Il ritorno del cavaliere oscuro getta un'ombra lunga e duratura sui fumetti di supereroi

DiCaitlin Rosberg,Oliver Sava,Hennum di karitè, eJ.A. Micheline 04/04/16 12:00 PM Commenti (754)

Questa settimana: Il ritorno del Cavaliere Oscuro , la rivoluzionaria miniserie del 1986 di Frank Miller che ha riportato Batman sotto i riflettori ed è stata la principale ispirazione per il film di Zack Snyder Batman V Superman: Dawn Of Justice .

Annuncio pubblicitario

Il ritorno del Cavaliere Oscuro riassunto della trama: L'epoca è la metà degli anni '80. Ronald Reagan è il presidente degli Stati Uniti, la Guerra Fredda si sta scaldando e Batman non si vede da 10 anni. Bruce Wayne è invecchiato più o meno in tempo reale dal suo debutto nel 1939, e ora un 55enne burbero e stagionato, cerca di vivere una vita di agiato tempo libero mentre ancora lotta con il senso di colpa radicato nel profondo del suo anima dagli omicidi dei suoi genitori. Bruce è costretto a tornare in azione quando un Harvey Two-Face Dent guarito e apparentemente riabilitato torna a una vita criminale, segnalando la rinascita di Batman e riaccendendo la discussione dei media sul suo vigilantismo e sul modo in cui il governo l'ha affrontato. Batman ottiene una nuova Robin femmina nella ragazza di 13 anni Carrie Kelly e insieme affrontano la banda mutante che terrorizza Gotham City, la polizia che vuole arrestare Batman e il Joker e i suoi scagnozzi. Dopo la detonazione di una bomba russa che crea uno scenario apocalittico per gli Stati Uniti, Batman e il principale deterrente del governo degli Stati Uniti, Superman, vengono alle mani a Crime Alley. Quella battaglia termina con la morte di Bruce Wayne, ma nel classico stile di Batman, l'eroe ha un piano di fuga che uccide pubblicamente Bruce Wayne in modo che il Cavaliere Oscuro possa vivere sottoterra.



Oliver Sava: Nel bene e nel male, Il ritorno del Cavaliere Oscuro ( DKR ) ha cambiato il corso dei fumetti di supereroi. Debuttando nel febbraio del 1986, la miniserie in quattro parti di Frank Miller offriva un'audace reinterpretazione di Batman e del suo mondo, che ha funzionato in modo aggressivo per infrangere la percezione popolare del personaggio creato dal Batman Serie TV degli anni '60. Andato era l'accampante, semplicistico benefattore, sostituito da un uomo di mezza età severo e scosceso perseguitato dal suo passato e costretto a diventare sempre più brutale per proteggere la sua città distopica, e Miller si è tuffato in profondità nei recessi più oscuri della psiche di Bruce Wayne per accentuare questo cambiamento di carattere. Ha reso Batman un personaggio più complesso, spaventoso e rilevante, ma il successo di DKR ha inaugurato un'ondata di imitatori che ha mandato i fumetti di supereroi a girare in una spirale cupa e grintosa, risucchiando il divertimento da un genere che è stato costruito sull'idea di uomini e donne che indossano costumi colorati e hanno avventure fantasiose mentre combattono un male altrettanto colorato. agenti.

G/O Media potrebbe ricevere una commissione Compra per $ 14 al Best Buy

L'iconica copertina del primo numero della miniserie stabilisce immediatamente che questo non è il mondo vibrante del passato di Batman, mostrando Batman in silhouette che salta su uno sfondo blu intenso, illuminato esclusivamente dalla striscia bianca del fulmine dietro di lui. L'immagine mi ricorda la citazione di Thomas Randolph resa popolare da Kurt Busiek nel suo fulmini correre alla Marvel un decennio dopo DKR : La giustizia, come il fulmine, dovrebbe apparire / a pochi uomini rovina, ma a tutti paura. Batman è quel fulmine di giustizia nella storia di Miller, che emerge dall'oscurità per abbattere i criminali con una forza devastante, e pochi artisti catturano il potere fisico di Batman come Miller, dandogli un telaio più ingombrante che compensa la mancanza di velocità con un aumento in forza cruda. Il corpo di Batman è più forte, ma lo è anche la sua mente, e Miller porta tutto il trauma personale di Bruce Wayne in primo piano nel suo personaggio, offrendo un ritratto di un uomo ossessionato dall'idea di fermare il crimine perché non può sfuggire al ricordo degli omicidi dei suoi genitori , un evento che non sarà mai in grado di fermare, non importa quanto duramente e per quanto tempo lotterà per proteggere Gotham.

c thomas howell valore netto

Insieme all'eccezionale team di inchiostratore Klaus Janson, la colorista Lynn Varley e il letterista John Costanzo, Miller realizza DKR una dichiarazione artistica estremamente sicura, e non si può negare il mestiere in mostra in queste pagine. A livello strutturale, Miller si dà una grande sfida raccontando la storia su una griglia di 16 pannelli, e la usa per creare un'atmosfera claustrofobica mentre imposta un ritmo vivace per la grande quantità di storia. Questa serie è una lettura densa e Miller è in grado di racchiudere tutto quel materiale in quattro numeri di 48 pagine grazie a quella griglia stretta, che gli fornisce lo spazio per esplorare le tangenti narrative che coinvolgono la copertura mediatica di Batman e la sua influenza sul gente comune di Gotham. Miller ha un chiaro disprezzo per l'ascesa degli esperti di notizie TV e incorpora segmenti di filmati TV in tutta la serie per iniettare un po' di umorismo nella storia, mentre commenta anche come questi punti vendita sensazionalizzano la verità quando non stanno alimentando il pubblico con stronzate totali . La griglia a 16 pannelli offre molto spazio per questi salti alla TV, e il modo in cui quei piccoli schermi quadrati interrompono l'azione enfatizza la presenza pervasiva di questi spettacoli e dei loro ospiti nella società, che sembra ancora più attuale 30 anni dopo.



