Clint Eastwood riemerge dalla pensione per un ultimo giro di droga in The Mule

DiJesse Hassenger 12/12/18 15:00 Commenti (61)

Foto: Warner Bros.

Recensioni B-

Il mulo

la direttrice

Clint Eastwood



Tempo di esecuzione

116 minuti

Valutazione

R

Lingua

Inglese spagnolo



Lancio

Clint Eastwood, Bradley Cooper, Michael Peña, Dianne Wiest, Alison Eastwood, Taissa Farmiga, Andy Garcia, Laurence Fishburne, Ignacio Serricchio

Disponibilità

Teatri ovunque 14 dicembre

Annuncio pubblicitario

Nei 10 anni trascorsi dall'ultima volta che Clint Eastwood ha recitato in uno dei suoi film, l'addio de facto della star del cinema Gran Torino , ha intrapreso uno dei periodi più avventurosi, sperimentali e prolifici della sua carriera di regista. (Ne fece anche un altro, addio da star del cinema meno efficace , diretto dal suo produttore e assistente alla regia di lunga data.) Sfortunatamente, questo periodo ha prodotto anche alcuni dei suoi film più deboli, un primo tour attraverso la storia americana recente e della metà del XX secolo che spesso sembra una versione distratta dei suoi migliori lavoro. Questa irregolarità potrebbe avere a che fare con il suo semi-ritiro dalla recitazione. Sebbene si sia comportato bene con altri attori (professionisti), lo stile di regia rilassato e senza fronzoli di Eastwood è, ovviamente, perfetto per il suo stile di recitazione più teso ma allo stesso modo semplice. Questo è più che evidente nel suo ultimo addio alla star del cinema, Il mulo . (Cerca un Eastwood di 98 anni per dire addio ancora una volta in un film del dicembre 2028 ancora senza titolo.)



Eastwood non è necessariamente una scelta ovvia per interpretare Earl Stone, un spietato veterano della guerra di Corea che apprezza la sua attività di fiori e l'accompagnamento di orticoltura, allontanandolo dalla sua ex moglie, Mary (Dianne Wiest), e dalla figlia, Iris (Alison Eastwood , la vera figlia di Clint). Earl è basato su una figura della vita reale, anche se abbastanza vagamente da giustificare un cambio di nome completo, e mentre la sua irritabilità e il suo razzismo sembrano personalizzati per Eastwood, il suo fascino allegro e buono a nulla sembra più simile a Paul Newman o Robert Redford del periodo successivo. Anche il ragazzo d'oro Redford tende ad apparire un po' più birbante all'inizio; ci vuole un po' di tempo per rendersi conto che il divertente e gentile interesse di Earl per le cene di premiazione dell'orticoltura dovrebbe essere crudelmente negligente nei confronti della sua famiglia.

Affrontando momenti difficili nei suoi affari (Accidenti a Internet! non è una linea di dialogo esatta, ma quasi così) e la sua promessa di aiutare a pagare il matrimonio di sua nipote (Taissa Farmiga), Earl mette in gioco il suo amore per la strada americana in un improbabile concerto che consegna droga per un potente cartello. Il lavoro è semplice: trascina il suo furgone malconcio in un negozio di pneumatici, lascia che alcuni ragazzi del cartello mettano un pacco nel suo pianale coperto, percorre vari percorsi panoramici attraverso vari stati e parcheggia il suo veicolo in un parcheggio di un motel , dove viene ritirata la droga e riceve una busta di contanti. Presto sta pagando per un camion più carino, l'open bar al matrimonio di sua nipote, e in una versione particolarmente adatta agli anziani del vivere in grande, la salvezza del suo VFW locale e le loro chiassose serate a polka.

Una volta che Earl inizia nel business della droga, Eastwood inizia a dividersi tra le sue missioni rilassate e gli sforzi di due ragazzi della DEA (Bradley Cooper e Michael Peña) per arrestare il mulo del cartello, che non si rendono conto è un novizio di ottant'anni che scrive messaggi. infastidisce alcuni dei suoi gestori con deviazioni non programmate per sandwich di maiale stirato. A un certo punto, Cooper ed Eastwood si incontrano in un bar che non è diverso dalla versione speciale per mattinieri della scena del ristorante in Calore .

G/O Media potrebbe ricevere una commissione Compra per $ 14 al Best Buy

Foto: Warner Bros.

Abbastanza è cambiato culturalmente in un decennio che il personaggio di Eastwood che scherza con gli spacciatori di droga latini o si riferisce casualmente a una coppia nera come negri sarà accolto meno calorosamente della brizzolata costruzione di ponti di Gran Torino ; come in quel film, le bande popolate da minoranze incombono minacciose, non del tutto controbilanciate da alcune facce amichevoli non bianche. Ma mentre questo materiale non è sempre gestito con grazia, i ragazzi del cartello non sono in definitiva i veri cattivi del pezzo, come Il mulo si concentra sui tentativi tardivi di Earl di sistemare le cose con la sua famiglia, più che sugli scontri con le immagini del crimine. (Il rapporto di Eastwood con i membri del cartello di livello inferiore è genuino, persino caloroso, anche se implica che la vera misura del valore di una persona è se si sente a suo agio a scherzare con un personaggio di Clint Eastwood o meno.) Se gli spacciatori sono caricature, lo è anche la figlia scostante di Earl, poiché la povera Alison Eastwood deve passare dalla rabbia ribollente all'affetto in pochi istanti, con poca umanità nel mezzo.

Annuncio pubblicitario

Il film inoltre non è acritico nei confronti del razzismo di Earl, sebbene Eastwood conservi naturalmente sia la sua ira che la sua simpatia per incidenti legati alla razza che non coinvolgono direttamente i pregiudizi di Earl, come il poliziotto meschino che arriva in faccia ai gestori di Earl per nessun vero ragione, o il personaggio dalla pelle marrone il cui camion viene scambiato per Earl's. Mentre spiega freneticamente ai poliziotti che statisticamente, questi sono i cinque minuti più pericolosi della mia vita, Eastwood tratta la sua paura con rispetto, un'eco debole ma apprezzabile dei suoi film degli anni '90 come Un mondo perfetto che considerano i costi sia delle supposizioni che della violenza.