Chiama l'ostetrica: Baby Snatcher

DiBrandon Nowalk 21/10/12 20:00 Commenti (52) Recensioni Chiama l'ostetrica B

Ladro di bambini

Episodio

4

Annuncio pubblicitario

Tralasciando il fatto che l'episodio si chiama Baby Snatcher, non è un buon segno quando non ci sono più gravidanze a metà di uno spettacolo sulle ostetriche. Il bambino che viene consegnato viene rapito e l'altro muore insieme alla madre a causa dell'eclampsia. Naturalmente, tutto va per il verso giusto, il che significa che Cynthia si unisce ai romantici nella loro fede nell'anima gemella, e Jenny salva il bambino rapito. Si scopre che Mary, l'ex prostituta, ha rapito il bambino per sostituire il suo. Dice a Jenny che posso prendermi cura di Kathleen meglio di chiunque altro. La amo. L'ironia è travolgente, ed è questo che rende Baby Snatcher così affascinante. Per un momento, Chiama l'ostetrica è pronta a rovesciare il suo intero sistema di credenze.



Non è solo che l'episodio si svolge così tragicamente per così tanto tempo tanto per cambiare, anche se lo fa. Fortunatamente, ogni momento non trascorso con i pazienti della settimana è pieno di vita. Chummy e Noakes escono, quindi Trixie si rende utile con una lunga ed esilarante sequenza di consigli sugli appuntamenti come guardare il tuo appuntamento attraverso le ciglia. Nel frattempo le ostetriche più giovani origliano la telefonata di Jenny con Jimmy, dando a Jenny l'opportunità di recitare una vera e propria routine di Stan Freberg: cosa? Da solo per tutto il weekend? Non potremmo, Jimmy! Alla fine vanno tutti a ballare nel locale più swingante della città, anche se la maestosità delle danze-acrobazie è diminuita grazie alla gioia -editing in stile. Anche suor Bernadette si toglie l'abito e si scioglie i capelli, tentata di unirsi a loro, di agghindarsi e passare una serata spensierata tanto per cambiare. Inutile dire che Baby Snatcher stabilisce una gioiosa linea di base per la vita delle ostetriche, giocando delicatamente ai margini delle storie principali.

La trama del titolo, invece, è Chiama l'ostetrica al suo meglio. Una figura oscura osserva una nuova madre e, quando la madre si gira, la figura svanisce. Più tardi la figura guarda attraverso la finestra mentre la madre gioca con sua figlia. Dopo il rapimento, quando finalmente vediamo la tana del rapitore, viene trattata come il posto di Buffalo Bill in Il silenzio degli innocenti , un'umida cacofonia di eventi innaturali. Non vediamo quasi nulla, quindi ci rimangono i significanti: il pianto incessante di un bambino, i vetri rotti, il latte che fuoriesce dalle pareti e un suono impetuoso per evidenziare l'intensità. Chiama l'ostetrica è irrimediabilmente moderno di regola, ma non avrei mai pensato di paragonarlo a un procedurale della CBS.

Ma poi scopriamo che è Mary, e improvvisamente tutto cambia. Certo, c'è uno spot di social-medicina qui: se non fosse stato per il lavoro particolare delle infermiere e delle ostetriche distrettuali, le circostanze attenuanti di Mary non sarebbero mai emerse in sua difesa. Ma l'obiettivo principale è molto più profondo. Improvvisamente l'episodio interroga l'idea che, per essere un po' disinvolti, l'amore vince su tutto. Al suo meglio, Chiama l'ostetrica rende concreto il potere dell'amore, come nella storia di Ted di Maybe A Baby, ma il sentimento generale è più caratteristico. Qui, però, Mary dice che è la migliore infermiera per quel bambino perché la ama, anche se la sta chiamando con il nome sbagliato, non riesce nemmeno a farle bere latte e vive dentro una canzone di Decemberists. Nel respiro successivo, sta minacciando di uccidersi se qualcuno prende il bambino, quindi è giusto dirlo Chiama l'ostetrica non sta per richiedere rinforzi di voice over sul potere senza rivali dell'amore materno in ogni situazione. Nel frattempo, un uomo dà a sua moglie il permesso di morire e torna da solo in una fila infinita di case a schiera. L'unica cosa che l'amore sta conquistando è Chummy e Noakes.



G/O Media potrebbe ricevere una commissione Compra per $ 14 al Best Buy

Povera Maria. Anche dopo aver urlato in The Browne Incident, non credo di aver capito quanto le addolora vedersi portare via suo figlio, sentirsi dire da questa burocrazia monolitica, rappresentata dalle uniche persone che l'hanno aiutata, che non è adatta la cosa più naturale del mondo, la maternità. l'ho detto Chiama l'ostetrica complica la sua politica per la prima volta in quella scena, ma ero troppo concentrato sul benessere del bambino per pensare molto alla madre. Due episodi dopo, è devastante vedere Mary cadere di nuovo nelle crepe. È così inevitabile. Allo stesso tempo, Jenny è determinata a catturare Mary con la rete di sicurezza sociale e chiede clemenza per conto di Mary. La prigione l'avrebbe distrutta; il consiglio potrebbe benissimo salvarla.

Nel frattempo, tutta la fortuna viene spesa per portare casualmente Cynthia a David subito dopo che Margaret si è impadronita dell'eclampsia. Poi Margaret perde il suo bambino, soffre nei suoi ultimi giorni e alla fine muore, mentre David lascia andare la sua anima gemella. Cynthia riesce a dare un volto ottimista alla storia, ma appartiene quasi a uno scaffale con Nicholas Sparks e David Nicholls. È come Chiama l'ostetrica non si rende conto che la tragedia è importante in sé e per sé. Dopo tutti quei successi ravvicinati, Chiama l'ostetrica prende sul serio la morte di una madre e di un bambino. Nemmeno la vista di Mary accanto a quella finestra rotta fa male quanto l'inquadratura di David che arriva a casa non da un membro della famiglia ma da uno giù. È così solo che non c'è nemmeno un'altra macchina nel quartiere. Allora perché questo ha bisogno di un pulsante con una faccina sorridente alla fine? Non c'è nulla di confortante in questa situazione a breve termine, ma porta Cynthia a trovare conforto in un senso romantico del destino, così buono per lei? La storia di David è la lotta, qui. Laddove ognuno ha una serie indipendente di desideri nella trama di Mary, purché l'attenzione qui sia su Cynthia, David è una bella lezione di carezze invece di un essere umano vivo e respirante. Comunque seriamente Chiama l'ostetrica sta complicando le sue premesse, trasformare le persone in esempi sembra controproducente. Se c'è una morale da cui trarre conforto, è che i vedovi e le vedove sopravvivono. Ed è una lotta molto più complicata del semplice credere nell'anima gemella.

Annuncio pubblicitario

Osservazioni vaganti: