I Beatles Just Got To Go?: 18 canzoni anti-Beatles

DiJason Heller 28/5/12 12:00 PM Commenti (1172)

1. Bill Clifton, pazzo dei Beatles
Sono passati 50 anni da oggi (più o meno qualche mese) che i Beatles sono diventati veramente i Beatles. Nel 1962,Pete Bestè stato sostituito daRingo Starr, e il primo singolo della band, Love Me Do, è stato rilasciato nel Regno Unito. I Beatles dovevano ancora diventare superstar negli Stati Uniti, tuttavia, quando il cantante bluegrass Bill Clifton registrò lo sarcastico e sfinito Beatle Crazy. Reagendo a ciò che vide durante un tour in Inghilterra del 1963, dove osservò il primo rossore della Beatlemania, Clifton aiutò a cementare quello che sarebbe diventato un fiorente micro-genere di musica popolare: la canzone anti-Beatles. Dopo che i Beatles presero d'assalto gli Stati Uniti nel 1964, decine di artisti pop iniziarono a registrare per - Canzoni dei Beatles, sperando di cavalcare le falde del gruppo in cima alle classifiche. Invece, Clifton ei suoi fratelli hanno scelto di brontolare. Pieno di risate avuncolari e cose stanche, Beatle Crazy prende alla leggera l'aspetto divertente dei Fab Four, la musica stupida e la fama travolgente, poi diventa violento alla fine: Beatles nel tubo di scarico, Beatles nel lavandino / Quei Beatles sono più intelligenti di alcune persone pensa, Clifton canta con un accento strascicato, Non riesco a liberarli / Qualcuno passerebbe il DDT? In poco tempo, milioni di adulti in tutta l'America scuotevano la testa e dicevano la stessa cosa, ignari del fatto che stavano assistendo alla nascita di qualcosa di più di una moda adolescenziale.

2. Allan Sherman, il pop odia i Beatles
Nel 1964, i Beatles avevano catturato l'immaginazione popolare e il disprezzo popolare. Il cantante comico Allan Sherman (di Hello Muddah, Hello Faddah immortality) è intervenuto con la sua canzone originale Pop Hates The Beatles. Cantata sulle note di Pop Goes The Weasel, condanna i Beatles nel modo più disinvolto e sprezzante: Ringo è quello con la batteria / Gli altri suonano tutti con lui / Ti mostra cosa può diventare un ragazzo / senza un senso di ritmo. È come se Sherman pensasse che i Fab Four non valessero tutto il peso del suo ingegno, o quello, o stava sottilmente prendendo in giro tutti i vecchi padri ammuffiti là fuori che odiavano questi stracci malconci che facevano strillare le loro figlie. Su Lo spettacolo di Dean Martin nel 1965, Martin e Vic Damone si unirono a Sherman per una versione di Pop Hates The Beatles, senza sapere (o forse profondamente temendo) che i Beatles e gruppi simili avrebbero eclissato i crooner come loro entro la fine del decennio.



3. I quattro preparativi, una lettera ai Beatles
I crooner non erano l'unica specie a rischio di estinzione dei Beatles. A metà degli anni '60, il quartetto di armonia tradizionale - di cui i Beatles erano sia un'estensione che una mutazione - poteva sentire i Fab Four schioccare alle calcagna. I banali Four Preps dal taglio a spazzola erano esattamente una tale combo, e la minaccia dei Beatles era sufficiente per far sì che il gruppo perfettamente pulito si abbassasse al fango: A Letter To The Beatles fa esplodere John, Paul, George e Ringo per averne rubato uno delle amiche dei Preps—che ottiene questa risposta quando cerca di unirsi al fan club dei Beatles: Devi mandarci 25 centesimi per una foto autografata / Una banconota da un dollaro per una tessera del fan club / E se spedisci subito / Ottieni una ciocca di capelli dal nostro San Bernardo. I tagli di capelli dei Beatles (o la loro mancanza) sono il frutto più basso nel regno della beffa anti-Beatles. Ma Letter ha innovato in un modo: ha lanciato la tendenza di rubare i ganci dei Beatles mentre strappava la band che li scriveva, in questo caso, I Want To Hold Your Hand, che Letter campiona liberamente.

