli scrittori credessero che questo fosse l'episodio della scorsa settimana, quando il tentativo di Lip di vendere la casa fallì. Ma nonostante il penultimo episodio si concluda con Lip che cerca freneticamente di trovare qualcuno con cui parlare, non c'è ricaduta: Debbie è una stronza a riguardo mentre la famiglia prende la colazione, ma non c'è un crollo emotivo di ciò che la famiglia ha passato, o cosa significa per il loro futuro. Un vicino alla fine appare dal nulla per offrirsi di acquistare il posto per una frazione di quello a cui Lip avrebbe potuto venderlo, ma Lip lo dice solo a Ian, e il resto della famiglia non ha mai la possibilità di pesare. la vendita della casa stava distruggendo questa famiglia due episodi fa: Lip era sul punto di ricadere ulteriormente dopo che la sua vita era stata sconvolta, Debbie era ansiosa di stare da sola, Liam pensava di essere stato abbandonato e Mickey stava letteralmente litigando con Lip per essere costretto a spostarsi. Ma improvvisamente, poiché Wells vuole congelare le loro vite, tutto ciò si ferma senza soluzione, sprecando ogni opportunità per dire qualcosa di significativo su questi personaggi e sui loro viaggi.

Il secondo problema è che il pubblico non è semplicemente lasciato a guardare la vendita della casa Gallagher. Wells non si ferma solo Senza vergogna durante una normale giornata della vita, ma lancia invece per ognuno di loro un sacco di possibili futuri che non ha interesse a risolvere. Una cosa è che ci sia una grande domanda senza risposta: c'è potere nelle possibilità e nel pubblico che riflette su quale direzione pensa che prenderà un personaggio nella fase successiva del loro viaggio. Ma questo finale è pieno zeppo di indecisioni, e niente di tutto ciò è abbastanza interessante da giustificare il peso dell'assenza cumulativa di risoluzione. Kevin e Veronica si stanno sicuramente ancora trasferendo a Louisville, ma vogliono vendere l'Alibi a uno sviluppatore quando significa ancora così tanto per loro? Forse Carl e il suo ex partner (Joshua Malina) lo compreranno e lo trasformeranno in un bar di poliziotti? Debbie resterà a Chicago o scapperà in Texas così che sua figlia possa essere complice di altri crimini con l'ex detenuto psicotico che li ha tenuti sotto tiro? Non mi interessa la risposta a nessuna di queste domande, ma mi interessa che la mancanza di una risposta significhi che nessuno di questi archi di personaggi ottiene una conclusione adeguata.

Foto: Showtime (Paul Sarkis)

In ogni caso, le briciole di pane degli episodi precedenti di questa stagione che ho capito istintivamente stavano costruendo un momento significativo dello sviluppo del personaggio avrebbero dovuto, in retrospettiva, essere sviluppo del personaggio. E con Kevin e Veronica, Carl e Debbie, questo per lo più ribadisce che è stato chiaro per più stagioni: questi personaggi sono un peso morto. Gli scrittori hanno perso traccia di come raccontare storie sull'Alibi che si collegavano al resto dello spettacolo, e Kevin e Veronica hanno sofferto di conseguenza. Il passaggio di Carl alla narrazione per adulti non è mai stato gestito con successo (al punto che i cadetti hanno ucciso la sua terribile ragazza fuori dallo schermo invece di trovare un altro modo per passare a una nuova storia), e la sua improvvisa trasformazione in Un poliziotto, ma Robin Hood è una totale assurdità. E poiché ne ho scritto una versione in ogni recensione delle ultime due stagioni, dirò semplicemente che Debbie Gallagher è una persona orribile, e che mette sua figlia in immenso pericolo perché è arrapata per un criminale è in molti modi un perfetto distillato del personaggio, se non la punizione che avrei preferito. Volevo che lo spettacolo tentativo fare qualcosa per convincermi che mi mancava qualcosa con questi personaggi, ma non ero esattamente distrutto quando non lo facevano: era chiaro da un po' che qualunque risonanza avrebbe avuto questo finale, questi personaggi non avrebbero farne parte.