Annuncio pubblicitario

Caitlin, ci sono altri elementi di DKR che ritieni siano diventati ancora più rilevanti nel tempo dalla sua pubblicazione? Cosa non è invecchiato altrettanto? E cosa ne pensi di Miller come l'influenza determinante sul Batman moderno?

Annuncio pubblicitario

Caitlin Rosberg: Penso che l'atteggiamento di Miller nei confronti di un governo opaco sia uno degli elementi più intramontabili di DKR . Il suo assoluto disgusto per i politici e i loro gestori trasuda dalle pagine, e il suo ritratto di Reagan è particolarmente significativo. C'è molta ipocrisia da distinguere, luoghi in cui la mancanza di trasparenza e atteggiamenti dittatoriali sono accettati da alcuni personaggi ma non da altri, ma nel complesso Miller rifiuta completamente i politici, e penso che sia qualcosa da prendere molto sul serio alla luce di dove siamo ora politicamente. C'è anche una chiara feticizzazione delle trappole del fascismo che penso sia importante discutere nel contesto della politica moderna, il desiderio di lasciare che qualcun altro guidi e decida per combattere il male invisibile che ci circonda. Sono andato alla scuola di specializzazione appositamente per parlare DKR e il suo ruolo nell'atteggiamento mutevole verso gli antieroi e come questo si riflettesse sulle realtà e sulle storie politiche dell'epoca, quindi potrei andare avanti su quell'argomento per ore se nessuno mi ferma.

Annuncio pubblicitario

La cosa che davvero non regge bene in DKR e francamente la maggior parte del lavoro di Miller riguarda qualsiasi personaggio che non sia un ragazzo bianco. I personaggi femminili sono relegati a madre, fanciulla o vecchia come esemplificato rispettivamente da Sarah Gordon, Carrie Kelly e Selina Kyle; ogni donna, anche quella ipotetica minacciata dai mutanti, viene anche sfacciatamente usata come foraggio da frigo. Carrie e il commissario Ellen Yindel sono entrambi confusi per gli uomini e vestiti con abiti classicamente maschili per la maggior parte del libro, ma sono anche entrambi destinatari di un classico ma lei è una donna, sono obiezioni troppo pericolose. Bruno, spero che sia superfluo dirlo, è incredibilmente problematico e spero di non vedere mai più qualcosa di simile a quel personaggio, o il modo in cui è stata trattata. Allo stesso modo, le poche menzioni di persone di colore, e ancor meno le apparenze reali, non sono fatte con alcuna reale indicazione che Miller pensa che le persone di colore esistano nella stessa realtà che fa lui, con forse l'eccezione dell'uomo razzista e litigioso che finisce in un collare nel quarto numero.



Annuncio pubblicitario

Per quanto riguarda l'eredità di DKR , ho sentimenti contrastanti sul libro ma non vorrei rinunciare alle cose che ha ispirato. Senza DKR , dubito che avremmo Batman Oltre o l'eccellente ma presto per finire di Snyder e Capullo Batman run, che condivide più di alcuni punti in comune con DKR . Per quanto non mi piacciano le parti veramente terribili di DKR , direi che a questo libro in particolare può essere attribuito il merito di aver contribuito a stabilire i fumetti come un mezzo da prendere sul serio come letteratura sia dai fan che dagli accademici.

Shea, con dove si trova l'industria in questo momento, pensi che l'impatto e l'influenza DKR ha avuto sulla cultura popolare è aumentata o sbiadita nel tempo? Hai un esempio di qualcosa di ispirato o influenzato da DKR è un preferito in particolare?

Annuncio pubblicitario

Hennum di karitè : L'unica cosa più influente sui fumetti di supereroi moderni è quella di Alan Moore e Dave Gibbons Watchmen . non lo direi DKR l'influenza di 's è svanita nel corso degli anni, ma esiterei anche a dire che è aumentata. Non riesco a pensare a un altro fumetto di Batman così ampiamente e universalmente raccomandato, elogiato e difeso, ma non è come se quell'adorazione fosse un fenomeno nuovo. Oliver ci ha aperto dicendo che DKR ha cambiato per sempre il corso dei fumetti e credo che nessuno di noi, che ci piaccia o meno il libro, non sarebbe d'accordo. Senza questo particolare marchio di supereroi, è difficile immaginare che persone come Brian Michael Bendis o Mark Millar o Ed Brubaker abbiano uno spazio per loro nei fumetti di supereroi.

Annuncio pubblicitario

Cosa c'è di fastidioso? DKR l'influenza di , tuttavia, è ciò che le persone amano trarne. Frank Miller non è Ingmar Bergman, o Alejandro Jodorowsky, o nemmeno Kathryn Bigelow: non si è prodigato nell'oscurità commerciale sfornando queste opere straordinarie e interessanti che solo i critici o altri artisti hanno visto. Lui è Michael Bay. I suoi fumetti hanno avuto un tale successo, e così rapidamente, e in una sfera così populista dell'industria, che l'unica cosa che gli editori erano interessati a replicare erano le vendite. E come avevano intenzione di farlo? Replicando la superficialità. Nessuno ruba DKR la griglia di 16 pannelli o la sfumatura o la complessità dei colori di Lynn Varley o gli inchiostri aggressivi e pittorici di Klaus Janson. Nessuno ruba la meta-mediazione della televisione come pannello, che è questa avvincente meditazione sul modo in cui la comunicazione di massa catalizza e poi modella un discorso.