4. Gli sterminatori, Beetle-Bomb
Il misterioso, poco conosciuto, gruppo per lo più strumentale The Exterminators si è specializzato nel tipo di numeri dance inclinati di R&B che erano enormi a metà degli anni '60. Un numero eccessivo di quelle canzoni portava titoli apparentemente anti-Beatles, tra cui Beatle Wig Party, Beatle Stomp e Stomp 'Em Out, il che era forse naturale, considerando il nome della band. Con The Beetle-Bomb, tuttavia, The Exterminators è diventato un po' più personale. Parodiando She Loves You così come gli accenti dei Fab Four (entrambi male), il gruppo improvvisamente vocale stabilisce un generico riff di surf come supporto per i suoi sentimenti anti-Beatle: Ehi, vecchio mio, non ti sto mettendo su / Qui vieni The Beatles, prendi la Beetle-Bomb! In seguito a questo zinger ci sono le crepe del rullante e il sibilo dei membri della band, destinati a suonare come qualcuno che alternativamente calpesta gli insetti e li spruzza con insetticida.

5. Keith e Ken, i Beatles devono appena partire
L'angolo dello sterminatore è stato raccolto in Giamaica, un'isola apparentemente non immune dall'infestazione mondiale dei Beatles, dal primo gruppo ska Keith And Ken. La loro canzone del 1964 The Beatles Just Got To Go si apre con alcune delle battute più orecchiabili della storia anti-Beatles: Mr. Exterminator / Questo non può aspettare fino a tardi / Il posto brulica di creature chiamate The Beatles / ma i Beatles devo solo andare. Avevano un manzo legittimo; rispetto allo ska, la musica dei Fab Four semplicemente non è perfetta sulla pista da ballo, o, come dicono Keith e Ken, stanno alterando il ritmo e la canna non può oscillare. Non che siano nemmeno fan dello stile vocale dei Beatles: se non smettono di gridare, inizieremo davvero a sparare. Chiudono la canzone con il ritornello di I Want To Hold Your Hand, modificato in Non voglio tenerti la mano / Non voglio tenerti la mano. Si può solo immaginare come si sentissero Keith e Ken quattro anni dopo, quando i Beatles pubblicarono la loro canzone pseudo-ska, Ob-La-Di, Ob-La-Da.



6. The Bug Men, Beatles, You Bug Me
L'oscuro gruppo The Bug Men ha condotto la propria piccola campagna per sradicare i Beatles con i Beatles, You Bug Me. Vieni da Liverwurst? / E hai quel suono torbido? il cantante della band ringhia prima di dichiarare patriotticamente: Dobbiamo sbarazzarci dello sciame dei Beatles / Hanno colpito qui come una grande tempesta. Anche la parodia dei Beatles incorporata nel lavoro di chitarra di You Bug Me, in particolare, un leggero cenno a I Saw Her Standing There, è in qualche modo sottile. Ma alla fine la band lascia sgorgare liberamente la sua gelosia nel ritornello: Beatles, mi dai fastidio / Non è giusto / Beatles, mi dai fastidio / Sei ovunque!

7. Homer e Jethro, li manderanno a casa
La maggior parte delle canzoni anti-Beatles cerca almeno di mascherare il motivo principale: l'invidia profonda. In un certo senso, quella sensazione era giustificabile. Molti artisti, come il duo country scherzoso Homer And Jethro, erano stati protagonisti di balli da fienile e honky-tonk per decenni, solo per vedere i Fab Four arrivare e sparare davanti a loro. A merito di Homer e Jethro, c'è un sottofondo di autoironia nella loro canzone anti-Beatles, Gonna Send 'Em Home. Dopo un twangy, cornpone takedown di quei quattro ragazzi pelosi... di Liverpool che si armonizzano come il vecchio mulo grigio di Johnson, il duo ammette il suo risentimento aperto: sono milionari, ci dicono / Ce l'hanno fatta durante la notte / E se pensi che noi sei geloso / Hai perfettamente ragione. (Su una nota più inquietante, Homer And Jethro in seguito ha registrato una versione beffarda di I Want To Hold Your Hand, solo con i testi rielaborati per riflettere atteggiamenti sorprendentemente misogini, anche considerando gli atteggiamenti del tempo.)