Annuncio pubblicitario

Ian e Topolino rappresentano il lato opposto di questa medaglia. Anche se il finale non ruotava attorno alla festa per l'anniversario a sorpresa di Topolino, è più facile per noi lasciare Ian e Topolino in una forma di stasi perché lo show ha trattato il loro matrimonio alla fine della scorsa stagione come un lieto fine, il culmine di un viaggio lungo e francamente disordinato come l'inferno dall'inizio dello spettacolo. Mentre lo spettacolo ha lottato con come attingere alla storia della maggior parte dei personaggi nelle stagioni successive, Gallavich è stata l'unica ancora che, almeno in generale, ha collegato lo spettacolo com'era a dove le cose sono iniziate. Non importa quali colpi di scena hanno preso la loro storia, è sempre stata fondata sulla storia di un adolescente nascosto e del suo bullo in un viaggio di scoperta di sé condivisa, e lo spettacolo si è appoggiato molto a quel pozzo di narrazione a lungo termine negli ultimi anni come fanno con la festa di anniversario. Come può qualcuno lamentarsi della mancanza di narrazione a lungo termine nello show quando Ian e Mickey sono felici e innamorati e celebrano il loro anniversario circondati dai propri cari nello stesso spazio in cui Topolino è finalmente tornato nella quarta stagione?

Mi permetta di dimostrare: possiamo lamentarci perché purtroppo per Senza vergogna , non avevano assolutamente idea di come raccontare storie su Ian e Mickey come coppia sposata nel periodo compreso tra quel lieto fine del matrimonio e questa commovente festa di anniversario. Niente delle loro storie in questa stagione ha un briciolo di senso. Lo spettacolo ha snocciolato una serie di problemi di coppia sposata poco interessanti per tutta la stagione, ma ognuno si è sentito sempre meno connesso alle storie dei personaggi. Stavano entrando in conflitto su cose di cui apparentemente non avevano mai discusso prima, come se il periodo dopo il loro matrimonio fosse stato appena passato a fare whoopie e... questo è tutto, davvero. Nonostante il loro matrimonio abbia portato il peso del loro viaggio, una volta sposati quella storia è effettivamente scomparsa. Potevano ancora contare su un livello base di coinvolgimento emotivo da parte del pubblico, ma gli scrittori hanno faticato a generare al di sopra del minimo indispensabile, quando hanno avuto ampie opportunità di sfruttare ed espandere il capitale narrativo offerto.

Foto: Showtime (Paul Sarkis)

E questo ci porta al grande problema irrisolto che questo finale introduce per Ian e Mickey, mentre iniziano a smistare gli articoli in vendita di Kevin e Veronica e Ian si fissa su una culla. Ian pensa che dovrebbero prenderlo. Mickey è confuso sul motivo per cui dovrebbe farlo. Ian ammette di volere un bambino. A quanto pare Mickey non se ne è mai reso conto. In qualche modo, dopo un anno di matrimonio, questo è qualcosa che semplicemente mai arrivato . Lo spettacolo non offre nemmeno una spiegazione, come il COVID, ad esempio, per cercare di spiegare perché. Hanno il tempo di inscenare un conflitto politico assolutamente inutile con un sostenitore di Trump al negozio di noleggio mobili che non ha assolutamente senso detto da Ian, ma non hanno tempo per cercare di offrire qualche spiegazione sul perché questa conversazione da bambini non è mai avvenuta nel anno precedente di matrimonio? Ma mentre Topolino rifiuta l'idea e inizia a emozionarsi, mi sono scaldato all'idea che questo fosse un modo per loro di riconoscere la loro complicata storia, ed ero disposto ad accettare questo espediente se gli avesse permesso di toccare il fatto che Mickey ha già un figlio, a seguito del trauma di suo padre che lo costringe a mettere incinta Svetlana.