Annuncio pubblicitario

Ciò che rende il libro così degno di essere rivisitato sono queste cose strutturali, questi piccoli dettagli con cui Miller riempie la sua Gotham City. Ad esempio, rileggendo il libro per questo, sono rimasto stupito dalla rapidità ed efficacia con cui Miller è stato in grado di vendere il Joker con un'ossessione fisica e sessuale per Batman. È una parola e un disegno, ma funziona così bene. È frustrante il modo in cui le persone guardano a ciò che rende questo libro davvero avvincente, optando invece di usare molto i colori marrone e grigio o riff acriticamente sulla sua violenza e brutalità. Non è dissimile da come tutti leggono Watchmen e ho pensato A-ha! cosa questo? Sfidanti dell'ignoto bisogni comici è più violenza sessuale!

La mia riflessione preferita su DKR è di Pat Mills e Kevin O'Neill Marshal Law: Regno dei ciechi a causa di ciò. Nel Regno dei ciechi , Mills e O'Neill hanno ricevuto molte delle critiche che hai avuto nei confronti del Batman di Miller, Caitlin. Il loro pastiche è un sociopatico sadomaso che elogia esplicitamente il fascismo e iperbolizzano Batman mettendo in pericolo i bambini facendo in modo che il loro personaggio prosciughi il sangue dei suoi reparti per rimanere giovani. Hanno preso quell'ormai archetipico Batman e ne hanno parlato in modo critico e avvincente.

Annuncio pubblicitario

J.A., ho menzionato il mio amore, o almeno il mio fascino, per i ritornelli corali e televisivi di Miller, ma le persone di solito citano questo è un aspetto del libro che non è davvero invecchiato bene. Per te, questa tecnica, o la densità della narrazione di Miller in generale, eleva o ostacola il libro?

Annuncio pubblicitario

J.A. Micheline: non mentirò. Lettura Il ritorno del Cavaliere Oscuro è una faticaccia e molto ha a che fare con la struttura. Posso apprezzare la critica di Miller ai mass media e al suo ruolo nella società, ma pannello dopo pannello di reportage testuali non è una grande esperienza di fumetti. È faticoso leggere. E forse qualcuno dirà che non sono un comico hardcore abbastanza per ottenere ciò che Miller stava cercando di fare o per resistere allo sfinimento per capire il suo punto, ma per essere franco, se volessi leggere 16 vignette piene di testo 200 volte finita, passerei direttamente alla prosa. O in realtà, guarderei solo il cartone animato.

Annuncio pubblicitario

La mia prima esperienza con Il ritorno del Cavaliere Oscuro era forse quattro anni fa ed ero stanco di leggerlo nel 2012 come lo sono ora. Ma non molto tempo dopo, ho anche guardato l'animazione in due parti della DC. È sicuramente un adattamento imperfetto, ma ho subito notato quanto meglio la critica dei media si è rivelata nel formato animato. Funziona meglio perché è il modo in cui consumiamo il tipo di media DKR stava criticando. È molto più naturale dei blocchi di testo che non imitano realmente l'esperienza reale. Molto meno stancante.

Ovviamente c'è una conversazione qui sul lavoro richiesto per godersi un'opera d'arte e se quel lavoro ne vale la pena. Dopotutto, il punto finale di questo elemento - che è, come dice Oliver, che le reti televisive fanno parte dell'arsenale utilizzato per sottomettere la popolazione e rafforzare un particolare status quo - è uno che non solo regge, ma è diventato sempre più rilevante con il passare del tempo. di. Ma il problema è che il lavoro aggiuntivo richiesto non contribuisce all'esperienza complessiva. Se sto lavorando più duramente del solito per leggere un fumetto, deve esserci un motivo tematico o narrativo. Perché mi fai fare questo? Non può essere solo bene, il contenuto è buono. Deve esserci un punto nel farmi lavorare se gli stessi punti possono essere trasmessi in un formato più snello. La complessità fine a se stessa è frustrante e noiosa.

Annuncio pubblicitario

Shea, hai ragione nel dire che c'è molta ricchezza non sfruttata in DKR , ma tra questi non conterei né la griglia a sedici pannelli né l'ampio adattamento della televisione.

Annuncio pubblicitario

Abbiamo parlato molto dell'influenza sull'attuale panorama dei fumetti, ma in realtà sono interessato al ruolo di questo fumetto come entità astorica. Posso vedere cosa ha fatto per i fumetti andando avanti, nel bene e nel male, ma abbandoniamo l'eredità e l'influenza per un secondo. Il tempo è lineare ma, come ti direbbe Rust Cohle, è anche un cerchio piatto. DKR esiste ora, allo stesso tempo dei fumetti da cui è influenzato, il che significa che molti lettori arriveranno a quelli ben prima di arrivare a questo. L'ho fatto sicuramente.

La comunità dei fumetti spesso loda DKR come una lettura obbligata perché ha cambiato per sempre la forma dei fumetti di supereroi, ma ora mi chiedo. Oliver, cosa ne pensi DKR compiuto che lo rende così intoccabile? Che cosa ha fatto che i fumetti successivi non hanno fatto di meglio?