8. Brad Berwick, sono meglio dei Beatles
Il rovescio della medaglia della sfacciata invidia dei Beatles è I'm Better Than The Beatles di Brad Berwick, in cui il cantante perso nella notte dei tempi cerca di attaccare il suo carro dell'odio alla stella nascente dei Fab Four. Col senno di poi, l'arroganza è deliziosa; facendo una passabile imitazione dei Beatles che incorpora alcune leccate rockabilly sorprendentemente potenti, Berwick ostenta il suo complesso di superiorità con la linguaccia con fermezza: Compreranno tutti i miei dischi che possono trovare in ogni negozio / Posso farlo da solo, e con loro prende tutti e quattro, si vanta. Poi lascia che la sua immaginazione megalomane scappi via con lui: ora Ringo venderà la sua batteria e farà da autista alla mia nuova macchina / Paul e John mi taglieranno il prato mentre George mi accorda la chitarra.



9. Roy Ruff And The Checkmates, Beatle Maniacs
Prima di continuare a produrre numerosi dischi di successo per alcuni dei più grandi nomi della musica country, la coorte di Buddy Holly Roy Ruff ha dato un colpo spensierato ai Beatles con Beatle Maniacs. Rispetto a molti altri testi anti-Beatles dell'epoca, la canzone è quasi addomesticata: ho portato la mia ragazza a un ballo dei Beatles / Quella era la fine della nostra storia d'amore / Mi ha detto: 'Sei quadrato' / perché io non aveva i capelli arruffati, canta Ruff, che è chiaramente più arrabbiato per aver perso la sua donna a causa dei Fab Four che per la musica stessa dei Beatles. In effetti, Ruff trova una soluzione al suo dilemma che è molto più costruttiva del semplice ribollire di gelosia: mi farò crescere i capelli negli occhi / Sii l'invidia di tutti quei Beatle. Se non puoi battere i Beatles, unisciti a loro.

[interruzione di pagina]

10. I barbari, sei un ragazzo o sei una ragazza?
I tagli di capelli dei Beatles erano obiettivi ovvi, facili e relativamente innocui per il ridicolo. A questo proposito, la band garage rock dai capelli lunghi e semi-leggendaria The Barbarians, poi citata daI Ramonescome un'influenza, non avevano spazio per lamentarsi, ma lo facevano comunque. Il singolo del 1965 del gruppo, Are You A Boy Or Are You A Girl? affronta senza mezzi termini l'androginia che stava iniziando a sorgere nella controcultura degli anni '60, incluso il suo stesso campo. Sei un ragazzo o sei una ragazza? / Con i tuoi lunghi capelli biondi sembri una ragazza, canta il frontman Victor Moulton prima di dare un'occhiata ai Beatles: o sei una ragazza o vieni da Liverpool. Come gestione dell'identità di genere, è piuttosto goffo. Poi di nuovo, questo è The Barbarians.

11. Peter, Paul e Mary, mi piace la musica rock and roll
Il canone anti-Beatles è dominato da pazzi e artisti di novità. Gli artisti di prima categoria raramente si sono dilettati in quella forma bassa di nervatura, specialmente non dopo che i Beatles sono passati da moda passeggera a icona culturale. Peter, Paul And Mary è uno dei pochi. Certo, il successo del 1967 del gruppo folk, I Dig Rock And Roll Music, non sembra un Beatles-basher al primo ascolto. Ma il trio ha sempre lasciato un po' di sarcasmo nella sua dolcezza, e questo dispetto traspare nel penultimo verso della canzone. Dopo aver censurato artisti del calibro di eretici folk-rock come The Mamas And The Papas eDonovan—con il disclaimer condiscendente, Il messaggio potrebbe non commuovermi o significare molto per me—il trio ha questo da dire sui Fab Four, probabilmente riferendosi al loro recente successo, All You Need Is Love: E quando i Beatles ti dicono / hanno una parola 'amore' da venderti / Significano esattamente quello che dicono. Venendo da Peter, Paul And Mary, che stava iniziando a vedere il suo ethos di pace e amore annacquato e commercializzato in massa come parte del movimento hippie, è un complimento dell'ordine più ambiguo.