Annuncio pubblicitario

Quindi puoi immaginare la mia sorpresa quando un Topolino emotivo invece sputacchia qualcosa di insensato su suo padre che lo picchia e su problemi irrisolti con il padre. Ci sono stati molti momenti in questo finale che ho pensato fossero brutti e mal pensati, ma niente mi ha fatto arrabbiare di più del fatto che la sceneggiatura avesse il ricordo di un pesce rosso, incapace o non disposto a permettere che l'esitazione di Topolino di diventare un padre per connettersi a tutto ciò che non è successo una manciata di episodi fa. Non è qualcosa che deve succedere sempre: è stato traumatico per Topolino, e ha senso che potrebbe non volerlo rivivere tutto il tempo. Ma introdurre questa storia e ignorare che ha già un figlio, e che Ian ha aiutato quel figlio a co-genitore, e che Ian una volta ha rapito quel figlio e l'ha portato a fare un giro mentre era in una fase maniacale del suo disturbo bipolare? È offensivo per chiunque abbia prestato attenzione anche solo a metà allo spettacolo e sa quando qualcosa viene ignorato senza una buona ragione (a differenza di altre omissioni a cui arriveremo). Nota anche che lo spettacolo non si preoccupa di chiedere a Ian di spiegare perché lui vuole essere un genitore data la sua complicata storia familiare: vuole solo un bambino, perché ha visto una culla, perché gli scrittori hanno così poca immaginazione che beh, dopo un matrimonio arriva un bambino era il loro unico istinto su come gesticolare i loro futuro di coppia. È una dimostrazione imbarazzante del fondamentale disprezzo che lo spettacolo ha per il proprio passato e per il pubblico il cui investimento in quel passato ha definito la loro relazione con lo spettacolo.

cose fantastiche per la tua scrivania

È un promemoria che la soap opera e la sitcom non sono generi compatibili: entrambi presentano una narrazione sensazionale, ma mentre una soap opera porta la sua storia disordinata come un distintivo d'onore, è più probabile che le sitcom la nascondano sotto il tappeto e fanno finta che non sia mai è accaduto. Le mie recensioni negli ultimi anni hanno documentato la mia frustrazione per questo, ma questo momento con Ian e Mickey è stato il punto in cui è traboccato. E naturalmente, quella frustrazione si è trasferita nell'altra trama dell'episodio a cui tenevo davvero, che era il futuro offerto a Phillip Gallagher. Come documentato dalla revisione della scorsa settimana , sapevo che non avrebbe avuto un finale degno del potenziale del personaggio, ma questo è un altro caso in cui l'insistenza di Wells nel indicare un potenziale futuro fa più male che bene. Dopo non essere riuscito a vendere la casa, Lip si rassegna a entrare nella gig economy, prendendo in prestito una moto e sgranocchiando cibo agli hipster per una controfigura di Uber Eats. E mentre consegna il cibo, inizia a vedere pezzi della sua vita precedente: una start-up tecnologica non dissimile da quelle per cui lavorava quando era al college, e un fratello commerciante con problemi di software e un affare di $ 4000 sulla linea che Lip chiarisce nessun problema. Ma tutto ciò che ottiene per il suo aiuto è una mancia del 10%, un promemoria che è solo il ragazzo delle consegne, e non c'è posto per lui in questa enorme casa storica con un'auto di lusso davanti.

Foto: Showtime (Paul Sarkis)

Eppure, nonostante abbia visto questi scorci di una vita che si è lasciato alle spalle, il finale suggerisce che questo non ispira l'autoriflessione di Lip. Dopo anni passati a ignorare completamente che una volta era un genio diretto verso un futuro più luminoso fino a quando l'alcolismo non lo ha fatto deragliare, Senza vergogna alla fine torna indietro e tutto ciò che otteniamo è Lip che graffia l'auto del ragazzo? Non pensa nemmeno per un secondo che le sue capacità di comprendere intuitivamente un programma di compravendita di azioni potrebbero essere commerciabili? Non c'è nemmeno un breve momento in cui si chiede se ci sarebbe un modo per salvare i suoi crediti universitari passati? Per quanto Lip sembri stranamente d'accordo con l'accordo per la casa che fallisce, apparentemente avendo rinunciato a provare a rinnovarlo, il suo breve scorcio di una vita alternativa per lo più si rassegna all'idea che ora ha priorità diverse. E nel caso in cui non l'avessimo capito, lo spettacolo fa decidere a Tami di essere di nuovo incinta, sollevando una serie di domande sul controllo delle nascite e sulla responsabilità fiscale che dubito che Wells abbia nemmeno preso in considerazione. Invece, ha appena gettato un altro bambino nel mix per rendere più facile ingoiare che un labbro lobotomizzato ha effettivamente rinunciato alla mobilità verso l'alto che ha definito così i suoi primi anni, con l'ulteriore vantaggio di insinuare che forse Ian e Mickey potrebbero crescere il bambino .

Annuncio pubblicitario

Come ho scritto la scorsa settimana, va bene che Lip non sia sfuggito al South Side, ma le motivazioni del personaggio sono state molto poco chiare, e quindi le conseguenze del suo fallimento non hanno senso. In effetti, di tutti i personaggi dello show, sento che il finale di Wells è il più confuso su chi fosse Lip, sia come persona che nel suo rapporto con gli altri personaggi. È bello che Lip e Ian trascorrano un momento da soli alla festa - non otteniamo lo stesso per nessuno degli altri personaggi - per riflettere sul loro legame tra fratelli, ma il tema generale della loro scena mi ha infastidito. Al di là del fatto che Lip è apparentemente disposto a vendere la casa per $ 75.000 in un mercato in rapida gentrificazione, il mio problema più grande è quando Ian spiega che tutti stanno cedendo il processo decisionale a Lip perché è la cosa più vicina a un padre che abbiamo mai avuto.

È un'idea che sembra un'osservazione accettabilmente seria per un finale di serie finché non ci pensi per due secondi, a quel punto crolla. Sebbene tutti i Gallagher maggiori si siano assunti la responsabilità di prendersi cura e prendersi cura dei loro fratelli più piccoli, inquadrare questo come paterno non ha in realtà molte prove a sostegno. Lip era in molti modi intrappolato: era troppo giovane per essere una figura paterna per Carl, Debbie e Liam, ma era anche troppo vecchio per essere loro pari. Il suo rapporto con Ian, tuttavia, non è mai stato paterno: è sempre stato solo il suo fratello maggiore, che è di per sé un ruolo importante, e non uno che deve essere riformulato attraverso la parentela semplicemente perché lo spettacolo sta finendo e Wells vuole fare tutto questo. Frank quando non lo è davvero. E mentre più recentemente Lip ha assunto un ruolo più paterno con Liam, ciò è dovuto principalmente al fatto di essere diventato padre lui stesso, e per Ian essere quello che ha fatto questa osservazione invece di Liam ha un senso negativo. Wells sembra rendersi conto che Lip è il fulcro di questa famiglia a questo punto, ma il finale non riesce a presentare una chiara comprensione di come o perché questo sia il caso, e ancora una volta non riesce a riconoscere il disordine che sta alla base del suo posto di responsabilità all'interno della famiglia .

Foto: Showtime (Paul Sarkis)