Annuncio pubblicitario

TU: Riguarda il sottotesto. Miller si tuffa in profondità nei temi sottostanti che definiscono Bruce Wayne e Batman (oltre a Superman e ai cattivi chiave assortiti) e li riporta in superficie, rendendo DKR uno studio completo del personaggio che è allineato con ciò che è venuto prima, ma molto più ambizioso e severo nel modo in cui si avvicina al materiale psicologico. È uno dei primi tentativi di decostruzione dei supereroi, ed è ancora uno dei più forti, soprattutto perché quella narrazione pesante ti mette davvero nella testa di Bruce. Non è un posto piacevole dove stare, e mi chiedo se Miller intendesse esaurire il suo pubblico con quanto sia opprimente la mentalità di Bruce.

Annuncio pubblicitario

Non sono completamente d'accordo con J.A. sulla struttura, e anche se a volte lo trovo decisamente laborioso, ci sono momenti in cui funziona molto bene per mostrare quanto Bruce sia tormentato dal suo trauma infantile. Penso principalmente alla sequenza di due pagine per lo più silenziosa nel numero 1 in cui Bruce ricorda l'omicidio dei suoi genitori, una scena che abbiamo visto più e più volte nelle storie di Batman, ma raramente con l'impatto che Miller ha portato ad essa entrambi DKR e Batman: Anno Uno . Le due pagine DKR La sequenza sottolinea come Bruce abbia sezionato ogni minimo dettaglio di quell'evento e li riviva così spesso che non sono stati affatto offuscati nella sua memoria. Il ritmo non funziona sempre, ma Miller ha chiaramente un'idea molto specifica in mente per quale dovrebbe essere il ritmo, e per me questa è la migliore influenza di DKR sui fumetti di supereroi. Il pugno uno-due di DKR la griglia di 16 pannelli e Watchmen La griglia di 9 pannelli ha ispirato i creatori a iniziare a prestare maggiore attenzione a come sono disposti i pannelli e a come ciò influisce sulla narrazione, ispirandoli a impegnarsi maggiormente nella struttura dei loro libri.

Annuncio pubblicitario

Come ha detto Shea, un grosso problema con i fumetti di supereroi che è arrivato sulla scia di DKR era che per lo più imitavano gli elementi superficiali della storia; gli artisti hanno ridisegnato i personaggi per dare loro un aspetto più spigoloso, la violenza è diventata più grafica e gli eroi torturati sono diventati la norma. Il Batman di Miller si è distinto perché altri importanti supereroi Marvel e DC non erano stati interpretati con questo livello di oscurità e grinta prima, ma quella cupa trasformazione ha perso impatto man mano che sempre più eroi lo attraversavano. Penso che l'ultima imitazione fallita di DKR è Kaare Andrews ' Spider-Man: Reign , un fumetto che è probabilmente più famoso per aver fatto morire di cancro Mary Jane Watson-Parker dopo essere stata esposta allo sperma radioattivo di suo marito. Andrews imita DKR 's stile artistico e desolante, storia apertamente politica, ma sta solo colpendo gli stessi ritmi di Miller e compagnia con i personaggi di Spider-Man, facendo sembrare vuoto l'intero sforzo, non importa quanto Andrews cerchi di scioccare il lettore.

Spider-Man: Reign

Annuncio pubblicitario

È la terza volta che leggo DKR dopo essere stato introdotto al liceo e averlo rivisitato al college, e il cambiamento più grande che ho notato nella mia reazione è che non mi schiero più con Batman in questa storia. Potrebbe non uccidere, ma la violenza genera solo altra violenza, e il rifiuto della riabilitazione da parte di Miller come soluzione praticabile ai problemi di Gotham dice molto sul sistema di assistenza sanitaria mentale fallito degli Stati Uniti. Caitlin, come ti senti riguardo a questo aspetto di DKR ? Vedete dei meriti nell'approccio di Batman nell'affrontare l'elemento criminale di Gotham?

CR: Scherzo sul fatto che la mia sigla dovrebbe essere Opinioni impopolari ed emozioni complicate, ma DKR e in particolare la sua rappresentazione della violenza e della malattia mentale potrebbe farmi scrivere un'intera colonna sonora. Voglio credere che Miller stesse cercando di dire qualcosa sul modo in cui la politica dell'era Reagan criminalizzava la malattia mentale, in particolare per i veterani senzatetto e le popolazioni emarginate, ma onestamente non credo che sia capace di quel tipo di empatia. DKR è semplicemente profondamente, paralizzante cinico su tutto. Ritrae la malattia mentale come incurabile, credendo che le persone si divertano come il Joker o soccombono ad essa loro malgrado, come Harvey Dent e Batman. Anche l'eroe è ossessivo ed emotivamente rachitico più o meno allo stesso modo di Dent, ma poiché i suoi demoni interiori aiutano le persone (per la maggior parte) ha abbastanza supporto, o almeno abbastanza persone che chiudono gli occhi, per continuare a fare quello che sta facendo. Il suo comportamento è guidato da istinti fascisti e dal culto della personalità come quello del mutante capo o di Harvey, ma va bene così. perché è un eroe.

Annuncio pubblicitario

Questo cinismo è una delle parti più deboli del lavoro di Miller in generale, non solo in DKR . Quando ho letto per la prima volta DKR a 19 anni, questa convinzione che tutto fosse irrevocabilmente rotto sembrava cresciuta e sexy. L'idea che ci fosse sempre la morte in attesa e l'unica differenza era se ne avevi una buona o meno era potente. Dieci anni dopo mi sento triste sia per Miller che per il suo Batman.