12. Rainbo, John, questa volta sei andato troppo lontano
Molto prima di diventare un attore premio Oscar,Sissy Spacekera un cantante pop fallito. E uno anti-Beatles, per giunta. Il suo singolo del 1968, John You Went Too Far This Time, è stato pubblicato sotto il nome d'arte Rainbo, e presenta il diciannovenne Spacek che fa esplodere dolcemente e melodicamente John Lennon per una litania di presunti errori di lealtà e moralità: affermando infamemente nel 1966 che i Beatles erano diventati più popolari di Gesù; rinnegando pubblicamente il guru dei Beatles, Maharishi Mahesh Yogi; e pubblicando il suo album del 1968 conYoko Ono, Musica incompiuta n. 1: Due vergini . Non erano i suoni d'avanguardia di due vergini ciò ha sconvolto Spacek, però: era la controversa copertina, che mostrava Lennon e Ono nudi. Tutto quello che mi hai chiesto l'ho fatto, John / Dal tenersi per mano al vivere in un sottomarino alla luce del sole, Spacek canta con una voce che è in parti uguali saccarina e stricnina. Amo le cose che mi hai mostrato fino ad ora, John / Ma da quella foto, non credo che il mio amore sarà lo stesso. Tuttavia, si presenta più come una superfan abbandonata che come una vera critica; la sezione degli ottoni della canzone imita anche tristemente quella di Penny Lane.

13. Captain Beefheart, Beatle Bones 'N' Smokin' Stones
Il pioniere dell'avant-rock Captain Beefheart non è mai stato conosciuto per essere diretto, quindi è difficile dire esattamente cosa potrebbe provare a dire nella sua canzone del 1968 Beatle Bones 'N' Smokin' Stones. L'intera nozione delle ossa dei Beatle sembra morbosa, e non è difficile immaginare l'iconoclasta Beefheart che essenzialmente fantastica di mettere i Fab Four nella tomba (per non parlareLe pietre rotolanti, l'altro obiettivo apparente della canzone). Ma diventa un po' più specifico, relativamente parlando, nelle righe, Le anguille alate strisciano sulle calcagna dei bambini di oggi / Fragola si sente per sempre. È una denuncia ferocemente surreale dell'influenza dei Beatles sulla gioventù americana? È una simultanea distillazione e distillazione dell'amichevole psichedelia al gusto di frutta del gruppo? In ogni caso, è un segreto che Beefheart si è portato nella tomba.

14. John Lennon, Dio
Indipendentemente dal fatto che Captain Beefheart desiderasse cripticamente la morte dei Beatles, John Lennon, ancora a dieci anni dall'assassinio di Mark David Chapman, pubblicò la sua canzone anti-Beatles, God, nel 1970, subito dopo lo scioglimento della band. Certo, quasi tutti gli ex Beatle hanno continuato a scavare nei testi delle canzoni dei suoi ex compagni di band. Ma Lennon lo ha fatto per primo, e in modo più devastante, in Dio: non credo nei Beatles, canta dopo aver elencato Hitler, Gesù ed Elvis come solo alcune delle tante entità in cui non ripone più fede. Credo solo in me / Yoko ed io / E questa è la realtà. Per torcere il coltello che aveva appena conficcato nel cadavere ancora caldo dei Beatles, si prende gioco di I Am The Walrus aggiungendo, I was the Walrus / Ma ora sono John / e quindi cari amici, dovete solo vai avanti / Il sogno è finito. Oltre a consolidare lo status di Lennon come il più amaro Beatle, ha anche stabilito la sua politica di terra bruciata riguardo alla possibilità di una riunione dei Beatles, anche se il destino ha preso la decisione finale per lui.