Ma mentre alcune delle scelte in Father Frank, Full Of Grace sfidano la ragione, in realtà è abbastanza ovvio il motivo per cui Wells insiste sul fatto che Lip sia una figura paterna per i suoi fratelli: è perché crede che lo spettacolo riguardi come le loro vite siano definite dal loro assente genitori, e il attuale la figura di un genitore surrogato ha lasciato lo show due stagioni fa. È davvero tempo per noi di affrontare il problema di Fiona Gallagher, ed è importante riconoscere in anticipo che questo è un problema che potrebbe essere stato fuori dal controllo dello show. Sì, Wells e gli sceneggiatori sono responsabili di aver messo Fiona in un buco troppe volte e di aver spinto Rossum a smettere bruscamente alla fine della nona stagione senza dare loro il tempo di costruire una rampa d'uscita adeguata. Ed è su di loro che hanno scelto di cancellare il personaggio in modo così completo che, al di là di una telefonata quando è nato Fred, i personaggi non parlano né menzionano Fiona al di fuori dello speciale non canonico Hall Of Shame in cui stanno inspiegabilmente registrando testimonianze per la sua apparizione in un reality show di incontri. Questo approccio fuori dalla vista, fuori dalla mente all'ex protagonista dello spettacolo non è senza precedenti— L'ufficio ha fatto lo stesso con Steve Carell, ma questo è un dramma familiare, non una sitcom sul posto di lavoro. E diamine, anche L'ufficio ha riportato Michael per il matrimonio di Dwight, mentre Fiona non ha nemmeno inviato un dannato biglietto a Ian e Mickey. La sua completa cancellazione non ha mai avuto senso, e avrebbe sempre creato un peso per un finale che, inevitabilmente, avrebbe dovuto affrontare Fiona in un modo o nell'altro se voleva provare a chiudere il cerchio dello spettacolo.

Annuncio pubblicitario

Quello che non sappiamo, anche se immagino le autopsie che ora sono online mentre stai leggendo questo avrà qualche intuizione: è se avremmo ottenuto un ritorno da Fiona se non per COVID-19. Prima della pandemia, sembra possibile pensare che tra il bisogno di chiusura dello show e l'affetto apparentemente genuino di Rossum per i suoi compagni di cast ( almeno per quanto riguarda i suoi feed social ), avrebbero potuto farlo funzionare. Ma con la pandemia in atto, portare qualcuno per un breve cameo è quasi impossibile, specialmente quando quella persona recita e produce il suo spettacolo nella propria bolla di produzione. E così lo scenario ideale - Fiona che si presenta alla festa di anniversario poiché non poteva essere al matrimonio - è stato realisticamente tolto dal tavolo, e sono disposto a riconoscere che questo potrebbe essere uno dei tanti casi in cui il folle mondo stiamo vivendo ha compromesso la storia che volevano raccontare (che è, onestamente, il motivo per cui in coscienza non potevo dare a questo una F per cui so che alcuni di voi facevano il tifo).

le notizie flash lampeggiano

Tuttavia, la pandemia non è una scusa per continuare a cancellare Fiona dalla narrativa, anche se appare frequentemente nella passeggiata di Frank attraverso il viale dei ricordi che porta alla sua morte. Si ferma da Patsy in cerca di Fiona mentre barcolla per le strade dopo essersi svegliato dall'overdose, e scambia l'infermiera del pronto soccorso per Fiona mentre inizia a perdere conoscenza. E nei suoi flashback ai momenti di unione familiare nella casa dei Gallagher, vediamo Fiona accanto ai suoi fratelli, e per un momento la verità su questa dinamica familiare viene ripristinata. Ma nonostante questo, il nome di Fiona non è mai stato menzionato nelle conversazioni sulla vendita di una casa che abbiamo tutte le ragioni di credere che sia sotto il suo nome, o nelle domande sulla tutela di Liam. Ad oltranza, anche quando non aveva senso, lo spettacolo fingeva che Fiona fosse completamente fuori dai giochi per nascondere il fatto che Rossum se ne fosse andato. Ad essere onesti, non ero completamente convinto che fosse un atto di dispetto prima di questo finale, ma poi Fiona è stata esclusa dalla voce fuori campo di Frank che porta l'episodio alla fine. Alla fine, è difficile non vederlo come un atto di mancanza di rispetto nei confronti di Fiona, Rossum e del pubblico a cui importava delle nove stagioni dello spettacolo che ha ancorato.