la ragazza incontra le recensioni del mondo
Annuncio pubblicitario

Quello che mi ha sempre colpito di Batman in realtà non è che sia solo o cupo o anche particolarmente oscuro, è che il personaggio è fondato non sulla paura, ma sulla speranza. Vuole spaventare i criminali affinché non commettano più crimini, ma Batman è al centro delle cose un ragazzino spaventato, congelato nel tempo, che spera disperatamente di poter cambiare le cose in meglio in modo che nessuno debba soffrire come lui. Più di molti altri personaggi dei fumetti, Batman si costruisce una famiglia, un cast di supporto che intraprende felicemente e prontamente la sua missione di curare la sua città dalla violenza non abbassandosi allo stesso livello di tutti gli altri. Mentre Miller mantiene il disgusto del personaggio per le armi, si crogiola nella violenza orgiastica, dimenticando che Batman è prima di tutto il più grande detective del mondo, non il più grande attaccabrighe del mondo. L'Arkham Asylum esiste e continua ad essere popolato perché Batman e la sua Bat-fam credono che ci sia una possibilità per tutti di essere redenti, ma Miller è bloccato a insistere ossessivamente sul fatto che non esiste una cura per la malattia mentale o il crimine (forse che sono uno nello stesso), e che l'unico modo per avere successo è che Batman viva per sempre. Non credo che lo stesso Batman ci crederebbe, nei suoi giorni buoni.

Annuncio pubblicitario

Non sono del tutto sicuro di capire cosa c'è in questo personaggio che si presta al cinismo. Miller mette chiaramente la sua impronta su Superman, e in seguito anche su Wonder Woman, ma non sono così amari e diffidenti come il suo Batman. Shea, perché pensi che Batman sia il personaggio preferito, non solo per? DKR ma questa continua tendenza di narrazione oscura e pessimistica?

SH : Per questo libro in particolare, penso che Batman abbia rappresentato un personaggio perfettamente adatto alla sensibilità di Miller. Qui, Batman è un vero e proprio personaggio fascista, ma non è Miller a portarlo in tavola. La storia di Batman è quella che privilegia esplicitamente la legge e l'ordine su cose come le libertà individuali, il processo con giuria, il giusto processo, tutte le caratteristiche di un sistema di giustizia penale liberale e democratico. Anche il Batman di Mark Waid e Alex Ross' Kingdom Come ha come telos supereroico lo stato nazionale di sorveglianza di massa sorvegliato da robot incorruttibili e sempre vigili.

Annuncio pubblicitario

Più emblematico della politica di Miller, tuttavia, e ciò che distingue questo libro dalle altre opere che spiegano quel sottotesto, è che il suo Batman non si sbaglia. Il suo Batman è giusto e buono e proprio ciò di cui il mondo ha bisogno. DKR è pieno di questi piccoli momenti che non deridono così sottilmente chiunque possa criticare i mezzi o i fini di Batman. Chiunque pensi che Batman sia la causa della malattia mentale dei suoi cattivi viene ucciso. Qualsiasi passante innocente che pensa che Gotham City debba avere più fiducia nelle istituzioni democratiche: Oh, beh, non vivrei mai a Gotham City. E questo è un tema che ricorre in tutto il lavoro di Miller: questa paura/disgusto/odio/odio per l'ignoto militaristica di destra o la riluttanza a rischiare danni permettendo all'ignoto di persistere.

Annuncio pubblicitario

Quindi il sottotesto stesso del personaggio dà a Batman una certa facilità nell'analizzare determinati argomenti. Sono sicuro che Christopher Nolan, il cui Batman è allo stesso modo un re filosofo platonico, ha sentito lo stesso strattone che ha sentito Miller. D'altra parte, penso che scrittori e fumettisti (anche registi come Tim Burton) abbiano introiettato questo pablum su Batman che ha queste tendenze sadomasochistiche o su come lui e la sua galleria di ladri sono questi complessi casi di studio psicologici, che attribuiscono ai personaggi molta più profondità di quanto non siano mai stati realmente scritti. È difficile per me rispondere alla tua domanda per questo motivo, perché penso che un lungo periodo di auto-mitizzazione abbia trasformato la percezione pubblica di Batman in questa cosa che può davvero funzionare, o esiste per funzionare, in questa modalità. E così le persone continuano a raccontare queste storie in quella modalità. È come chiedere perché così tante persone mettono il ketchup sulle patatine fritte, immagino. Qualcuno ha iniziato a farlo, e ora tutti accoppiano i due nella loro mente senza nemmeno pensarci, e questo li porta a impegnarsi in questo comportamento che si cementa ulteriormente nella loro mente e perpetua questo accoppiamento.

Annuncio pubblicitario

Parte di esso risale a quello che dicevo prima. Questo libro ha avuto così tanto successo e influenza da creare essenzialmente il moderno archetipo di Batman. Ora, poiché Frank Miller ha trovato un avatar adatto ai suoi interessi e alle sue idee, le persone (o almeno troppe persone) possono pensare solo all'interno di quella cornice.

Annuncio pubblicitario

J.A., si è accennato a Superman un paio di volte, ma non ne abbiamo davvero parlato. Cosa ne pensi dell'inclusione di Superman da parte di Miller (le sue divagazioni ci portano lontano da Gotham City e dal filo conduttore principale di Batman) e questa particolare dinamica Batman/Superman?

ORE: Non sono esperto di storia dei fumetti come gli altri, ma se DKR è il motivo per cui abbiamo preso decisioni cupe e grintose sui fumetti, sono pronto a scommettere che è anche il motivo per cui così tante persone (persone che non leggono i fumetti regolarmente, anche!) decidono che non sono in Superman. È un pensiero ereditato, come il modo in cui parli di ketchup e patatine fritte, ed è in realtà una combinazione di tutte le cose di cui hai appena parlato. Tutti questi elementi - estrema violenza, disgusto/mancanza di empatia per la malattia mentale, cinismo e oscurità generale - producono un ambiente narrativo in cui è molto difficile per un personaggio simile a Superman esistere senza sembrare vuoto o ingenuo. E questa è esattamente la critica con cui finisci DKR ; per il team creativo, Clark non è solo ingenuo, ma è la pedina di un governo vuoto. Si dice che sia più interessato all'immagine della giustizia che alla sua pratica, a condizione che tu sia d'accordo con l'interpretazione di Bruce come giustizia. Esiste nel fumetto per essere battuto e spezzato, per essere trovato carente rispetto a un Batman che è più in sintonia con ciò che il mondo è in realtà. Ancora una volta, a condizione che tu sia d'accordo con quel punto di partenza.