quindici. mezzo giapponese , Niente più Beatlemania
Dopo lo scioglimento dei Beatles nel 1970, il genere anti-Beatles era effettivamente finito. L'ascesa del punk alla fine del decennio ha portato a molte diatribe contro l'invecchiamento dell'aristocrazia del rock, ma anche quando i Clash hanno cantato, Phony Beatlemania ha morso la polvere in London Calling del 1979, Joe Strummer e la troupe non stavano davvero inveendo contro i Beatles stessi. La band art-punk Half Japanese è stata molto più feroce nella sua condanna della Beatlemania; mentre i fratelli Jad e David Fair si battono e strillano, la minaccia di una reunion dei Beatles - di cui si vociferava costantemente per tutti gli anni '70 - riceve un epitaffio definitivo: una volta è abbastanza! Jad urla. La canzone è stata registrata mentre John Lennon era in vita, ma è stata pubblicata nel 1980, l'anno del suo assassinio, una tragica coincidenza che ha aggiunto un livello extra e non intenzionale di veleno punk alla canzone.

16. i macellai , 1 Giù, 3 Per andare
Laddove Half Japanese si è accidentalmente allineato con la morte di John Lennon, i Meatmen l'hanno celebrata apertamente. La band allegramente offensiva è stata formata dal frontmanTesco Vee, fondatore della Touch And Go Records, come sfogo per la feccia più malata della sua identità, e si è superato con la canzone del 1982 dei Meatmen 1 Down, 3 To Go. Il titolo si riferisce all'allora recente assassinio di Lennon e spera che un destino simile tocchi il resto dei Beatles, preferibilmente presto. Chapman gli ha sparato a morte / gli ha collegato la testa, Vee ringhia prima di rivolgere alcuni insulti razzisti a Yoko Ono e aggiungendo, George, Paul, Ringo, un giorno / sarà morto, dobbiamo tutti pregare. Crass, grezzo e decisamente ripugnante, 1 Down, 3 To Go porta la dubbia distinzione di essere l'apoteosi incontrastata della canzone anti-Beatles. Vee è al passo con i tempi; è ancora in tournée con The Meatmen e, dopo la morte di George Harrison nel 2001, ha coscienziosamente aggiornato la canzone a 2 Down, 2 To Go.

17. John Wesley Harding , Quando i Beatles colpirono l'America
Prendendo il suo nome d'arte da aBob Dylanalbum, il cantautore inglese John Wesley Harding ha sempre avuto un rapporto di amore-odio con la tradizione. Non c'è esempio migliore di questo della sua canzone del 1996 When The Beatles Hit America. Sulla scia della reunion dei Beatles del 1995 che accompagnò la demo di John Lennon di Free As A Bird con le sovraincisioni in studio dei Beatles sopravvissuti, la canzone di Harding la infilza spietatamente come una grottesca trovata di marketing: L'intera cosa è stata una grande truffa assicurativa / per ottenere le ristampe vendere di nuovo. Spiritoso e prolisso, When The Beatles Hit America non odia orribilmente i Beatles come, ad esempio, 1 Down, 3 To Go. Ma il sempre acido Harding si infila in una battuta finale crudele a spese di Lennon: John, che non è mai stato quello tranquillo / John rimane in silenzio per il momento.

18. Edwyn Collins , Gli scarafaggi
All'inizio del 21° secolo, i Beatles erano diventati più o meno intoccabili, installati in modo indelebile ai vertici del pantheon della cultura pop. Nessuno l'ha detto a Edwyn Collins. Sin dai suoi giorni nel gruppo post-punk Orange Juice, Collins si è fatto un nome come un consumato saggio, anche se è stato in grado di strappare il pathos più toccante dalla sua musica. La sua canzone del 2002 The Beatles, tuttavia, è praticamente una salva di snark diretto. Ascoltiamolo per il Beatle perduto / Il Beatle dell'arte ad ogni costo / Il Beatle con il senso del gusto / Per non imparare mai a suonare il suo basso Beatle, Collins canticchia sardonicamente . Dopo aver snocciolato un intero catalogo di Beatles tutt'altro che favolosi (compresi l'amore che è caduto a pezzi e le nuove... Beatles morto. Nella grande tradizione dei suoi predecessori anti-Beatles, tuttavia, è chiaro che non intendeva questo.