Gli ultimi momenti di Senza vergogna sono raccontate dal punto di vista di Frank, mentre il suo fantasma cammina attraverso la casa dei Gallagher, veglia sulla sua famiglia nell'Alibi, e poi fluttua nello skyline di Chicago mentre la sua famiglia guarda un'auto bruciare proprio come hanno fatto alla fine del pilot della serie . E mentre conserverò alcune delle mie obiezioni più specifiche per le osservazioni vaganti, il problema centrale è che questo finale finge Senza vergogna è lo stesso spettacolo di dieci anni fa, nonostante il fatto che l'intero problema delle ragioni recenti fosse la loro incapacità di recuperare l'essenza di quello spettacolo. Senza vergogna faceva sempre fatica ad evolversi: sono stati fortunati ad arrivare così lontano con Rossum come hanno fatto, francamente, e mentre lo spettacolo non ha mai completamente risolto come raccontare storie per i fratelli anziani, il fatto che siano riusciti a superare undici stagioni crescendo insieme a loro è un risultato considerevole. Non c'è dubbio che la timeline alternativa in cui Warner Bros. non vende i diritti di streaming a Netflix, le valutazioni non si stabilizzano e lo spettacolo termina tre stagioni prima mentre Rossum fa ancora parte del cast avrebbe portato a un finale migliore , ma è possibile che molti di voi, leggendo questo articolo, siano stati esposti per la prima volta allo spettacolo a causa di Netflix e non avrebbero avuto una connessione permanente con alcuni di questi personaggi se non fosse stato per questo. Non sono mai stato uno che suggerisce che un brutto finale cancelli il buono dello spettacolo che lo ha preceduto, e nemmeno questo inefficace niente hamburger di un finale lo cambia.

Foto: Showtime (Paul Sarkis)

Annuncio pubblicitario

Tuttavia, dimostra anche che anche quando uno spettacolo trascorre tre stagioni facendo tutto ciò che è in suo potere per convincerti che è un guscio di se stesso, è ancora impossibile entrare in un finale di serie senza credere che la scintilla possa essere ricatturata. Anche se sapevo che era del tutto improbabile che Rossum fosse stato in grado di tornare, speravo ancora che forse avrebbero trovato un modo per riconoscere l'importanza di Fiona per lo spettacolo. Pur sapendo benissimo che non ci sarebbe stato abbastanza tempo perché la storia di Lip raggiungesse un punto di svolta significativo, non avevo rinunciato all'idea che forse avremmo balenato in avanti verso una visione di una vita in cui Lip avesse ricordato la promessa che una volta tenuto. E anche se sapevo che i fan di Gallavich erano completamente venuti a patti con il lieto fine offerto la scorsa stagione e sembravano vedere il viaggio tortuoso di questa stagione come un epilogo usa e getta con alcuni momenti salienti in grado di GIF, volevo ancora credere che Senza vergogna sarebbero disposti a onorare la complessità della loro connessione piuttosto che ricorrere semplicemente a forme più economiche di (non sgradite) fan service.

Ovviamente a me non è andata bene. Tuttavia, voglio sottolineare che Senza vergogna non doveva essere esattamente quello che volevo che fosse. Potrei aver avuto alcune idee su come avrei immaginato che avrebbe funzionato un finale di questo spettacolo, accumulato in oltre un decennio di visione e di scrittura sullo spettacolo, ma ero aperto a tutto ciò che sembrava catturare lo spirito di Senza vergogna al suo meglio. Ma negli ultimi cinque anni e sei stagioni, ho cercato di articolare il motivo per cui l'approccio dello show nel raccontare questa storia ha smesso di funzionare, e la verità è che Padre Frank, Full Of Grace, sostiene la mia argomentazione. Incarna tutti i problemi - la mancanza di storia, i toni incoerenti, Debbie è terribile - che hanno afflitto lo spettacolo nell'ultima metà della sua corsa, un microcosmo della sitcom che John Wells era deciso a fare da sempre. Non dimostra consapevolezza di questi problemi, ma piuttosto li abbraccia come apparenti punti di forza e si comporta come se il pubblico fosse così coinvolto in questo mondo e nei suoi personaggi che non richiedeva alcuna chiusura o sviluppo del personaggio per portare a termine questa relazione decennale.