Annuncio pubblicitario

Quindi vai avanti veloce di un paio di decenni e ricevi estranei che ti dicono che non hanno davvero Superman e film scarsamente illuminati che dimostrano che anche Superman può essere grintoso. E ciò di cui la gente non si rende conto è che il problema non è Superman. Il problema siamo noi. Abbiamo incasinato gran parte del mondo narrativo abbracciando queste prese grimdark, anche se, ad essere onesti, penso che ci siano una serie di ragioni sociali, politiche ed economiche sul perché noi (non solo all'interno dei fumetti, ma nella società più ampia) li ha abbracciati in primo luogo, e ora stiamo dicendo che è Superman che è sbagliato. Diavolo, non mi importa nemmeno molto di Superman e sono abbastanza sicuro che sia il mio casino, non il suo. Forse il pasticcio era originariamente di Miller, ma a prescindere, sono io quello che continua a mettere il ketchup sulle mie patatine, sai?

Annuncio pubblicitario

Per quanto riguarda la dinamica intratestuale Batman/Superman, volevo davvero dire che quello che mi è piaciuto della ripresa è che i due erano amici nonostante la condanna narrativa dei metodi di Clark. Ma in realtà non lo sono. Non è meno che sono amici e più che Bruce si affida specificamente all'ingenuità di Clark senza alcun senso di rispetto per il suo ethos. Clark non è un amico tanto quanto un pezzo degli scacchi da manovrare per la sua convenienza. La sua gentilezza non deve essere tanto apprezzata quanto sfruttata, e Bruce è posizionato come giusto per farlo. Sono un po' spietato per quanto riguarda l'ingenuità dannosa, ma devo dire che non mi sta bene. Apparentemente, tra tutte le cose fasciste e apertamente cattive che Bruce fa in DKR , l'unica cosa che davvero non riesco a perdonare è il modo in cui tratta Clark come un mezzo per raggiungere un fine. Come... sconcertante. Ma, immagino che sia la conclusione logica, giusto? Scartare il superfluo; rispetta solo la Verità.

Annuncio pubblicitario

È questo che stiamo facendo ora, però, Oliver? I SuperFights™ fanno parte del DKR eredità? Questo spiega? Guerra civile , Guerra civile ANCORA , Captain America 3: Civil War , Batman V Superman: Dawn Of Justice … o saremmo sempre arrivati ​​qui?

Annuncio pubblicitario

TU: DKR non è stato il primo fumetto di supereroi ad avere eroi che si scontrano tra loro, ma è stato quello che ha mostrato agli editori l'attrattiva commerciale di avere i buoni che si affrontano a vicenda, il che ha reso la pratica più comune. Penso che siamo sempre andati in questa direzione, e poiché la distinzione tra bene e male diventa meno in bianco e nero per i supereroi, ha senso che inizino a rivoltarsi l'uno contro l'altro. Questo è un altro cambiamento che Watchmen ha giocato un ruolo importante nella proliferazione, e la storia di Alan Moore è radicata nel modo in cui le differenze filosofiche tra i compagni di squadra di supereroi danneggiano le loro relazioni nel tempo. DKR e Watchmen non erano solo popolari; sono stati anche accolti da un notevole successo di critica, che ha ulteriormente influenzato gli editori a rivolgersi a loro come ispirazione per storie future.

Sembra che i SuperFights™ siano particolarmente importanti quest'anno e guardarli temerario La seconda stagione incentrata su Punisher nello stesso mese di Batman V Superman mi ha già abbastanza esausto. Guardando queste storie come un riflesso della cultura in cui vengono raccontate, non credo sia una coincidenza che esordiscano tutte in un anno in cui gli Stati Uniti stanno diventando sempre più divisi lungo linee politiche, con entrambi i principali partiti politici attualmente impegnato in alcune intense lotte intestine. Il paese è fratturato e il suo intrattenimento popolare sta riflettendo il crescente scisma con gli eroi che si rivoltano l'uno contro l'altro.

ho guardato Batman V Superman tra un round e l'altro, e un effetto collaterale positivo del film è che mi fa apprezzare DKR Batman è molto di più rispetto a ciò che Ben Affleck ritrae sullo schermo. La colpa non è di Affleck, che è legato a una sceneggiatura di Chris Terrio e David S. Goyer che ha un fondamentale fraintendimento di Batman e della sua missione. DKR è una chiara influenza sul film, e mentre mi piaceva il modo in cui le teste parlanti della storia di Miller sono state incorporate nella sceneggiatura (anche se non ero d'accordo con il contenuto che stavano offrendo), mi sono sentito come Terrio, Goyer e il regista Zack Snyder alla fine ha preso le lezioni sbagliate da DKR . È qualcosa che è emerso più e più volte in questa discussione, e quando si tratta di imbastardire il lavoro di Miller, Batman V Superman fa un ottimo lavoro.

