Nel bene e nel male, il remake di Svolta sbagliata prende delle svolte insolite

DiKatie Rife 24/2/21 23:00 Commenti (50) Avvisi

Foto: Saban Films

Anche per un film slasher, del 2003 Svolta Sbagliata è elementare nella sua efficienza. Lo sforzo minimo viene espulso nell'impostazione della trama stalk-and-kill e i personaggi sono uniformemente unidimensionali. Nonostante, o forse proprio a causa di questa semplicità, spicca un elemento sottotestuale: proprio come i Sawyers in Il massacro della motosega del Texas , Svolta Sbagliata il clan di mutanti cannibali consanguinei (o cannibali mutanti consanguinei?) può quasi essere visto come un semplice contadino che difende la propria terra. Verso l'inizio del film, un gruppo di giovani odiosamente citati irrompe in una fattoria di montagna isolata con la scusa di trovare un telefono. Quindi procedono a rovistare tra gli effetti personali degli occupanti, aprendo i cassetti, palpando i cimeli di famiglia e annusando il Tupperware nel frigorifero come una banda di procioni arrapati. Quando un camioncino scassato arriva rumorosamente sul vialetto pochi istanti dopo, il loro destino è segnato. Forse se si fossero fatti gli affari propri e avessero continuato a camminare, sarebbero riusciti a scendere vivi dalla montagna.



Annuncio pubblicitario Recensioni Recensioni

Svolta Sbagliata

C + C +

Svolta Sbagliata

la direttrice

Mike P. Nelson

Tempo di esecuzione

109 minuti

Valutazione

R



Lingua

inglese

Lancio

Charlotte Vega, Adain Bradley, Bill Sage, Daisy Head, Emma Dumont

Disponibilità

VOD, piattaforme digitali e Blu-ray 23 febbraio



Questa lettura invertita dello scontro culturale del franchise è essenziale per il Svolta Sbagliata remake, scritto dallo sceneggiatore della serie originale Alan McElroy e diretto dall'esperto di genere Mike P. Nelson (da non confondere con il lungo MST3K ospite). È una visione ipocrita del concetto di bagno di sangue che ha più temi di un calendario di eventi di confraternite, e nessuno di questi si riunisce in modo coerente. Vagamente, il film parla di pregiudizio e non di giudicare un recluso dalla sua maschera da teschio, poiché il film inceppa la politica di guerra culturale, l'atteggiamento socialista, la tensione razziale e gli stereotipi degli Appalachi in una trama già troppo piena. Si può quasi sentire i tizi dell'orrore apolitici che si lamentano del fatto che non riescono più nemmeno a guardare i montanari che sventrano bionde bollenti senza che la politica svegliata si metta in mezzo.

E senza dubbio, Svolta Sbagliata La goffa attualità di 's segna immediatamente il remake come un prodotto della sua era, proprio come i jeans a vita ultra bassa con l'ombelico hanno fatto per l'originale. Come quel film, questo ruota attorno a una cricca condannata di ventenni escursionisti. C'è Jen (Charlotte Vega), l'ovvia ragazza finale la cui indecisione è trasmessa da un commento disinvolto su due master, uno in danza e l'altro in storia dell'arte. Il suo ragazzo, Darius (Adain Bradley), è un finanziatore idealista che ha rinunciato ai soldi di Wall Street per gestire un'organizzazione no profit sull'energia sostenibile. Sono accompagnati da altre due coppie: Milla (Emma Dumont), un oncologo intelligente, e il suo fidanzato, Adam (Dylan McTee), uno sviluppatore di app; e la coppia gay sottosviluppata Gary (Vardaan Arora) e Luis (Adrian Favela), che gestiscono due bistrot di New York City. All'inizio, sembra che ci troviamo in un esercizio di cattivo gusto da film slasher, sia che i redneck torturino i bambini o che i bambini torturino i redneck. Ma poi il film decide di catturare anche l'onda del folk-horror.

Foto: Saban Films

G/O Media potrebbe ricevere una commissione Compra per $ 14 al Best Buy

È venuto fuori che c'è una tribù che vive nel profondo dei boschi, ma non così in profondità da non poterci imbattere in loro dopo essere andati a poche miglia dall'Appalachian Trail, che ha costruito una società alternativa à la 2018 Apostolo , abbracciando la vita in comune e vestendosi come gli abitanti delle caverne dell'età della pietra anche se la comunità sarebbe stata fondata immediatamente prima della guerra civile. Se ti stai chiedendo se questa colonia si impegna in rituali di sangue, la risposta è ovviamente, anche se qui sono espressi nella giustizia biblica occhio per occhio piuttosto che nei riti pagani della fertilità del 2019 Mezza estate . Aggiungi Matthew Modine nei panni del padre suburbano di Jen vestito di Goretex in missione per trovare sua figlia scomparsa, e hai abbastanza trama per almeno due film, il che fa molto per spiegare Svolta Sbagliata è gonfiato di 110 minuti di autonomia.

Presumibilmente ispirato dalle contorte dinamiche morali del film di Ari Aster, Svolta Sbagliata divide i suoi brividi horror tra il gore grafico e la presentazione drammatica di scelte etiche impossibili. L'esecuzione è molto più cruda qui, tuttavia, con lezioni gonfiate sparse ovunque in modo che lo spettatore non possa perdere il fatto che ci sono implicazioni alla violenza. Nel mezzo, la cinematografia e il montaggio hanno il flash generico di uno spot pubblicitario per un farmaco con effetti collaterali mortali, o forse un'app che promette di interrompere le passeggiate nei boschi. Per quanto il film possa essere consapevole dei suoi motivi, è meno consapevole della linea tra inquietante e ridicolo. Prendi, ad esempio, la scena in cui un personaggio ansima, abbiamo dormito in un cimitero! mentre lo spartito trema e la telecamera si tira indietro per rivelare lapidi coperte di erbacce.

16 tonnellate parco sud
Annuncio pubblicitario

Ma anche se le sue numerose complicazioni si trasformano rapidamente in assurdità, Svolta Sbagliata merita un po' di credito per l'audacia con cui si discosta dalla sua ispirazione franchising. Questo non è un remake 'dipingi per numero'. E anche se sta succedendo troppo, il sangue è nodoso, la paranoia è palpabile e i personaggi, anche se a volte fastidiosi, hanno motivazioni e archi che hanno un senso. (Quelli che arrivano alla seconda metà, comunque.) E mentre il messaggio è in qualche modo entrambi senza senso e predicatorio, la trama è abbastanza selvaggia che puoi ancora apprezzare Svolta Sbagliata a un certo livello , se non come il ricco testo che aspira ad essere. Solo perché il film si prende troppo sul serio non significa che lo spettatore debba farlo. È meglio affrontarlo con un senso dell'umorismo.