Annuncio pubblicitario

Oh, quanto desideravo la scena di Miller di Batman che rompe un fucile sul suo ginocchio e lo denuncia come l'arma del nemico mentre guardavo Batffleck abbattere i suoi avversari. Francamente, ho trovato inquietante vedere Batman spinto così lontano nel territorio del Punitore, e mi ha fatto arrabbiare che mi fosse stato chiesto di accettare l'uccisione come una soluzione praticabile per combattere il crimine, dal maledetto Batman di tutti i personaggi. Il modo in cui rappresentiamo i nostri eroi dice molto sulla nostra cultura, e i supereroi che uccidono aiutano a promuovere una visione del mondo che dice che va bene uccidere le persone cattive, il che è estremamente problematico perché le opinioni personali su ciò che è male variano notevolmente.

Annuncio pubblicitario

Caitlin, qual era il tuo principale? Batman V Superman da asporto per quanto riguarda il suo rapporto con DKR ? Pensi che traendo ispirazione da DKR fa parte del problema principale del film?

Annuncio pubblicitario

CR: Per mettere questo sul tavolo, non guardo un trailer da quasi 5 anni ed è completamente cambiato il modo in cui vivo i film in meglio. sono entrato in BvS sapendo solo che era un film di Snyder con protagonista la trinità. Questa completa mancanza di aspettative ha significato che ho trascorso la maggior parte del film piacevolmente sorpreso. Come ha detto Shea su Twitter, sono entrata pronta a appoggiarsi al pattino e mi sono divertito un mondo a farlo. Snyder e Goyer sono entrambi cinici creatori e stavano lavorando con materiale di partenza cinico. io odiato che Batman stava usando pistole, ma i primi cinque minuti sono stati i migliori Batman live-action che abbia mai visto. Un uomo, senza abito, senza Batmobile, nient'altro che feroce determinazione che si getta nelle fauci dell'orrore come non aveva mai visto prima perché le sue persone sono in pericolo, questo è il meglio in assoluto di ciò che Batman ha da offrire. Se Snyder e compagnia fossero rimasti fedeli a quella visione di chi sono i personaggi, penso che altre persone avrebbero apprezzato di più il film, ma io mi sono divertito.

Detto ciò, BvS ha fatto un lavoro incredibile nel mostrare la mania, l'ossessione e la paranoia che molti scrittori hanno sovrapposto a Batman in DKR e la sua scia. Lo trovo incredibilmente avvincente, mi piacciono gli strati menzionati da Shea. L'esplorazione della psiche di Batman sembra una fanfiction creata professionalmente, e io sono tutto questo. Ho apprezzato che Batman abbia detto ad alta voce che è sempre stato un criminale; sebbene parti del film fossero pesanti (un altro punto fermo di Snyder) e le riprese al rallentatore eccessive, penso che il film fallisca con Superman molto più di Batman, e per molte delle ragioni Shea e J.A. disse.

Annuncio pubblicitario

Le persone hanno questa idea distorta di chi sia Superman a causa di ciò che hanno letto nei libri di Batman, in particolare DKR . È il problema di Aquaman: nel contesto della storia di qualcun altro o di un libro di squadra, sembreranno sempre dei perdenti. Almeno questo SuperFightTM aveva senso (al contrario di Guerra civile ), mettendo due uomini con fondamentali disaccordi su chi è nella posizione migliore per proteggere le persone l'una dall'altra perché non si conoscono o non si fidano l'uno dell'altro, con un implicito 'ancora'. Penso che alla fine BvS il più grande fallimento di non è fare affidamento su DKR ma invece il fatto che Zach Snyder pensa di essere più intelligente di tutti gli altri ed è dipendente da un tono visivo troppo oscuro. Soffre di molti degli stessi problemi di ego di Miller e del Batman di Miller, e sfortunatamente si sono tutti aggravati; al punto precedente di Shea, sia Miller e Snyder sono Michael Bay con un filtro per lenti grintoso attaccato. Il problema era che molte persone sono entrate in questo film aspettandosi un Vendicatori film o volendo Paul Dini e Bruce Timm Batman... non sarebbe mai stato così, a prescindere dall'influenza di DKR .

L'altra cosa da cui mi sono allontanato BvS sensazione era che ci fossero punti di forza definiti che hanno superato alcune delle più grandi debolezze in DKR , in particolare per quanto riguarda i personaggi femminili. Shea, c'era qualcosa in? BvS che ti senti lasciato DKR dietro, qualcosa è cambiato in meglio dai 30 anni tra i due?

Annuncio pubblicitario

SH : Non direi sinistra DKR dietro di per sé, perché non direi che uno è necessariamente migliore rispetto all'altro, ma ho apprezzato il fatto che Snyder non fosse in debito con Miller quando si trattava della sua caratterizzazione di Superman. Alcune persone ovviamente avevano una repulsione per il Superman che vedevano in Uomo d'Acciaio – me compreso (all'epoca) – ma Snyder si stava indiscutibilmente avvicinando al personaggio in un modo che altri narratori non avevano (o almeno, non nella misura in cui Snyder era/è).

Annuncio pubblicitario

Nel Il ritorno del cavaliere oscuro , Miller sta condannando Superman. È diventato lo strumento interventista di una superpotenza neoconservatrice e neocolonialista, che Miller contrappone al fascista isolazionista di Batman (fratelli nell'albero genealogico di estrema destra, per così dire). Agli occhi di Miller, Superman rappresenta l'adesione infallibile a una Democrazia impotente, la cieca convinzione che la Democrazia sia buona e quindi si traduca sempre in una linea d'azione moralmente corretta. Non è cupo e grintoso; ha torto. Si sbaglia. È il fallimento di un sistema che passa la mano invece di agire. Ma Miller lo inquadra come del tutto laico (il leggero rifiuto randiano della superstizione che ribolle in superficie).

Annuncio pubblicitario

Nel mondo di Snyder, Superman non porta solo i significati comicamente superficiali del personaggio di Richard Donner. Snyder vede Superman come una figura messianica, in un contesto profondamente religioso e profondamente giudaico-cristiano. Non stiamo vedendo Superman attraverso gli occhi di Frank Miller, lo stiamo vedendo attraverso quelli di Snyder, e in realtà mette a confronto un Batman assurdo con un Gesù Cristo insicuro della propria efficacia. (E come Saulo di Tarso, Batman si converte.) Il Superman di Snyder viene costantemente definito divino e angelico, ma Snyder inonda anche il pubblico con croci e immagini di crocifissioni. La Lex Luthor di Jesse Eisenberg è Ponzio Pilato, il non credente interessato solo a dimostrare la fallibilità della sua vittima. Il culmine di Batman contro Superman è Superman che si martirizza per salvare l'umanità, e lo scatto finale è una presa in giro di una resurrezione. Dopo la sua morte, Lois culla il suo corpo in una pietà, una convenzione dell'arte bizantina e rinascimentale in cui Maria culla il cadavere di Gesù Cristo. L'epitaffio sulla tomba di Superman è anche un doppio riferimento a quello sulla tomba di Sir Christopher Wren (Wren era un architetto che ha letteralmente progettato chiese) e l'aforisma biblico che il Regno dei Cieli è tra di voi. Ci viene persino dato un Batman che funge da John, l'autore del Libro delle Rivelazioni, un uomo più anziano colpito da visioni scioccanti e confuse di un mondo consumato dal fuoco dell'inferno e popolato da demoni.

È discutibile se il Superman di Snyder funzioni o sia divertente, ma è innegabilmente il suo, distinto persino dal Superman di DKR Quello Uomo d'Acciaio e Batman V Superman sono così ovviamente in debito con.

Annuncio pubblicitario

DKR è, a questo punto, un libro che è intessuto nel mio DNA. J.A., come qualcuno senza quei particolari pregiudizi, pensi che dovremmo andarcene? DKR e il paesaggio che ha generato in passato? È tempo di porre fine all'era dell'immaginazione dei supereroi nel mondo reale e iniziare un'era diversa, qualunque siano le ossessioni e gli interessi di quell'era?

Annuncio pubblicitario

ORE: Esausto come lo sono io dalla maggior parte dei DKR , non avrei mai avuto molti dei fumetti che amo senza la sua influenza e non sono sicuro di cosa significhi lasciare un punto di riferimento come questo—ed è un punto di riferimento, anche se non mi interessa esso - dietro. Penso che sia diverso dalla scelta di andarsene, diciamo, Lo scherzo dell'uccisione , dietro a. TKJ ha fatto alcune scelte specifiche che non solo hanno incasinato specificamente un personaggio, ma hanno anche rafforzato qualcosa di molto particolare quando si tratta dell'uso narrativo dell'aggressione sessuale. A me, in partenza Lo scherzo dell'uccisione behind significa lasciarsi alle spalle e seppellire una specifica vena di storia del personaggio che non ha mai bisogno di tornare. Quando si tratta di questo, non è l'estetica o i temi o qualcosa del genere che deve andare: è la dannata trama! Non ho esitazioni su questo. Quella storia ha devo andare . Seppellirlo sei piedi sotto. Non tornare mai, non essere mai referenziato, di cui non si parlerà mai più.

Annuncio pubblicitario

Ma Il ritorno del Cavaliere Oscuro è diverso. E come abbiamo discusso, non è che il fumetto sia necessariamente un problema tanto quanto ciò che molti creatori sembrano averne tratto. Quindi quello che vorrei lasciarmi alle spalle è la superficialità e le scorciatoie. Non voglio cancellare completamente DKR l'influenza di 's sui fumetti tanto quanto vedere i creatori scavare nel perché DKR funziona, perché non lo fa, e interroga a fondo le ipotesi che fa mentre continuano a creare qualcosa di nuovo. Perché il fatto è che amo da morire l'estetica grimdark! Sto elaborando personalmente molte cose quando si tratta dell'intersezione tra violenza, giustizia e moralità, quindi queste brutte domande e brutte scelte e brutte persone sono importanti per me.

Annuncio pubblicitario

E per di più, il punto di vista di Miller non è solo questo; non puoi leggere il numero che è scritto fondamentalmente come una lettera di un padre a suo figlio, Dick Grayson, e continuare a pensare che Miller riguardi solo tristezza e rovina. Leggo troppo affetto ed emozione nel modo in cui si avvicina ai Robin menzionati - Dick, Jason e Carrie - per pensare che sia tutto ciò che è.

eroe o crimine d'odio

Il ritorno del Cavaliere Oscuro è un fumetto maturo, ma non nel senso in cui li usano le schede di valutazione dei film o dei videogiochi. È una fusione di termini. DKR è un fumetto maturo perché è un'opera ricca di temi ed emozioni. È stagionato come il formaggio o il vino; è saporito. La violenza e il cinismo non sono ciò che lo rende maturo o, se vuoi andare dalle classifiche, per gli adulti.

Annuncio pubblicitario

Quello che mi piacerebbe è che i fumetti di supereroi, e i loro adattamenti, si trasferissero in un'era in cui si esprime quel tipo di maturità. Non mi importa se parte del grimdark rimane—onestamente, ne ho troppo bisogno—ma non può essere tutto. Quindi, per questa nuova era dei fumetti di supereroi, lasciamoci alle spalle DKR eredità dell'essenzialismo di superficie. Abbracciamoci DKR l'eredità di sfumature, temi e, soprattutto, ambizione.